Utente
Certe volte fissavo il vuoto.

-
Ho avuto un periodo dove non facevo nulla.

Tutte le mie passioni erano svanite insieme alla mia felicità.

Non ridevo, non praticavo sport, non studiavo, non mi scrivevo con gli amici, uscivo il sabato e mi ubriacavo per dimenticare, per stare bene una\2 ore.

Ero vuoto, non avevo voglia di vivere, litigavo con tanti miei amici, fuori ridevo e dentro casa piangevo.

Sì uscivo, ma quando ero fuori volevo ritornare a casa.

-
Volevo fare tante cose, volevo diventare ricco, fare i soldi, ma non facevo altro che dormire e giocare al pc.

Ma ero triste, avevo litigato con la mia compagnia di B, mi ero reso conto che ero diverso da tutti gli altri, io pensavo ad altro quando uscivavamo, non volevo veramente stare lì.

Loro non pensavano altro che a ubriacarsi e altro io pensavo ad altro, a molto altro... alle vere amicizie mentre loro si tradivano fra di loro e pensavo a fare i soldi mentre loro al massimo pensavano a come comprare una felpa di marca.

-
Un giorno per questo motivo caddi in depressione, mi rinchiusi in casa a piangere, da un lato la compagnia che eliminavo dalla mia vita e dall’altro il mio migliore amico che mi ha dimenticato, che si è trovato moltissimi altri amici, che si è trovato il migliore amico... è molto doloroso tutto questo.

Per non parlare dei miei veri amici... non riuscivo più ad aprirmi, non parlavo più con nessuno, pensavo solo ai miei due obbiettivi, fare soldi e riconquistare il mio amico.

Ma nulla, nulla di tutto ciò, soffrivo e basta, soffrivo ogni giorno, non ne potevo più,
Ero felice quando ero fuori di me, litigavo con tutti, rifiutavo l’amore ma lo volevo allo stesso momento.

-
Eppure, non pensavo che la gioventù fosse così dolorosa, troppo dolorosa, credevo che i 17 anni fossero degli anni felici, fossero la parte della vita più spensierata e felice, invece no, è tutto una merda, mi sento solo.

Sono tutti amici quando li guardi, ma appena ti giri sono tutti degli infami.

-
Ora sono qua, 15\12\2020 e sono al pc a scrivere questa lettera, con le lacrime nelle guance, piango.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Scrive in una sorta di sfogatoio che non ha un senso pratico poiché se ha dei disturbi di tipo depressivo che si possono riportare a tale condizione la soluzione è di rivolgersi ad uno specialista in psichiatria per un trattamento appropriato.



Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72