Utente
vorrei sapere perchè (avendo una moglie con disturbo bipolare) diagnosticatogli nel 2013 dopo 2 ricoveri in SPDC e una comunità terapeutica di circa 2 anni e 8 mesi, quando chiedo dei pareri medici mi dicono che non possono darmeli per un problema di privacy.
Ma una volta non si diceva che bisognava stare vicini alle persone con queste problematiche?
perchè allora io non devo sapere?
in fondo quando io l'ho conosciuta non aveva di questi problemi e, vista la nostra relazione iniziata con
tante problematiche (lei era già sposata e a seguito della nostra relazione si è separata dall'ex marito) verrebbe da pensare che si è pentita

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"mi dicono che non possono darmeli per un problema di privacy"

Appunto, glielo hanno detto il perché: la legge sulla privacy.
D'altronde, se la persona necessita di essere assistita, può esprimere la volontà che la tale persona sia messa a conoscenza delle notizie che la riguardano, firmando una deroga o inviando una richiesta firmata.


"verrebbe da pensare che si è pentita": non ho capito questo punto. Pentita di averla sposata ? Verrebbe da pensarlo perché, non ho colto il nesso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
si, appunto pentita di avermi sposato

[#3] dopo  
Utente
anche perchè lei ha cominciato ad avere delle strane manifestazioni dopo circa 2 anni dal nostro matrimonio andando sempre giù tant'è che sono stato costretto a mandarla in una comunità psichiatrica e senza avere nessun tipo di stabilità e allora ho pensato che forse non è contenta di questo rapporto

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi intende sembra che si sia pentita nel senso che i comportamenti che ha avuto Lei li potrebbe interpretare come una insofferenza nei confronti del matrimonio, o comunque come se non tenesse conto del matrimonio.
Penso che, se c'è di mezzo una diagnosi, non sia questa la chiave di lettura. Il punto pratico è capire se e come questa condizione è compatibile a breve e a lungo termine con le vostre aspettative.
Che poi si parli di malattia o di scelta, questo non sempre fa la differenza.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#5] dopo  
Utente
io credo che sia incompatibile visto che ogni volta che parliamo di problemi finanziari (. lei spende troppo denaro in base alle entrate ) e ogni volta che glielo faccio notare lei mi dice sempre testualmente " perché io non ti sto lavando le mutande?