Utente
Salve
Da circa 8 giorni sto seguendo una terapia farmacologica consistente in 1 mg di risperidone al giorno, la prescrizione è sta fatta per contrastare il mio disturbo ossessivo.
Nei medesimi giorni ho notato una marcata riduzione della libido con conseguente difficoltà a mantenere ed avere un erezione, mentre a stento riesco ad avere un orgasmo.
Ho parlato con la psichiatra esponendo il problema, mi è stato detto che non c'è nessuna correlazione con l'assunzione del farmaco in quanto la dose che assumo attualmente è troppo esigua per poter dare tali effetti, correlandola piuttosto ad un mio stato di suggestione, però io credo possa essere solo suggestione.
Ora la domanda sorge spontanea, 1 mg di risperidone può causare tutti i sintomi da me descritti o può essere effettivamente correlabile ad altro

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La dose sarà bassa certo, ma l'effetto è possibile in generale.
Per un disturbo ossessivo usa solo il risperidone ? Se sì, in quanto forma resistente o concomitante ad altro disturbo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Si al momento seguo la terapia con solo risperidone, credo di sì di fatto la mia diagnosi è disturbo dell'adattamento nas non c'è stata nessun'altra diagnosi. In questi ultimi mesi ho notato un aumento delle ossessioni che a quanto pare sono direttamente proporzionali al livello di stress accusato. Quindi può effettivamente essere una reazione iatrogena, c'è un modo che possa aiutare a mitigare l'effetto?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, il modo più semplice è cercare un'alternativa a quanto mi risulta.
Comunque, la diagnosi di doc con un risperidone in prima battuta non torna.Quella di disturbo dell'adattamento nas è talmente vaga da non far capire granché, ma comunque nel disturbo dell'adattamento in genere non compaiono sintomi psicotici, per cui è ugualmente oscuro il perché del risperidone.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4] dopo  
Utente
Di sintomi psicotici non ne ho avuti, ciò che contraddistingue il mio disturbo è l'ansia, se il timore fosse una malattia io avrei quella, ad esempio per anni ho avuto il terrore di poter essere schizofrenico quindi mi rivedevo in tutti i sintomi positivi e ciò creava forti stati di angoscia, successivamente è sopraggiunta la depressione che a quanto pare sembra essere ricorrente.Il farmaco l'ho iniziato a prendere perché il periodo difficile misto alla situazione che vivo attualmente, aveva creato in me una forte rabbia repressa che non riuscivo ad esternare, sostanzialmente il ritorno della paura del suicidio mi ha convinto ad assumere il farmaco. La psichiatra mi ha detto che il risperdal a questo dosaggio ha la duplice funzione di essere antiossessivo e antidepressivo rassicurandomi sugli effetti collaterali che le ho riportato.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Antidepressivo non è, e non è una prima linea sul doc o sulla depressione. Per cui rimane da capire, ma una ragione magari ci sarà, il perché della scelta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#6] dopo  
Utente
Ho parlato con la psichiatra, mi è stato detto che la terapia farmacologica che mi ha prescritto è stata scelta in quanto nel mio caso ho la tendenza ad "incartarmi troppo" nei pensieri, descrivendo il risperdal come farmaco che serve ad organizzare il pensiero.

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il disturbo ossessivo ha la caratteristica tipica dell’incartamento sui pensieri stessi.

Ciò non toglie che il farmaco non ha indicazione in prima linea ed i neurolettici solitamente sono utilizzati in associazione alla terapia standard prevista per il disturbo.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72