Sospensione benzodiazepine e sintomi cognitivi

Salve dottori, chiedo un consulto per un problema che mi è appena successo e si tratta di una cosa urgente, cioè è qualcosa che mi arreca grande sofferenza, spiego in breve la situazione, io dopo un anno di terapia a base di valium/diazepam con 40 gocce giornaliere, 10 mattino, 10 al pomeriggio e 20 alla sera, con il mio psichiatra abbiamo diminuito la dose a 20 gocce giornaliere, il fatto è che sto veramente male, mi sento a disagio e ho notato degli effetti incredibili sulla memoria e sulla concentrazione, la memoria è pari a 0 e sono deconcentratissimo, questa situazione mi mette davvero a disagio, il fatto è che vorrei sapere anche dei vostri pareri sulla mia situazione, non so cosa fare se sono dei sintomi reversibili oppure se dovrei insieme al mio psichiatra riprendere le 40 gocce giornaliere e poi fare uno scalaggio proprio goccia per goccia, io non so proprio cosa fare, è una situazione che mi fa molto soffrire, spero mi siate di aiuto e ringrazio in anticipo tutto lo staff!
Spero che sia un periodo transitorio, buona serata!
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 37,2k 898 270
"la memoria è pari a 0" per modo di dire, ci ha appena riferito numerosi dettagli recenti e passati.
Ha ridotto il tranquillante e l'ansia è salita. Lei tende ad esprimerla in termini di preoccupazioni su problemi di salute, senza nessun nesso logico con le medicine. Semplicemente sono un oggetto a cui Lei attribuisce un controllo, in un senso molto a 360 gradi.
Se cala il tranquillante senza che ci sia una cura per il disturbo di partenza, che evidentemente è in precario equilibrio, capita che ci siano queste punte ansiose.
Quanto a cosa fare, lo deciderà il suo medico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test