x

x

Ansia efexor

Egregi Dottori,

Da circa 10 anni assumo antidepressivi e, nello specifico, cipralex sostituito da qualche anno con Efexor 75.

Sicuramente in assenza di fattori di stress la vita sarebbe anche ben gestibile ma siccome questi (lavoro) ci sono sempre più spesso, vivo costantemente in una situazione di ansia/stress.

Negli anni mi sono rivolto a 3 psichiatri, una prima volta tramite l’ospedale, poi privatamente e poi ancora privatamente dopo il pensionamento del precedente.

Bene o male mi è sempre stato detto di assumere l’efexor e che non era necessario fare altro.

Siccome arrivato alla soglia dei 40 anni la situazione non mi sembra più sopportabile, mi chiedevo se secondo voi sono disponibili altre opzioni terapeutiche, e quindi può aver senso rivolgermi nuovamente a un professionista, o se effettivamente per un disturbo d’ansia un Efexor sia tutto quello che si può fare?

Grazie per eventuali risposte.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Efexor è una delle varie alternative. C'è però da notare una cosa: la dose di 75 mg è una sottodose mediamente, a quella dose efexor non funziona secondo il suo meccanismo tipico, e quindi non ha una riuscita buona.
Non riferisce di preciso la diagnosi, però comunque il discorso della dose è quello.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto la ringrazio per la risposta.
Mi hanno semplicemente detto che ho problemi di ansia generalizzata e devo dire che prendendo questo Efexor 75 è rimasta solo quella specifica (i.e. lavoro) solo che ha raggiunto dei livelli che, forse anche per gli anni trascorsi o la mia età in generale, non riesco più a gestire.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto