"Normalità" sessuale nel matrimonio

Buongiorno, scrivo più che altro per un consiglio su quella che è la mia situazione.
Ho 39 anni e sono sposato da 12 (+7 di fidanzamento), 2 figli, ma dopo così tanto tempo purtroppo, non ho ancora trovato la serenità in quella che è l' intimità con mia moglie.
Premetto che sessualmente io sono stato l' unico partner di mia moglie e viceversa e aggiungo che lei, fin dagli anni di fidanzamento non è mai stata molto intraprendente però penso che negli ultimi anni la situazione sia in continuo peggioramento.
La vita di coppia è tutto sommato armoniosa, tranne qualche raro screzio assolutamente normale tra coniugi.

Sorvolando sul fatto che io abbia sempre avuto l' impressione che per mia moglie l' attività sessuale possa anche non esistere (e già qui mi chiedo come sia possibile, se sia possibile, per una donna non avere o avere scarsissimo desiderio sessuale), mi riferisco al fatto che nell' ultimo periodo la situazione la vedo in continuo peggioramento.
In particolare nelle situazioni in cui, dopo mia iniziativa, si raggiunge l' intimità mia moglie è sempre più restia a farsi toccare, in pratica l' unico punto in cui è ancora possibile toccarla è la schiena, impossibile toccarle il seno o peggio ancora la vagina, allo stesso modo la sua iniziativa si limita, a volte, a qualche carezza sulla schiena, stop, impossibile dare o ricevere alcun tipo di stimolazione.
L' atto sessuale si limita ad un pò di petting e ad una penetrazione (sempre nella stessa posizione).
Negli anni passati, pur con molte ristrettezze (sesso orale mai contemplato per esempio) quantomeno era possibile stimolarla o accarezzarle il corpo ed era gradevole quando anche lei praticava qualche stimolazione anche all' atto dei preliminari, ma adesso anche quel pò di evasione dalla solita routine è svanita.
Ho provato a parlarle e a farle capire che per me è importante tutto il resto anche a livello affettivo, ma lei mi risponde che io "chiedo troppo" e sopratutto che "chi si accontenta gode".

Intuile dire che questa situazione mi pesa molto psicologicamente, perchè crea in me una serie di insicurezze e di dubbi (avrà un altro?
avrà fantasie su altre persone?) , ma dalle risposte che ricevo vedo praticamente impossibile qualsiasi apertura verso una possibile "soluzione" quindi la mia domanda, non avendo ovviamente altre esperienze matrimoniali è: Ci sono donne che vivono la sessualità in questo modo pur amando il proprio partner?
Può essere una situazione che si è sviluppata a causa di una mia mancanza?
E sopratutto, il fatto che una donna che ama il proprio marito non si interessi sessualmente a lui è una cosa che rientra nella normalità delle cose?

Chiedo scusa per la lunghezza ma preferivo esporre tutto senza tralasciare nulla.

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.5k 571 66
Gentile utente,

percepiamo il suo disagio e sicuramente ne prendiamo atto: la sessualità rappresenta indubbiamente una delle "cifre" distintive della coppia e la sua assenza (a meno che la coppia non sia composta da due persone asessuali) causa sofferenza soprattutto quando la situazione è unilaterale
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6165-sesso-una-volta-in-settimana-e-ok.html .

Non conosciamo però il punto di vista di sua moglie, e dunque non sappiamo se si tratti di disturbo del desiderio o quant'altro.

Il fatto è che la sessualità femminile è molto collegata a tutto il resto, molto più di quanto lo sia per i maschi.
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/4697-matrimoni-sesso-perche.html .

Il desiderio sessuale femminile ha che fare:
-con la maternità,
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3332-diventare-mamma-e-rimanere-amante.html
-con i risentimenti,
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/5932-desiderio-sessuale-femminile-scarso-una-pillola-fa-la-magia.html
-con il superlavoro,
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/4047-troppo-lavoro-e-poco-sesso-per-la-donna-italiana.html
-con l'assistenza ai genitori o parenti anziani,
-con i cambiamenti del corpo,
-con la capacità orgasmica,
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/5274-orgasmo-e-donna-difficolta-cause-soluzioni.html
-con il tono dell'umore,
-ecc.,
-ecc.

Mi sono presa la briga di accennare ad un elenco - certamente non esaustivo - e di linkare alcuni articoli di approfondimento per fare intuire che la problematica non è affatto semplice; nè tanto meno semplificabile così:
"..se sia possibile, per una donna non avere o avere scarsissimo desiderio sessuale..!"

Quando la propria donna non ha desiderio sessuale occorre andare a fondo della questione, sia pure talvolta richiedendo l'aiuto di un* Psicoterapeuta meglio se competente in sessuologia clinica (FISSonline.it):
identificare la/le cause aiuta a metter mano al problema in modo produttivo per la persona e per la coppia.
Perché non può farlo il marito, attraverso il dialogo? Perché spesso egli (suo malgrado, inconsapevolmente) è parte del problema. E dunque è parte in causa.

Saluti cordiali.
dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/