Utente
salve sono un uomo di 40anni, non ho mai avuto problemi di insonnia cronica se non prima di avvenimenti importanti, una particolarità soffro di insonnia tipo prima delle partenze per viaggi quando so di avere poco tempo per dormire; comunque sono un tipo molto ansioso ed introverso, negli ultimi mesi ho sofferto di insonnia tardiva, mi addormentavo benissimo però mi svegliavo molto presto, il tutto lo riconducevo ad un periodo di stress (lavoro ed altre cause) un po' di insoddisfazione generale. Dalla scorsa settimana si è aggiunta una notizia molto grave con la diagnosi di una malattia grave per mio padre e da 3 notti non riesco a riposare, ho l'ansia di addormentarmi e rimango in un sonno semivigile. ho provato qualche prodotto naturale tipo melatonina o valeriana ma senza risultati, qual è la soluzione più immediata? combattere lo stato di ansia/stress o insonnia?
grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la sua insonnia potrebbe secondaria all'ansia, ossia provocata dai suoi stati ansiosi. L'insonnia, se di origine psicologica, può essere risolta anche in modo rapido attraverso le indicazioni comportamentali appropriate. Lo stesso vale per l'ansia. Dovrebbe chiedere un consulto a uno psicologo/psicoterapeuta, specificando che sta cercando aiuto per ansia e insonnia, e informandosi eventualmente sulla durata prevista del trattamento, numero di sedute, ecc.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2]  
Dr.ssa Sara Rosa

16% attività
0% attualità
0% socialità
VERONA (VR)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2010
GentiLe Utente,

dal suo messaggio si evince che l'insonnia inizialmente non è generalizzata, ma insorge da primis nelle notti antecedenti a situazioni particolari: "prima delle partenze per viaggi, quando so di avere poco tempo per dormire..." Ma si generalizza in un secondo tempo "da 3 notti non riesco a riposare..."
La notizia della malattia del padre ha probabilmente incalzato il già non facile momento in cui si trova e che descrive con: "il tutto lo riconducevo ad un periodo di stress (lavoro ed altre cause) un po' di insoddisfazione generale".
Credo che quest'insonnia sia più che comprensibile, considerando che diverse aree della sua vita Le stanno provocando una certa sofferenza.
Le consiglio di consultare un Terapeuta per poter dar sfogo alle sue preoccupazioni e alle sue ansie, Le ripeto a mio parere giustificate dalle avversità che sta affrontando.
L'insonnia è un sintomo che potrà svanire riuscendo a incanalare il suo dolore per vie più opportune.

Cordialità.
Dott.ssa SARA ROSA
Psicologo Psicoterapeuta

[#3] dopo  
Utente
Vi ringrazio per le gentili risposte ed indicazioni