E' un amore finito?

Gentili Dottori,
sono una ragazza di 23 anni e da 2 anni ho una relazione seria con il mio ragazzo. Purtroppo, da circa un anno, ho un amore "altalenante" nei suoi confronti, nel senso che ci sono periodi in cui sto bene con lui, sento di amarlo e riesco a dargli attenzioni, mentre ci sono periodi in cui non lo calcolo minimamente, non ho voglia di avere rapporti sessuali, mi sposto se cerca di baciarmi e mi dà fastidio qualsiasi cosa lui faccia. Ovviamente, lui si accorge che c'è qualcosa che non va e mi chiede se lo amo, si innervosisce e mi fa mille domande con conseguente peggioramento della situazione.
C'è anche da dire che nell'ultimo mese mi capita spesso di pensare ad un altro ragazzo, che ho conosciuto circa 3 anni fa e che, in effetti, mi ha sempre fatto uno strano effetto anche quando stavo insieme al mio ex ragazzo. In particolare, il suo sguardo mi cattura letteralmente, quando mi guarda negli occhi provo qualcosa che nessun altro mi ha mai fatto provare. Inoltre, è libero ed è in cerca disperata di amore, e so di piacergli molto... se fossi libera, sono certa che non ci penserebbe due volte ad iniziare una storia con me.
Non riesco a capire cosa voglio... il mio ragazzo mi dà un senso di sicurezza, di stabilità, conosce tutti i miei problemi ed ho molta paura di pentirmi se lo lascio, di fare la cosa sbagliata. Però immaginare di sposarmi con lui non mi entusiasma molto... e mi spaventa l'idea di passare una vita intera con lui. L'altro ragazzo a cui penso è un tipo che non rispecchia esteticamente il mio "modello" di ragazzo ideale... eppure, mi piace lo stesso. Proprio perché è così diverso dal mio ideale (e da tutti gli altri ragazzi), ho molta paura di intraprendere una relazione con lui, però è pur vero che non devo soffermarmi sul lato esteriore di una persona, bensì su quello interiore, e lui è certamente un ragazzo straordinario.
Sono molto, molto confusa... Voi cosa ne pensate?
Vi ringrazio molto!
Ludmilla
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Cara Ludmilla,

se quello che ti spaventa è l'idea di lasciare abitudini consolidate e un ragazzo che ti dà sicurezza per fare spazio ad una possibile nuova storia, che non sai come finirà, si può pensare che l'amore per il tuo ragazzo sia proprio finito.

Anche se continui a vedere i suoi lati positivi, infatti, i sentimenti per il tuo ragazzo possono essere cambiati e l'attrazione che provi per l'altro ragazzo depone a favore di questa ipotesi.

Cosa pensi dell'eventuale possibilità di restare single per un periodo?
Ti consideri una ragazza che è capace di stare da sola oppure l'idea di non essere fidanzata ti provoca ansia?
Mi sembra infatti che, per quanto non sia più soddisfatta della storia attuale, tu non intenda chiuderla senza avere la prospettiva di metterti con un altro.
E' così?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazza,

quando dici "Non riesco a capire cosa voglio... " in realtà spieghi molto bene la situazione: da un lato il porto sicuro, cioè il tuo attuale ragazzo e dall'altro la vita "vera" con le sue incognite, pericoli, rischi, emozioni autentiche.

Hai mai provato a uscire dal tuo porto sicuro, rappresentato da una vita in cui tutto è certo e tranquillo? E se lo hai fatto come ti sei sentita?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per le risposte immediate!
D.ssa Massaro: credo proprio che Lei abbia azzeccato in pieno: l'idea di restare single mi fa molta paura e sì, preferisco avere la prospettiva di mettermi con un altro proprio perché l'idea di non essere fidanzata mi provoca ansia.
D.ssa. Pileci: mi è capitato soltanto quando mi lasciò il mio ex: è stato un periodo terribile, soprattutto per il fatto di essere rimasta veramente sola, non solo senza un ragazzo, ma anche senza amici. Ora per fortuna ho un'amica, però ovviamente il sostegno di un'amica non è uguagliabile alla sicurezza che mi dà il mio ragazzo.
[#4]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
"l'idea di non essere fidanzata mi provoca ansia"

Per quale motivo?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Il motivo preciso non saprei dirlo... so solo che con il fidanzato mi sento più sicura, so che posso contare su di lui. Senza mi sento persa, mi sento come se io non fossi una persona completa... Mi manca un pezzo importante, ecco!
[#6]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Quindi il motivo sarebbe che non riesci a pensare di farcela senza qualcuno a cui appoggiarti?
[#7]
dopo
Utente
Utente
Esatto...!
[#8]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Questo potrebbe portarti ad instaurare legami che crei e mantieni solo per non sentirti sola, debole, priva di sostegno: è un aspetto che dovresti valutare nel decidere come regolarti con entrambi.

Forse questo è dovuto semplicemente al fatto che sei ancora molto giovane, ma col passare degli anni se ti rendessi conto che nulla cambia,e ti sembrasse di rimanere con il tuo partner solo per evitare di contare di più su te stessa, potrai approfondire la questione con l'aiuto di uno psicologo.

Nel frattempo potresti riflettere sul fatto che magari nessuno dei due ragazzi dei quali ci hai parlato fa davvero per te, e che la situazione forse si regge semplicemente sul tuo bisogno di sentirti al sicuro.
[#9]
dopo
Utente
Utente
In questi ultimi giorni ho avuto modo di riflettere per via di una prolungata assenza del mio ragazzo: non ho sentito la sua mancanza e questo mi ha portato ad essere ancora più sicura dei miei sentimenti (ho capito di non amarlo) e dunque ho preso la decisione di chiudere la storia.
La ringrazio molto per il supporto gratuito che mi ha comunque aiutata a capire e a prendere la mia decisione!
Per quanto riguarda l'altro ragazzo... devo capire bene cosa provo nei suoi confronti. Ora restare sola non mi fa più così tanta paura e se mi dovessi fidanzare di nuovo sarà soltanto per amore!
[#10]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Ora potrai verificare come ti senti quando non hai un ragazzo al quale appoggiarti, e magari così avrai modo di imparare qualcosa in più su te stessa e anche di capire che sei meno debole di quanto tu pensassi.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio