Gelosia retroattiva..che supera il limite!

Buonasera, vi scrivo poichè non vedo davvero una via d'uscita..
Soffro di gelosia retroattiva da oramai 10 anni (sono una giovane donna di 28 anni).
Dieci anni fa infatti conobbi il mio primo fidanzato con cui persi la verginità; fin qua tutto ok sicchè però non scoprii che lui ebbe la sua prima volta con una ragazza altrettanto vergine!E'da l ìin poi che si scatenò in me questo dolore immenso..Iniziai a pensare e ripensare al fatto che, essendo stato per la prima volta entrambi vergini, loro si sarebbero appartenuti l'un l'altro per sempre (e così la penso tutt'ora).
Il problema sarebbe probabilmente semplice da eliminare senonchè a tutto ciò si aggiunge un altro problema esagerato!
Non solo il sesso ma, adesso, scopro che il mio fidanzato ha fatto dei viaggi, ha portato in casa e presentato la sua donna agli amici (tutto questo solo con lei)..E all'inizio lui mi ha sempre detto di non aver mai fatto niente (questo a rincarare la dose)..
Averlo scoperto così in malo modo mi ha letteralmente UCCISO!Ora tuttoquello che riguarda il passato è per me un campo minato..La sua casa, i posti dove sono andati, le esperienze, e addirittura la spiaggia sono per me oramai SCHIFO TOTALE!Prima pensavo ugualmente a tutto ciò (sesso la prima volta, viaggi, fidanzaeìmenti in casa, ma mai a questi livelli però).
Non riesco più a vivere una vita normale...Non riesco a lasciarlo ma nn riesco neanche a fare determinate cose che secondo me (oppure magari lo so) lui ha fatto con lei "la prescelta" che poi ha sempre definito solo come una che ogni tanto si s*****a e che ha portato in casa perchè, essendo di due regioni diverse, a lui faceva comodo avere una compagnia per le vacanze e far vedere al suo paese che anche lui poteva avere una donna (sarà vero?).
NOn ce la faccio davvero più...Ho iniziato la terapia e si è deciso di prendere anche dei farmaci, dato il fatto che ormai vivo solo ed esclusivamente per questi pensieri..Ma il solo fatto di non stare più con lui mi fa impazzire.
Giusto perchè lo sappiate sono appena uscita da una forte depressione con successiva derealizzazione data appunto da questi fastidi...Ed ora che la derealizzazione è solo sporadica mi sembra di essere rinata e tutti questi pensieri, fondati o non che siano, sono diventati pura e vera OSSESSIONE!
Il mio fegato non esiste più, la mia vita sociale neanche...Non posso fare nessuna esperienza perchè parecchie cose lui le ha già fatte ed appartengono solo a loro due..Ho anche tentato l'ipnosi e alcuni avvenimenti non mi disturbano più..Ma non posso lavorare su ogni avvenimento: voglio sul serio eliminare il problema, anche se chi ne è a conoscenza mi definisce falsa, cattiva, egoista, esaurita, scema, malata messa male ecc ecc....
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
"Ho iniziato la terapia e si è deciso di prendere anche dei farmaci, dato il fatto che ormai vivo solo ed esclusivamente per questi pensieri..."

Gentile Utente,

come mai si rivolge anche a noi se ha già iniziato una psicoterapia?
Ha qualche perplessità?

Ci può dire che diagnosi le è stata comunicata e quali farmaci prende?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Cara Dottoressa,
vi scrivo perchè vorrei sentire il parere di più esperti..Per ora non mi è stata fatta una diagnosi precisa, ovvero non è stato dato alcun nome al disagio.Per quanto riguarda i farmaci devo ancora prendere contatto con uno psichiatra suggeritomi dallo psicologo.
Piuttosto mi piacerebbe sapere se esistono casi di persone che sono riuscite a debellare il problema...
[#3]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
La gelosia patologica può far parte di differenti quadri clinici, ma in generale è un problema del quale ci si può liberare, se c'è la giusta motivazione e si è disposti a riconoscere che i pensieri ossessivi che la esprimono sono ingiustificati e abnormi.

Mi sembra di capire che questo sia il suo caso, dal momento che ci parla di ciò che pensa e prova con fastidio e distacco e che desidera cambiare le proprie reazioni e non far cambiare il ragazzo con cui sta.
Questo non è un dettaglio, e costituisce anzi un presupposto necessario per il cambiamento.

Ci vuol dire che tipo di percorso sta effettuando?
Quanti colloqui avete già avuto?
[#4]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
Cara ragazza, d'accordo con la Collega le dico che è necessario desiderare di cambiare e non far cambiare il suo ragazzo.
Si tratta di gelosia abnorme .. la sua terapeuta le avrà fatto molte domande sul suo passato e anch'io le chiedo .. come sono i rapporti con la sua famiglia.. con le figure femminili ... con sorelle e fratelli..?perchè si stima così poco che non riesce a credere a quello di bello che c'è solo tra voi ora.
La sua psicologa ed eventuale psichiatra le saranno molto d'aiuto, io da qui, l'invito a non consumare i giorni e la vita tormentandosi e rimuginando.. la prescelta ora è lei e poi dove sta scritto che se due che sono vergini fanno l'amore si apparterranno per sempre..?
Pensieri romantici da fanciulle, gli uomini semplificano molto, lo sa..
Le auguro di ritrovare presto uno sguardo più sereno ..

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#5]
dopo
Utente
Utente
Sono agli eccessi oramai..Sono entrata in un vortice devastante!
"due che sono vergini fanno l'amore si apparterranno per sempre..?"..si continuo a pensarlo e chi è già stato con altre persone è sporco, usato!
Il problema poi è che il mio fidanzato attuale quando ci siamo messi insieme si è presentato come un santo senza esperienze e dopo quasi un anno ho scoperto, tramite altre persone, tutto quello che riguardava sul serio il suo passato!Ho scoperto un mucchio di bugie e lui si giustifica dicendo che voleva piacermi per quello che è davvero e non per le sue esperienze passate!Ma forse non ha capito che adesso mi ha ormai fatto dubitare di lui...non credo più a niente di quello che dice..
Il medico vuol prima farmi prendere dei farmaci e poi iniziare un ercorso con l'aiuto dell'emdr...
Comunque grazie per le vostre risposte!
[#6]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Penso che il problema non sia tanto il suo interrogativo sull'appartenenza perpetua di due persone che hanno assieme il primo rapporto sessuale, quanto questo:

"il mio fidanzato attuale quando ci siamo messi insieme si è presentato come un santo senza esperienze e dopo quasi un anno ho scoperto, tramite altre persone, tutto quello che riguardava sul serio il suo passato!Ho scoperto un mucchio di bugie"

La sua delusione è chiara e deriva dal fatto che prima aveva idealizzato questo ragazzo, tanto che lo definisce "un santo", per poi scoprire suo malgrado che è un bugiardo e che è "sporco e usato".

Dato che però le ha spiegato di averle mentito per paura di deluderla forse potrebbe ripensare al fatto che le bugie in quel caso avevano un obiettivo ben preciso, e che averle mentito per apparirle meglio di quanto non si consideri serviva, nella mente del ragazo, a creare una buona relazione con lei.

Con questo non intenoi dire che lo deve perdonare e giustificare, ma che non è detto che sia davvero un bugiardo e che se tiene a lui può provare a lavorare per dargli una seconda possibilità.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa, non può capire quanto sia bello poter parlare del mio disagio e non sentirmi sempre sotto pressione o giudicata!La mia dottoressa parla proprio come lei e mi rendo conto che avete ragione...Non sopporto tutto quello che lui ha fatto e come lo sono venuta a sapere ma lui mi tratta come fossi una principessa e vorrei perdonarlo..
Comunque anche in passato con i vecchi partner non sopportavo per niente il fatto che avessero avuto storie serie, con tanto di fidanzamento in casa e aver condiviso viaggi e varie esperienze era per me una tragedia!E concordo con lei per il fatto che probabilmente con il mio lui attuale è tutto più accentuato perchè l'ho scoperto dopo e non ho avuto modo di metabolizzarlo come le altre volte.
Ma oltre a dargli una possibilità vorrei proprio cambiare atteggiamento sul PASSATO, in generale, delle persone che frequento proprio per evitare di torturarmi in futuro!
Comunque, dottoressa, ho anche provato le tecniche della pnl e un pò di ipnosi e ho avuto buoni riscontri per alcune cose..
Spero di poter cambiare un giorno...
[#8]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
La motivazione che dimostra la sosterrà nel compimento del cammino di cambiamento che ha intrapreso, e sono fiduciosa nel fatto che riuscirà a superare questa eccessiva "suscettibilità" alle esperienze passate dei suoi partner.

Se vuole ci aggiorni sulle novità.
Le auguro buon lavoro!
[#9]
dopo
Utente
Utente
C'è un'altra cosa che mi sta uccidendo...All'inizio del nostro rapporto lui mi raccontò di avere avuto un rapporto orale non protetto e completo con una appena conosciuta in discoteca all'età di 16 anni (lei a lui dico).
E adesso improvvisamente me lo sto ricordando e la cosa mi irrita sul serio!Sono completamente schifata e lo odio per aver fatto una cosa del genere con una sconosciuta per strada..Che poi a chiunque ne parli mi dicono che non esiste una cosa del genere e che sicuramente l'ha inventato solo per farsi "figo" (lui prima di stare con me ha avuto esperienze sessuali minime)..
Adesso al problema si aggiunge anche questa cosa :(( Ho paura che nei nostri rapporti lui pensi solo a quella volta...Mi fa schifo!Aiutatemi

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test