Utente 270XXX
Buonasera Gentile Dottore, Le chiedo scusa per il disturbo avrei bisogno gentilmente di chiederle un consiglio..Ho avuto una vita molto difficile e dolorosa..Mio marito si è impiccato 17 anni e da quella volta soffro di attachi di panico..Uso il farmaco Xanax 0.50 credevo di avere superato gli attachi è successo che causa ad uno spavento mi sono ritornati questi attacchi ma questa volta non riesco piu a superarli, specialmente quando sono in macchina in un punto preciso della super strada...Solo quel tratto di super strada per me è un puro inferno...Purtroppo non ho la possibilita di cambiare strada..Ho provato ad aumentare la dose ma niente da fare...quando arrivo in quel punto della strada mi sento morire..ho paura tanta...Non so cosa fare...Ho provato con i fiori emergency australiani niente da fare. L assurdo che durante il giorno non gli ho...solo quando affronto quel breve tratto di cavalcavia..Per favore Dottore potrebbe gentilmente dirmi perchè mi succede questo? Cosa succede dentro di me? Come posso uscire da questo incubo? Pensi Dottore prendo pure il Microser per salvarmi ma niente da fare. La ringrazio di cuore per la sua gentile risposta. Buona serata e lavoro.

[#1]  
Dr. Rocco Fornara

20% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
E' possibile che i suoi disturbi siano anche provocati dalle dolorose esperienze del passato.
Non è possibile fare diagnosi via mail ma può consultare uno psicoterapeuta formato
in psicotraumatologia (disturbi psichici originati da traumi)
Esiste infatti una terapia non farmacologica molto efficace nel disturbo post traumatico da stress:
L'Emdr (elaborazione e desensibilizzazione attraverso i movimenti oculari).

Le consiglio di visitare il sito Emdr italia www.emdritalia.it troverà l'elenco degli psicoterapeuti
formati in questo tipo di cura presenti nella sua regione / città.
Le auguro di trovare l'aiuto di cui ha bisogno
R Fornara
Dr. Rocco Fornara
psicologo.psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 270XXX

Grazie grazie grazie Dottore davvero di cuore. Quando è successo il suicidio di mio marito mi sono trovata disperatamente sola..I miei genitori erano devastati dalla preoccupazione del buon nome della famiglia e dello scandolo che avevo causato. I miei suoceri non hanno piu voluto vedere a quell epoca il bambino e mi hanno fatto l augurio che quando mio figlio avesse compiuto 18 anni di fare la stessa tragica fine di suo papà. Pensi che ora mio figlio ha 23 anni ed è al 4 anno di medicina. A quell epoca ho trovato tutte porte chiuse...Ho dovuto subire violenze...angherie..suprusi..e tante ..tante umiliazioni gratuite...Eh gia Gentile Dottore perchè sono stata io la causa di tutto cio! Mio marito ha avuto 22 ricoveri psichiatrici..Ho vissuto il mio piu peggiore inferno..Ma la cosa piu sconvolgente e assurda è stata quella di essere accusata nel non essere riuscita a tutelare, proteggere e salvaguardare il buon nome della famiglia. Nessuno si è preoccupato a dirmi come stai...nessuno! Senza poi aggiungere che mio marito mi ha lasciato in critiche difficoltà econonmiche anche qui nessuno ha teso una mano. Ho dovuto soffocare tutta la mia disperazione, l impotenza dicendomi che non è successo niente e che in fondo domani è un altro giorno...tutto questo per il mio bambino che a quell epoca aveva 5 anni. Ed ora all improvviso mi trovo qui Gentile Dottore a pagare uno prezzo troppo troppo alto per me con questi brutti attacchi di panico che prendono maledattamente il sopravvento solo in un tratto della super strada. Comunque Gentile Dottore grazie davvero di cuore perchè Lei non mi ha giudicata o condannata ma ha accolto la mia richiesta come l ultima mendicante di questa terra che chiede un bicchiere d acqua perche sta morendo di sete. Un abbraccio immenso con tutto il mio cuore. Grazie veramente con tutta la mia anima.

[#3]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Cara Signora,

lei ha affrontato da sola molte difficoltà ed è riuscita a crescere un figlio sano e intelligente, che frequenta un corso di laurea impegnativo e ha davanti a sè un futuro brillante.

Ha quindi sofferto molto e adempiuto pienamente ai suoi doveri.

Ora è arrivato il momento di occuparsi di sè stessa, ed è possibile che questi attacchi di panico siano proprio un segnale che la sua mente le manda per richiedere attenzione.

Le farebbe bene affidarsi ad uno psicologo che la aiuti a liberarsi dalle tensioni che si sta ancora portando dietro e ad elaborare le emozioni che tanti eventi e situazioni negative le hanno causato e le causano ancora.

Questo è il mio consiglio, spero che ci penserà!

Un caro saluto,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it