Separazione

Buon giorno, sono disperato e non so come comportarmi con mia figlia che sta per lasciare il fidanzato che conosce da 8 anni, convive da 3 anni ed è in carcere ingiustamente da un anno, per una colpa che non ha commesso e che risalerebbe a 13 anni fa.
Un bravissimo ragazzo che si è trovato da un giorno all’all’altro in un tunnel senza fine. Fra un mese dovrebbe uscire.
Mia figlia le è stata vicina lo ha aiutato da fuori in tutti modi possibili.
Tutto andava più che bene aspettava con impazienza il suo ritorno.
Nel giro di un mese tutto cambia , ora che il suo ragazzo dovrebbe uscire lei non lo vuole più, vede un altro separato, di anni 39 e con un figlio. Non ci capacitiamo più, tutto andava benissimo fino a un paio di mesi fa, nessun segnale che ci facesse pensare il contrario.
Ad attenderli anche una casa di cui stanno ancora pagando il mutuo e l’abito da sposa, visto che prima della carcerazione avevano già fissato la data del matrimonio.
Lei da un mese a questa parte non vive più nella loro casa, a noi genitore racconta di andare da una sua amica ma non è vero.
Non sappiamo più cosa fare ha tagliato i ponti con tutti e si tiene a distanza da noi, siamo nella disperazione più totale e non sappiamo come muoverci.
Vi ringrazio per la vostra cortese attenzione.
[#1]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 7
Gentile Utente,
comprendo il vostro sentire come genitori nell'assistere alla fine di un amore importante e del progetto matrimoniale di vostra figlia.

D'altra parte non si può sapere cosa abbia potuto maturare vostra figlia in questo periodo rispetto al fidanzato, cosa in effetti sia successo tra loro, cosa possa essere cambiato in lei e, per quanto possa sembrarvi incomprensibile e doloroso, avrà pur dei motivi a voi sconosciuti che l'hanno condotta a comportarsi in questo modo.

Probabilmente, oltre al dispiacere per il fidanzato al quale siete affezionati, temete che possa mettersi in un guaio avendo scelto un uomo separato.

Immagino lei tenga alla felicità di sua figlia, ma se l'amore per il suo fidanzato fosse finito crede potrebbe avere una vita serena e appagante sposando un ragazzo che non vuole più? La risposta è nel cuore di sua figlia.
Se è maggiorenne come credo (è così?) saprete anche voi che può prendere decisioni autonome, anche se voi non siete d'accordo.

<ha tagliato i ponti con tutti e si tiene a distanza da noi>
Non vi dà sue notizie? Da chi avete avuto le informazioni su quello che fa e su chi sta frequentando?




Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#2]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Gentile Signore,

comprendo il suo stato d'animo e il dispiacere che lei e sua moglie provate nel vedere che la ragazza sta chiudendo una storia di lungo corso con un bravo ragazzo che ha avuto dei problemi senza alcuna colpa, ma non mi sono chiari alcuni punti della situazione che ci presenta.

E' sicuro che non avesse già iniziato la relazione con l'uomo separato cui lei accenna ben prima degli ultimi tempi e che non abbia semplicemente ritenuto di farlo sapere?
Non ritiene possibile che si sia allontanata dalla casa comune solo ora perchè sa che il fidanzato sta per tornare?

Non ho poi capito da chi avete saputo della sua nuova relazione e se le avete parlato di quello che state provando, visto che ci dice che si è allontanata da tutti.
Secondo voi a cosa è dovuto questo tagliare i ponti con le persone care?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
La figlia ha quasi 30anni, laureata da 7 anni.
Mia moglie l'ha incontrata dieci giorni fa nella pausa pranzo al lavoro e gli ha detto che a volte si vede con questo uomo, il nome non l'ha svelato. Di quello che stiamo provando lo sa e la sua risposta è stata " che pensa alla sua felicità".
Io voglio il bene di mia figlia, ma penso anche a quel ragazzo che torna a casa e non sa niente, mia figlia tutte le settimane lo va a trovare in carcere come prima, sicuramente lui avrà notato qualche cambiamento.
Poco prima di natale quando parlava del suo ragazzo lo faceva come se fosse il sole. il ragazzo più bello del mondo.
Non so per quale motivo taglia i ponti con le persone che le erano vicine, anche con i suoi vicini di casa che li trattavano come se fossero i loro figli, e poi ci ha raccontato frottole, sospetto della sindrome di pinocchio.


[#4]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
Gentile utente, temo che in mezzo a questa tempesta che si è abbattuta nella vita di sua figlia e sulla vostra, lei debba reggere la barra del timone e aspettare : che il ragazzo torni, che ci siano tra loro delle spiegazioni..
Sua figlia ha appunto 30 anni, laureata da un pezzo.. forse questo dramma del fidanzato l'ha fatta riflettere su dubbi che c'erano magari prima, rimossi dall'amore, dalla consuetudine..
Poi ha incontrato questo nuovo uomo, 39 anni più scafato.. chissà..
Niente di semplice insomma, conviene aspettare e cercare di non rimproverare , ribattere.. aspettare per capire.
Oltre tutto, una opposizione frontale rischia di radicalizzare le scelte..
Buona rotta. !

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#5]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile Signore,
Mi permetto di introdurre un'ulteriore ipotesi per dare un senso all'accaduto.
Il modello psicoteapeutico a cui faccio riferimento, quello psicodinamico, prevede l'esistenza dell'inconscio.
L'inconscio ci guida verso cose che razionalmente non sappiamo, a cui a volte coscientemente non diamo credito e lo fa in modo imperativo.
La comparsa di quest'uomo (separato) nella vita di sua figlia proprio ora, quando il fidanzato sta per tornare in liberta' e quindi accanto a lei, quando dovrebbe sposarlo mi fa sospettare che la sua comparsa sia proprio stata escogitata per sfuggire da tutto questo programma che forse l'inconscio di sua figlia non vuole piu'.
Se cosi' fosse penso che lei e sua moglie dovreste aiutarla , suggerendole che forse dovrebbe cercare di fare chiarezza dentro di se . Anche con l'aiuto di qualche colloquio psicologico.
Che ne pensa?

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#6]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Signore,
da genitore sento il suo malessere, ma da clinico le suggerisco di evitare uno scontro aperto e lapidario, sia perchè otterrebbe l'esatto contrario, che perchè forse le scelte importanti dovrebbe farle solo sua figlia.

Che questo nuovo amore, sia un antidepressivo, una strategia difensiva, un prendersi tempo per lei, l'uomo della sua vita....un riscatto dalla pregressa sofferenza...........solo lei potrà saperlo...

Voi genitori, potete starle accanto, ma non troppo, ascoltarla, non giuducarla, invitarla a confidarsi, se ne sente il bisogno e solo in un clima non giudinìcante e non difensivo, si potranno trovare le parole giuste , d'amore e dolcezza, per aiutarla a leggersi dentro, in un senso o in un altro.

Consideri, che a volte un nuovo amore, è una strategie per chiudere con quello vecchio e, magari l'uomo che poi dividerà la vita con lei, non sarà nè il primo, nè il secondo.

Cari auguri e ci tenga informate, se crede

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#7]
dopo
Utente
Utente
Vi ringrazio per i vostri consigli, cercherò di metterli in pratica, anche se a volte è difficile non giudicare a fronte di certe scelte.
Loro si scrivevano due o tre lettere a settimana, pensava di scrivere un libro sulla loro storia d'amore, e voleva coronare il tutto con il matrimonio a breve.
Quando ci siamo accorti che i suoi sentimenti stavano cambiando gli avevamo consigliato un consulto con un medico psicologo e da due o tre settimane, ci sta andando.

Grazie ancora per la vostra disponabilità.

Cordiali saluti

[#8]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Consideri che da fuori è sempre difficile comprendere quali siano le reali dinamiche presenti in una coppia della quale non si fa parte.

E' possibile che per sopportare una situazione sicuramente non semplice (l'arresto del fidanzato) sua figlia si sia aggrappata alla fantasia di riprendere il filo del rapporto interrotto per causa di forza maggiore, ma che abbia iniziato a rifletterci davvero solo nel momento in cui la scarcerazione si avvicinava.

Condivido l'ipotesi della Collega secondo la quale forse fra loro erano presenti problemi sottovalutati e quindi nodi che stanno venendo adesso al pettine.

Non ho capito la sua ultima frase: è sua figlia che sta andando da uno psicologo?
[#9]
dopo
Utente
Utente
Si, è mia figlia che sta andando da uno psicologo.
[#10]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Lo psicologo, non fara' resuscitare i sentimenti,ma sicuramente aiutera ' Sua figlia a leggersi dentro e, soprattutto a non fare scelte affrettate e superficiali
[#11]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Sua figlia ha quindi riconosciuto la necessità di farsi aiutare a chiarirsi le idee, e questo significa che probabilmente è in difficoltà e non è arrivata a vedersi con un altro uomo senza porsi quegli stessi problemi che anche voi genitori vi state ponendo.

Direi che oltre a non pressarla e a non farla sentire giudicata non potete fare altro che comunicare la vostra disponibilità ad ascoltarla nel momento in cui vorrà condividere con voi i suoi stati d'animo.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio