Fidanzato violente

buongiorno...ho gia messo un post riguardando alla mia ansia e alle crisi di panico molto forte che ho da un tempo..ho 26 yn bimbo di quasi 2 anni e convivo..so che ho questi disturbi d ansia,ma forse sono dovuti alla vita che ho,mio fid e sempre stato un po nervoso di duo,ma adesso nn si puo calmare in nessun modo,cerca sempre di litigare,di dirmi parolace,di farmi matta etc..ma trane che sofro di questi dap sn una persona norrmale che lavora,sn sempre stata fedele in 7 anni,mi prendo cura di mio bimbo...ma lui e diventato geloso perche vado in palestra,anche se e unica cosa care mi rilassa e cosi esco fuori da mio stress di vita..lui nn trova lavoro,pero ancora percepisce per 2 mesi disocupazione,non so come diventera quando nn avra piu ni la disocupazione....e diventato pazzo pazzo nn si vuole fare aiutare...nn vuole andare ni da psicologo ni da psichiatra,urla,butta le cose,diventa tutto rosso che trema,smbra posseduto,mi ha pichiata tante volte,1 settim fa mi ha rotto il nasso tirandomi un pugno davanti al bimbo..ero piena di sangue...ho paura di vivere ancora cn lui ma il bimbo ama suo papa,perche sta cn lui quando la mama e al lavoro,cn il bimbo si porta bene anche si ha crisi in quando urla forte pure da lui....io nn ce la faccio piu..cm posso curare mia ansia ipocondria,sn infelice,vorrei scapar cn mio bimbo,perche mi alontana tanto..e dice sempre che e stato colpa mia.che pure io gli ho tiratoun pugno..ma era perche ho paura,per difendermi---mi dice che faccio la vitima...ma dove arrivo cosi?voglio che mio figlio viva sereno!!!ma ho paura di lasciarlo da solo cn lui..esendo separata.....pure miei vicini lo sentono urlare sempre...nn voglio che si arrivino a altre cose..ma magari io so che ho un problema di ansia lui nn riconosce che e malato..pr lui tutti dicono stronzate lui ha sempre raggione...un aiuto..vorrrei parlare cn mio psicologo di questo ma ho paura che questo dica qualcosa ai asistenti sociai e togliermi il bimbo.....
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Gentile Signora,

se il suo compagno la aggredisce fisicamente deve agire di conseguenza e rivolgersi alle forze dell'ordine prima che compia gesti irreparabili.
E' stata al Pronto Soccorso dopo questo episodio?
"1 settim fa mi ha rotto il nasso tirandomi un pugno davanti al bimbo..ero piena di sangue..."

Può parlare con lo psicologo che la segue e deve anzi farlo per tutelare l'incolumità sia sua che del bambino.
Se il suo compagno è violento saranno presi provvedimenti e lei e il bambino sarete aiutati e tutelati, non certo divisi.

Se preferisce può chiamare gratuitamente e in maniera anonima il Numero Verde Antiviolenza 1522.
Qui è spiegata la natura del servizio:
http://www.pariopportunita.gov.it/index.php/numeri-di-pubblica-utilita-sezione/117-numero-verde-1522-antiviolenza-donna

L'importante è che non rinunci ad intervenire perchè queste situazioni sono sempre a rischio di degenerare.

Ci faccia sapere!

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2012 al 2017
Ex utente
sono stata in ps e ho dichiarato che sn caduta su le scale e ho rotto il naso...unica cosa quale mi ha spinto nn denunciarlo e stato che il bimbo lo ama molto,stando tutta mattina cn lui,e molto premuroso cn il bimbo,lo cambia di panolini,lo porta a spaso,ma da quando sta acasa e nn lovara piu e un altra persona..nn riesce piu gestire suoi nervi,urla tutto il gg,ogni tanto prende da me lo xanax 0.25 per calmarsi,e sempre nervoso agitato..dice?cosa faciamo?non riusiremo crescere il bimbo..e depreso..e fa quello che ha fatto...ma ho paura di non uscire fuori di testa una volta e fare malle al bimbo...dopo l episodio dell naso rotto nn ha mai alzato le mani,ma urla e dice che nn riesce piu controlarsi....e che e sempre stato una persona che sempre ha portato soldi in casa anche si io ho lavorato ma adesso si sente inutile,depresso,stressato anche se li dico che riuscitremo arrangiarci pure cosi...nn lo prende nessuno a lavorare per via della legge data di fornero nn apartenente categorie protete..etc..e a me mi tocca vivere tutto il inferno....dopo si mette piangere a dirmi che nn puo mai vivere senza di me,etc anche si gli ho detto che mi puo fare molto piu malle e mi ha detto..ma sei pazza..come pensare a questo?non voglio piu litigare etc ma dopo di nuovo si arrabia cn ogni cazata possibile....cm faccio se il bimbo ama cosi tanto suo papa?ma potrei aiutarlo portarlo a un psicologo,sfogarsi dallo stress...che qualcuno gli da una mano nell trovarsi lavoro.si ved che nn riesce riagire piu in situazione stresante...
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 46
Gentile signora,

certamente può aiutare il Suo compagno a chiedere l'aiuto di cui ha bisogno, suggerendo di fare dei colloqui con uno psichiatra o con uno psicologo e attraverso il passaparola, diffondendo la voce che quest'uomo sta cercando un lavoro.

Però io credo che il problema sia un altro, parallelo a questo: come mai Lei non riesce a trovare il coraggio per sottrarsi a tali violenze e proteggere anche Suo figlio da questi momenti di terrore che comunque il bimbo subisce e vive?

Mi perdoni la franchezza, ma sembra quasi un alibi quello di non volersi staccare da quest'uomo violento perchè in fondo Suo figlio è molto legato: Lei sta sperimentando che quest'uomo non sta cambiando atteggiamento con Lei e quindi è probabile che non lo farà in futuro.

Inoltre quest'uomo mi pare anche molto abile a manipolarLa: Lei soffre d'ansia e segue una specifica terapia. Lui Le dice che è matta. Mi scusi, ma come si può pretendere di vivere sereni in un clima del genere? L'ansia mi pare solo la risposta fisiologica ad una situazione pericolosa.

Se davvero vuole che il Suo bimbo sia sereno, dovrebbe prendere provvedimenti per tutelarlo e tutelare anche se stessa, in quanto adulto di riferimento che se ne sta occupando.

Un cordiale saluto,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4]
dopo
Attivo dal 2012 al 2017
Ex utente
Buongiorno e vi ringrazio perche mi state rispondendo..io sinceramente vi dico cn tutto il cuore che nn uso il bimbo come alibi,si nn era il bimbo lo lasciavo da tanto..ma veramente il bimbo vuole tanto bene al suo papa perche papa si prende cura di lui quando io sn a lavoro,lo cambia,gli cucina,astendi pani lavatti,pasa l aspirapolvere,porta il bimbo in parco ma problema sono questi periodi in quale lui entra in crisi si agita urla e nn riesce controlarsi..tutto questo comportamento da quando sta acasa..nn dico che nn litigavamo prima ma nn era in questo modo ...e che ama troppo il bimbo ma nn so come farlo raggionare ch si ama cosi tanto il bimbodeve smetere di comportarsi in questo modo....a prescindere di lavoro cerca disperatamente ma nessuno ci aiuta..e fra un po nn riusciamo piu afrontare le spese cn 650 al mese quando ne ho 500 affito e rata...e lui pensa di continuo e diventa quello che ho racontato sopra..nn riesce piu gestire lo stress..certo che ho ansia..mica si puo stare tranquili in questi situazioni
[#5]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 9
Gentile Signora,
anche se il bimbo sta bene con il suo papà, l'atmosfera familiare è turbata e conflittuale ed è dunque negativa per un suo sviluppo psicoaffettivo equilibrato.

La speranza di riuscire lei a calmare/cambiare il suo compagno è spesso ciò che trattiene donne in relazioni rischiose per la propria incolumità.

Dovrebbe seguire i suggerimenti dei Colleghi, ne parli con il suo psicologo senza timori o si rivolga ad un centro antiviolenza, il benessere del bimbo verrà comunque tutelato e anche il suo, come continuare in questo modo?

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#6]
dopo
Attivo dal 2012 al 2017
Ex utente
lo so benissimo che non va bene per il bimbo queste litigate,e che tutto parte dai soldi.....perche finno adesso siamo stati abastanza felici,mi referisco non litighevamo per tutte le cose inutile,non si arivava alle alzate di mani etc..non e che succede ogni gg,ma succede ..e vorrei aiutarlo,portarlo al psicologo,a un psichiatra di sfogarsi,anzi ho detto al psicologo mio che mio fidanzato ha bisogno di aiuto.....di fisare un appuntamento cn lui,e gia venuto una volta quando ero incinta...ma proprio sono incurabile le sue crisi?e il tipo di persona che fa malle il dopo si mette a piangere come un bambino,e gli ho deto che questo nn e comportamento di un uomo maturo,e che si una volta mi alza le mani prendo il bimbo e vado dai miei genitori...e lo faccio pure se succede....e mi dice che lui non vuole piu litigare perdere sua famiglia ma che in mio questi crisi nn riesce controlarsi,come ho detto ogni tanto quando si stressa va e prende da mia borsa xanax 0.25 e va a letto..e rimane la finn che si calma.....mi dice che si sente inutile..che nn puo soportare piu l ideea che non puo mantenere la famiglia...e troppo giu di testa,io ho vissuto cn un 2 padre che anche si mi e cresciuta mai nn ha potuto darmi l affeto che ha datto a mia sorella,e vorrei che mio bimbo crscese cn un padre,magari sapendo che lo ama tanto....pure miei genitori litigavano,pure suoi,ma arrivare ad un "record" del genere com e arrivato lui mi fa alontanare....

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test