Disturbo istrionico

salve. scrivo in merito ad una situazione che riguarda mia madre( 51 anni. non aveva MAI presentato disturbi mentali). da circa un anno le è stato diagnosticato un disturbo istrionico di personalità( urla e piange gran parte della giornata). dopo varie terapie farmacologiche ( cipralex, daparox, efexor, cimbalta, mutabon e vari ansiolitici...) la situazione non è migliorata. la psichiatra che ci segue, ci ha consigliato di iniziare una psicoterapia( anche se è parsa molto sfiduciata). cercando su internet, ho visto che esistono vari indirizzi, qual è l' indirizzo più idoneo nel caso del disturbo istrionico di personalità? può essere efficace? come posso trovare uno/a psicoterapeuta esperto? spero di essere stato chiaro. confido in una risposta. cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

una psicoterapia ad indirizzo dinamico potrebbe essere utile nel caso di sua madre.

>>come posso trovare uno/a psicoterapeuta esperto?<<
tutti gli psicoterapeuti sono esperti in materia di disturbi di personalità. In genere dopo una valutazione psicologica ogni specialista (psicologo/psicoterapeuta) è grado di dare indicazioni più precise, sia in materia di diagnosi che di trattamento.

>>anche se è parsa molto sfiduciata.<<
cosa intende dire con sfiduciata?

La diagnosi è di disturbo "istrionico" di personalità o "isterico" di personalità? La differenza sarebbe notevole.
Ad ogni modo la psicoterapia è il trattamento elettivo, i farmaci possono al limite essere un supporto.



Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie per la disponibilità. isterico, non istrionico. dico sfiduciata perchè la nostra dottoressa era molto concentrata sul tipo di farmaco e non ci aveva mai consigliato una psicoterapia, l' ha proposta come ultima opzione ( dopo più di un anno di trattamento farmacologico). come posso trovare uno psicoterapeuta (in provincia di sa o na) ?
[#3]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

può fare una ricerca su internet, anche tramite questo sito e contattare direttamente il professionista.



[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
la psicoterapia non è un'opzione, una seconda scelta dopo il fallimento farmacologico, ma un indispensabile percorso parallelo da effettuare "contemporaneamente" alla farmacoterapia..


Per quanto riguarda l'orientamento, sarebbe utile che scegliesse sua madre, mediante qualche colloquio preliminare, tutte le formazioni sono ugualmente valide, dipende dal tipo di paziente, approccio e "sintonia" tra clinico e paziente.

Inserisca la sua città nel nostro porla, vedrà tanti clinici, potrà guardare le loro foto, leggere le loro risposte, articoli, blog e farsi una prima idea..
Ma sarà sua madre ad avere l'ultima parola.
Auguri....

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34,3k 836 50
Gentile utente,

a mio parere non sono stati utilizzati tutti i presidi farmacologici attuabili nel caso di diagnosi di disturbo di personalità, pare infatti che siano stati utilizzati esclusivamente antidepressivi.

In ogni caso, la diagnosi psichiatrica dovrebbe riportare anche una diagnosi ritrovabile sull'asse I (disturbi dell'umore, disturbi d'ansia, disturbi psicotici etc...) mentre attualmente risulta solo una diagnosi su asse II (disturbi di personalità).

L'evidenza di un trattamento efficace può ridurre considerevolmente la sintomatologia di sua madre.

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio