Onicofagia da 13 anni

Salve, sono un ragazzo di 19 anni e soffro di onicofagia da quando avevo 6 anni. Molto probabilmente è correlato alla nascita di mio fratello, che ha causato in me diversi problemi di gelosia e di nervosismo.
Le ho tentate tutte e con forza di volontà. Ho provato ad applicare un gel dal sapore amarognolo, ho provato a smettere di mangiarmi le unghie per una settimana, ho provato ad utilizzare una pallina di gomma per allentare l'ansia quando si faceva sentire, ho provato ad associare un dolore fisico (schiaffo sulla mano) non appena lo stimolo di inserire la mano in bocca si faceva sentire e diversi altri metodi.. ma nessuno di essi ha avuto l'esito sperato.
Un tale problema genera in me notevole imbarazzo soprattutto perché svolgo un lavoro in cui sono costantemente in contatto con nuove persone e delle unghie morsicate non sono un buon biglietto da visita. Mi crea anche particolari problemi quando si tratta di svolgere mansioni di manualità, anche perché la presa delle dita è molto più debole rispetto alla presa di una persona che ha le unghie lunghe e forti.
Come posso fare a risolvere questo problema che mi assilla ormai da 13 anni?
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Dovresti rivolgerti ad uno psicologo psicoterapeuta che sia particolarmente esperto in disturbi d'ansia.
In genere questi problemi si trattano bene, anche velocemente, ma non con la buona volontà, ma anche grazie ad una buona motivazione che potrai vedere con il terapeuta e con strategie precise d'azione.

I trattamenti d'elezione per disturbi del genere sono le terapie attive e focalizzate, come ad esempio la cognitivo-comportamentale.

Saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Molto bene, cercherò un medico specializzato in terapie cognitivo-comportamentali.
Mi auguro di riuscire a risolvere questo problema in maniera efficace. Non importa quanto tempo ci vorrà, quello che conta è che abbia il suo effetto e che sia un effetto duraturo nel tempo.
La ringrazio per il momento.

Saluti.
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Va bene, preciso solo che il mio suggerimento era di uno psicologo psicoterapeuta e non di un medico.
Si tratta ovviamente di figure professionali diverse.

Saluti,
[#4]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Caro ragazzo,
Mi associo al consiglio della collega circa l'importanza di trattare l'ansia che e' alla base di tale impulso.
Per aiutarla nell'immediato potrebbe anche ricorrere ad un'operatrice che ricostruisca le sue unghie. Tale ricostruzione impedira' che possa accedervi e dara' alle sue mani un aspetto gradevole.
Per evitare tuttavia che il sintomo si sposti e' comunque necessaria una psicoterapia.
Cordiali saluti

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#5]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Ragazzo,
come già suggerito, un approccio che vada oltre il sintomo "unghie" sarebbe indicato.

il suggerimento della collega di effettuare una ricostruzione mi sembra un'ottima idea....vedrà le sue mani belle curate e magari le verrà difficile mangiarle, ma un lavoro ben fatto sulle cause del disagio va effettuato, anche perché corre il rischio di spostare la sintomatologia ansiosa da un organo ad un altro

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Ho già provato a fare una ricostruzione delle unghie, ma nel giro di una settimana le ho mangiate di nuovo. Purtroppo non ero a conoscenza della possibilità di trattare il problema affrontando la causa alla base, quindi l'ansia. Vorrà dire che seguirò i consigli che mi avete indicato. Farò la ricostruzione e cercherò uno psicoterapeuta che mi aiuti nella gestione dell'ansia e dello stress.
[#7]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Segua le prescrizioni di uno psicologo psicoterapeuta.
Cordiali saluti,
[#8]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Bene, lieti di averla aiutata

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio