Sono in bilico...

buongiorno, due anni fa ho iniziato una relazione extraconiugale con una persona di cui mi sono innamorato, ricambiato. Un anno fa lei ha deciso di andare via da casa sperando che facessi la stessa cosa. Ho cercato di tirare avanti con la mia compagna per non farla soffrire, temendo che non ce la potesse fare senza me ma mi accorgevo che più andavo avanti più stavo male io. Qualche mese fa ho cercato di troncare con l'altra persona causandole un dolore fortissimo. E mi sono accorto subito che nemmeno io potevo fare a meno di lei. Cosi sono andato via da casa, sperando di ricostruire il rapporto, ma ora probabilmente, ha un altra persona, solo un amico che l'ha fa stare bene dice, che l'ha aiutata nel momento del mio strappo. La mia azione l'ha confusa, non sa cosa fare, vuole tempo, intanto i suoi rapporti con me sono altalenanti, giorni in cui siamo quelli di sempre, giorni di totale freddezza da parte sua. Sono in bilico e questa situazione mi sta facendo malissimo, anche perchè per motivi di lavoro vedo questa persona tutto il giorno. Temo di esaurirmi nell'attesa di una risposta, non ho appetito, sono nervoso, sono dimagrito di 4 kg, sembro incapace di reagire. Eppure tutti mi reputano una persona con un carattere forte...ma stavolta non vedo vie di uscita, e temo che alla lunga riceverò solo una risposta negativa. Sono bilico che fare?
[#1]
Dr. Francesco Mori Psicologo, Psicoterapeuta 1,2k 33 33
Gentile utente,
non ci sono modi che la possano portare a riconquistare la sua ex compagna con un click. Inoltre è possibile che tutti gli sforzi che possa fare non la portino a riconquistarla.
Quella in cui mi sembra piombato è una serie di "agiti". Prima tronca con lei per non far soffrire la sua compagna... poi cerca di riconquistare la sua relazione extraconiugale lasciando la sua compagna.
Forse potrebbe nel fra tempo vedere il bicchiere mezzo pieno, ovvero che lasciare la sua compagna sia stata comunque un'ottima cosa dato che non c'erano più le condizioni per un rapporto.
Se il bicchiere diventerà pieno glielo potrà dire il tempo....

Restiamo in ascolto

Dr. Francesco Mori
Psicologo, Psicodiagnosta, Psicoterapeuta
http://spazioinascolto.altervista.org/

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie per la risposta
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
" E mi sono accorto subito che nemmeno io potevo fare a meno di lei. Cosi sono andato via da casa, sperando di ricostruire il rapporto, ma ora probabilmente, ha un altra persona..."

Gentile Utente,

se non ho capito male è trascorso pochissimo tempo dalla rottura con questa donna e dal Suo pentimento.
Quindi mi pare di capire che questa persona, che attualmente sta consolando la donna che Lei ama, sia solo un amico.
Allora, se la Sua ex è confusa, perchè non prova a rassicurarla, sempre se Lei è davvero certo che questa sia la cosa che desidera veramente?
D'altra parte conceda tempo a questa donna per potersi nuovamente fidare di Lei, ma coglierei anche il suggerimento del dott. Mori circa i Suoi agiti: prima di prendere una decisione, rifletta bene su ciò che desidera e sulle conseguenze che spesso non sono irreversebili...

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4]
dopo
Utente
Utente
sono passati circa tre mesi, non so nemmeno se considerarla ex o no perchè capita di frequentarci anche ora ma il finale è sempre lo stesso: dice che le occorre tempo, che vorrebbe un periodo di totale assenza da me. Che l'altro sia un amico non so, mi devo fidare di quello che lei dice, che è una persona che le piace e che la fa stare bene. Sono certo che stare con lei è quello che vorrei ed è stata la spinta decisiva per il mio allontanamento dalla moglie e da casa.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio