Ogni giorno praticamente ho un attacco di panico ed è molto stressante

Salve a tutti, ho 18 anni e soffro di attacchi di panico. O una gran paura soprattutto questi giorni in cui sono molto occupata e devo studiare molto. Ogni giorno praticamente ho un attacco di panico ed è molto stressante. Ho fatto un elettrocardiogramma a settembre ed era tutto ok, sono riandata dal mio medico e mi ha detto che il mio cuore è perfetto, ma io non skno tranquilla. Ormai sono giorni che ho delle fitte al petto e al braccio sinistro con dolori intercostali; ma è anche vero che io ho una postura perennemente sbagliata perché sto sempre curva, però questo dolore al braccio sinistro mi preoccupa molto. È possibile somatizzare i sintomi costantemente, anche se in quel preciso non sto abendo un attacco di panico? Sono perennemente in ansia e ho paura di avere un infarto, anche se mi hanno detto che è molto difficile averlo a quest'eta. Se il mio cuore è ok è possibile che io abbia un infarto? Non vivo più.
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 226 108
...sono riandata dal mio medico e mi ha detto che il mio cuore è perfetto, ma io non sno tranquilla....

se non lo ha già fatto legga questo articolo. risponderà ai suoi quesiti
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/816-la-trappola-del-panico.html

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 7
<. È possibile somatizzare i sintomi costantemente, anche se in quel preciso non sto abendo un attacco di panico?>

Gentile Ragazza,
certo che sì, l'ansia si esprime in molti modi somatizzazioni comprese non solo durante gli attacchi di panico (ma da chi le sarebbero stati diagnosticati?)
Dati i riscontri mediedici negativi, dovrebbe pensare a curare la sua ansia, previa diagnosi specialistica .
Dai disturbi legati all'ansia si può uscire anche in tempi non necessariamente lunghi, come ad esempio con psicoterapie attive e focalizzate.

Le suggerisco perciò di rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta anche presso il servizio pubblico, rivolgendosi ad esempio al Consultorio Familiare ASL Spazio Giovani del suo territorio. Non occorre prescrizione medica e l'accesso è gratuito.

Intanto legga qui
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/816-la-trappola-del-panico.html
https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Restiamo in ascolto



Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#3]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Cara ragazza,

comprendo il suo disorientamento per la percezione di un reale "dolore fisico"... ma se il medico, con tutti gli esami accurati è riuscito ad escludere la causa organica, allora sarebbe importante una diagnosi clinica di tipo psicologico.

Se i suoi attacchi di panico, relativi ad ansia somatizzata, le caratterizzano il quotidiano dovrebbe iniziare ad affrontare questo disagio e confrontarsi con uno Psicoterapeuta presso una struttura pubblica (come già suggerito) ad es.

È molto giovane, e lo stress correlato agli impegni di studio e alle aspettative dei genitori, a volta può farci perdere la "bussola"... ed ecco che il nostro corpo "reclama" il diritto di esistere e di essere altro da se'!

Provi a prendersi cura di questo aspetto del suo quotidiano e ci tenga informati, se le fa piacere.


Un grande in bocca al lupo.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille, è veramente incoraggiante vedere che ci sono persone che da lontano ti pensano e ti rispondono. Per esempio, anche adesso avevo delle fitte al petto e mi sto già preoccupando. L'anno scorso sono andata da una psicologa per un mese, non mi ha aiutato molto e con mia madre non riesco a parlare, non ha mai accettato molto questo fatto è quindi di solito me ne sto in un angolino a soffrire e poi a rialzarmi e far finta di niente.
[#5]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Cara ragazza,

un mese per comprendere cosa sta succedendo e, relativa terapia, e' davvero inesistente.


Deve dedicarsi tempo, un tempo giusto per il suo " sentire"...


Un caro saluto
[#6]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Utente,
Il cuore è un organo simbolico, sposti la sua attenzione dal potenziale, quanto irreale infarto,ma quello che questi sintomi le stanno dicendo....

Il corpo, escluse le cause organiche, le sta dicendo che qualcosa non va, si facci aiutare da un nostro collega, vedrà che recupererà in qualità di vita

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#7]
dopo
Utente
Utente
Il fatto è che anche adesso provo un dolore al centro del petto e ovviamente non fa altro che aumentare la mia ansia.
[#8]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
E la sua ansia aumenta il dolore al petto...
[#9]
dopo
Utente
Utente
Ma Secondo voi è normale sentire il cuore poggiando la mano sul petto?
[#10]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Gentilissima,

La sensazione di sentire il cuore è reale, perché il cuore c'è ...

È il timore che "impazzisca", che ci impedisce di tenere quel controllo e quell'equilibrio del quotidiano.

Ha pensato di farsi aiutare da un professionista, così come abbiamo provato ad orientarla?

Si fidi e si affidi...


Un caro saluto
[#11]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazza,

ciò che Le sta accadendo è molto comune tra le persone che sono ansiose, perché gli ansiosi hanno un costante monitoraggio sul corpo e sono attenti e ipersensibili a tutte le attivazioni fisiche, tra cui il battito del cuore.

E' ovvio che, appoggiando una mano sul petto, si senta il battito del cuore.
Soltanto che, a differenza di quanto non faccia Lei , chi non è ansioso non si pone il problema e non trascorre nemmeno un istante della propria vita a monitorare il battito cardiaco.

Ma il problema non è tanto nel'attivazione fisica, quanto nelle idee che generano e mantengono il problema. Ad esempio sui pericoli che una persona potrebbe correre o sulla mancanza di controllo e di attenzione, ecc...
Di tutto ciò però può parlarne con uno psicologo che sia anche psicoterapeuta di persona, in modo tale da porre fine al problema.

Tenga presente che, alla Sua giovane età e per problemi di ansia, non dovrebbe incontrare grandi difficoltà in un trattamento adeguato per i disturbi d'ansia.


Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#12]
dopo
Utente
Utente
Care dottoresse, siete davvero gentili e disponibili. L'anno scorso sono andata dallo psicologo ma non so il perché mia madre è sempre stata contro queste cose e non ho il coraggio di parlarci. Una delle cose che mi fa stare più male è il fatto che lei pensi che io stia bene quando ogni giorno ho un attacco di panico e ogni sera soffro come un cane. Ogni giorno a partire dalle 17 comincia l'incubo, per il resto della giornata, cioè prima, sto ben e non ci penso troppo, la sera è critica, e non riesco a concepire il fatto che ogni sera ho paura di morire (ogni santa sera!). Sto cominciando a non voler restare più sola per paura che mi venga un infarto e non prendo più treni perché ho avuto un attacco di panico un giorno e non voglio riporto carenza stessa sensazione.
[#13]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Cara ragazza,

ha solo 18 anni e deve risolverla questa condizione di "impotenza"!

Lo Spazio Giovani è un consultorio di facile accesso e gratuito proprio per i ragazzi giovani: nessuno verrà mai a sapere delle sue consulenze, men che meno i suoi genitori, perché tutto è protetto dalla privacy.

Questa potrebbe essere una grande opportunità per lei...


Sono convinta ce la possa fare: un po' di coraggio e magari, se ne sente la necessità, può farsi accompagnare da un'amica fidata.


Ci tenga informati, se le fa piacere...



Di cuore,

la nascita di una nuova vita per lei...
[#14]
dopo
Utente
Utente
Non capisco perché continuo ad avere alcuni dolori al petto
[#15]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
È solo ansia, come già confermato anche dai medici!

Si affidi e si fidi!


Di cuore

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio