Teoria breve strategica perchè non funziona bene

Salve dottori
dai miei consulti passati potete farvi una idea su quale sia il mio problema .
Soffro di ossessioni riguardanti la sfera sessuale , in particolare quella di essere o diventare un giorno omosessuale.
Ho girato alcuni specialisti , uno psichiatra , uno psicologo di psicoanalisi , fino ad arrivare alla terapia breve strategica , che mi ha portato alcuni benefici però penso dopo 5 sedute di essere ancora lontano dalla guarigione.
Tutti gli specialisti consultati pensano che in me non ci sia nulla di omosessuale, hanno parlato di DOC meno che l'ultimo psicologo ( tbs ) che non vuole etichettare tale disturbo ha evitato ogni tipo di rassicurazione ma alla fine sembra chiaro che per lui non si tratti di problema di orientamento sessuale , per nulla.
E se fosse stato così avrebbe iniziato una terapia di accettazione , ma secondo la sua esperienza ( professore universitario esperienza di 40 anni ) stiamo andando bene così.
Ciò nonostante , non riesco ad alzarmi sulle mie gambe , e a "fregarmene" dei pensieri , avvolte sento come attrazioni per persone del mio stesso sesso , ma dopo poco si sgonfiano , quando sono tranquillo mi dico che la domanda "sono omosessuale?" è una cavolata....altre la sento arrivare ed impiantarsi nella mia testa in un modo così pesante che il "non me ne frega" non basta , inizio a vedere ogni cosa in chiave gay.
Avvolte comprendo la forma del pensiero e riesco a fermarlo sul nascere , altre il pensiero assume delle sfumature facendo riferimento ad eventi passati che alimentano il dubbio
Ciò che mi domando allora è questo , può un "dubbio" essere così forte da resistere alla terapia...agli psicofarmaci ( zoloft 50 mg ), essere insomma sempre li.
Ho letto ( sono stato lontano da internet per 2 mesi ) che una pulsione sessuale verso lo stesso sesso se non accettata può dar vita di per se a delle ossessioni , quindi mi chiedo , possibile ???E traformarsi quindi in DOC ?
Ho avuto ossessioni di ogni genere , ma questa non riesco a mandarla via. o a fregarmene , mina pesantemente la mia esistenza ed è forse questo ciò che la rende così forte...

[#1]
Attivo dal 2010 al 2016
Psicologo, Psicoterapeuta
>>penso dopo 5 sedute di essere ancora lontano dalla guarigione

La Terapia Breve Strategica è breve, non miracolosa! ^___^

>>Ho letto ( sono stato lontano da internet per 2 mesi ) che una pulsione sessuale verso lo stesso sesso se non accettata può dar vita di per se a delle ossessioni , quindi mi chiedo , possibile ???E traformarsi quindi in DOC ?

Gentile utente, chiaramente non risponderò alla sua domanda. Mi permetto solo di segnalarle questo: cosa ha di differente questa domanda da tutte quelle a cui ha dato tanta importanza prima?
[#2]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Gentilissimo,

Accolgo la riflessione di cui sopra e ritengo, inoltre, che debba continuare a fidarsi del suo terapeuta...

Solo 5 sedute? Sono appena la famosa "diagnosi"!

Avere pazienza e provare a condividere con lui questi suoi dubbi.



Siamo in ascolto.

Un caro saluto

[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori vi ringrazio per la "non risposta" che comunque ha un suo significato ben preciso.
La voglia di voler tornare alla mia vita ed occuparmi di pensieri di tutt'altro tipo è tantissima .
Ho da porvi ancora un quesito se non sono pesante.

Prima capitava che , durante gli innomerevoli test , guardando un corpo maschile , fissandolo ,diciamo così per capire cosa mi scaturisse , non c'era una erezione , ma ciò che veniva fuori era una risposta genitale , tipo una pulsione nel pene , un riflesso... .
Con le donne invece tutto resta uguale , si ha una erezione come normale che sia , non solo durante il sesso ma anche immaginandomi con una bella donna.Però delle volte anche in quest'altro caso ci son state le stesse pulsioni , accompagnate però da una reale erezione.
Erano dei test belli e buoni , lo so , ed infatti evito da tempo di farne di ogni tipo , però purtroppo mi è rimasto il dubbio , nonostante il mio terapeuta abbia dato una spiegazione alla cosa , ovvero che il desiderio e la paura e l'ansia ( così mi sembra ) stimolano le stesse parti del cervello , quindi ecco perchè avevo queste sensazioni.
Come se ciò che abbiamo paura accada alla fine accade veramente (pulsione nel pene ).
Io però continuo a chiedermi se tale risposta , non era seguita da una reale erezione perchè il mio cervello adotta un sistema di autodifesa alla paura delle pulsioni omosessuali evitando così l'erezione ma non potendo far nulla contro la pulsione.
Lo so sembra un discorso contorto ... ma sto solo cercando di capirmi meglio
[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi dott. Albano
lei scrive

"Accolgo la riflessione di cui sopra e ritengo, inoltre, che debba continuare a fidarsi del suo terapeuta... "

con questa frase lei intende dire che la riflessione che faccio , ovvero

>>Ho letto ( sono stato lontano da internet per 2 mesi ) che una pulsione sessuale verso lo stesso sesso se non accettata può dar vita di per se a delle ossessioni , quindi mi chiedo , possibile ???E traformarsi quindi in DOC ?

le sembra legittima ??


[#5]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Utente,
Scrivere ancora online e cambiare terapeuta di continuo è il modo migliore per non guarire.

Aspetti i tempi del percorso intrapreso, 5 sedute sono veramente poche.

Si fidi del terapeuta che ha scelto ed aspetti, se può

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa
purtroppo per me sono stato 2 mesi da un psicologo che in realtà psicologo non lo era per nulla.

L'ho smascherato e denunciato grazie anche a voi ed alla vostra professionalità che non riscontravo in quest'ultimo...quindi diciamo
che ho cambiato giusto uno psicologo...passando dalla psicodinamica alla tbs.

Vedere che era una persona totalmente incompetente non mi ha fatto star meglio anzi...continuano a rimbombare nella mia testa le risposte che mi dava nonostante ora io sappia che non avevano alcun fondamento.

Quindi chiedo venia se i miei consulti sono stati un pò più di qualsiasi altro iscritto al sito.
E se la mia richiesta di capire il meccanismo della "pulsione genitale" è così insistente , tema cui lo pseudopsicologo rispondeva con una certa superficialità generando non pochi danni.

[#7]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
>>> può un "dubbio" essere così forte da resistere alla terapia
>>>

Non è il dubbio che sta resistendo alla terapia. È lei che sta resistendo alla tentazione, fortissima, di considerare i suoi dubbi come fonte di dolore e quindi di doverli risolvere.

Le ossessioni non si smontano se la persona non decide (esatto, si tratta proprio di una decisione) di abbandonare la pretesa di risolvere domande di principio irrisolvibili.

È appena il caso di sottolineare come anche questi scambi con noi ricadano facilmente nello stesso atteggiamento rigido, del "devo assolutamente capire", tipico dell'ossessivo incallito.

*Nessuna* terapia può funzionare se mancano le premesse perché essa possa funzionare.

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#8]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Il problema non è correlato al numero dei consulti, noi siano quì per questo, ma alla modalità reiterata nel tempo (come un doc) della sua richiesta di aiuto.

Se le rispondiamo e la rassicuriamo,rinforziamo la sua problematica

Smascherato l'impostore, si fidi ed affidi al nuovo Collega e sia dia tempo per guarire
[#9]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
"Accolgo la riflessione di cui sopra e ritengo, inoltre, che debba continuare a fidarsi del suo terapeuta... "

Mi riferisco alle riflessioni dei colleghi, che approvo in pieno e rimango ancorata a quello che le hanno sollecitato.

Un caro saluto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio