Apatia improvvisa

Buonasera, sono una ragazza di 23 anni, scrivo perché ho un problema che non mi fa piú vivere nel vero senso della parola.
Sono sempre stata molto emotiva, innamorata pazza della vita e con una grande sensibilitá e capacitá empatica.
Sono nata in un contesto familiare un po' triste..da un matrimonio infelice seguito da una separazione quando avevo 10 anni, sono sempre stata sostanzialmente sola, abituata a tenermi tutto per me, molto insicura di me stessa, manipolata da mia mamma spesso e volentieri.
6Anni fa ho conosciuto un ragazzo che ha cambiato profondamente la mia vita, per la prima volta mi sono sentita accettata, amata incondizionatamente e sopratutto innamorata, felice, gioiosa della vita.
Questa storia é stata la mia libertá, la mia possibilitá, fatta di un legame davvero speciale e con forti emozioni.
Dopo circa un anno di relazione una mattina mi sono alzata e mi sono resa conto di non sentire piú nulla. Davvero nulla. Solo ansia a volte.
Lui mi era indifferente nonostante sapessi che fosse l'uomo giusto per me, non riuscivo a provare emozioni.
Ho cominciato a tormentarmi di pensieri distruttivi e a fare delle prove lasciandolo e non concludendo nulla.
Dopo l'ennesimo tentativo di provare qualsiasi cosa lasciandolo lui mi disse di non voler piú stare con me. In quell'esatto momento dentro me hanno improvvisamente cominciato a esplodere emozioni forti di amore e la mia vita ha ripreso senso.
Fino a 3anni fa in cui nello stesso modo da un giorno all'altro mi sono svegliata e non sentivo piú nulla..e cosí mi ritrovo ancora.. mi sento vuota, non ho piú gioia di vivere se e quando "sento", sento solo ansia e disperazione, mi sento in trappola, vivo superficialmente non riesco a dimostrare alle persone quello che ormai provo solo razionalmente, non ho piú emozioni spontanee che vengono da dentro.
Non sento piú la primavera, l'atmosfera natalizia, il sapore del cibo quasi e ad esempio alla morte di una mia amica due anni fa non sono riuscita a sentire un dolore autentico, al funerale piangevo perché non riuscivo a sentire e mi sono sentita una persona orribile.
Anche nei confronti dei miei genitori e amici non riesco a senrire che gli voglio bene.
Con il mio ragazzo non ho più nemmeno desiderio sessuale nonostante mi piaccia fisicamente, non sento piú la mancanza, la gelosia, la felicitá e perdo le giornate a tormentarmi di pensieri.
Mi chiedo se sia possibile che non riesca a sentire piu nulla da un giorno all'altro?? Sará che la mia relazione é finita? E anche se fosse puó un amore esaurito togliere quella carica emotiva che ha sempre contraddistinto la mia vita?
Da due anni vado da una terapeuta che ritiene che dato che abbia sofferto molto nella vita per tutelarmi mi sia "anestetizzata" emotivamente in questo modo non sentendo piu i dolori ma neanche le gioie. Puó essere?? Come se ne puó uscire?
Sono andata da uno psichiatra, ho preso antidepressivi per un anno e non ho concluso nulla. Non so piú che fare.
[#1]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 528
Gentile Utente,
Sembra infatti una " paralisi emotiva"

Una sorta di ibernazione, di meccanismo di difesa della psiche dal dolore, di fuga dalla realtà


È ancora in cura dalla terapeuta?
In cosa l'ha aiutata?

È difficile dire se il suo rapporto è giunto al capolinea, non ci dice nulla della sua coppia.
Solitamente quando il desiderio sessuale si estingue o trattasi di disturbi dell'umore, o di problematiche ormonali, o - più frequentemente - di coppia .

Per quanto riguarda il desiderio e la variabile coppia consulti queste letture


https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1240-i-disturbi-del-desiderio-sessuale-parte-prima.html
https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1268-i-disturbi-del-desiderio-sessuale-parte-seconda.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3767-calo-del-desiderio-sessuale-monogamia-o-tradimento-pornografia-o-erotismo.html
https://www.medicitalia.it/news/psicologia/4916-alibi-sessuali-i-nemici-del-desiderio.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#2]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19.8k 506 41
Gentile ragazza

Mi pare soprattutto una problematica ansiosa che la porta a dubitare a partire da un pensiero che hai avuto casualmente.
Lo psicologo quale diagnosi ha posto?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica