In cosa si basa la seduzione?

Perché esiste l'uomo più seduttivo e l'uomo che non piace nessuna quali caratteristiche attraggono e cosa ci vuole di preciso per raggiungerle? Come bisogna essere?
Ps l"attrazione per il ruolo della persona è solo femminile o è anche maschile?
[#1]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Caro ragazzo, questa domanda è alquanto complessa e per rispondere compiutamente bisognerebbe scomodare diverse discipline non solo psicologiche (neuroscienza, antropologia, sociologia, biochimica ecc.).

Detto questo forse è più utile restringere il campo magari iniziando a parlare di te e del tuo modo di rapportarti con l'altro sesso.
Pensi di avere difficoltà nell'approcciare le ragazze?







Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile utente,
Non è possibile rispondere alla sua domanda, provi a riformularla parlando di se.

La seduzione è un'alchimia di fisicità, odori, fantasie e, soprattutto, scambio mentale, emozionale e cognitivo.

Quello che può essere seduttivo per lei, può non esserlo per altri, e viceversa.

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori,
Sono uno studente di medicina e per i risultati conseguiti ed anche per esperienze personali mi ritengo intelligente...mi dicono che sono un bel ragazzo...a volte ma non sempre sono simpatico e non capisco il perchè, magari potrei potenziare questa dote con un Role playing...non sono affatto timido anzi non ho affatto paura di parlare con una donna che mi interessa, appaio come fu detto da una ragazza molto sicuro e maturo...nonostante ciò non sono mai riuscito con le ragazze sicuramente per un mio difetto o per mancanza di qualcosa che non riesco ben a comprendere...nessuna ragazza mi ha mai voluto o preso in considerazione...credetemi non è facile comprendere il motivo del mio insuccesso con le donne ed è per questo che ho posto una domanda così teorica...Non conosco bene quel quid in più che bisogna avere per piacere alle donne perché è vero che il fascino è relativo ma non si puo negare che esistono individui con fascino maggiore e chi con fascino minore ma al di là di questo non so proprio dire cosa altro in me può non funzionare
[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Non è detto che trattasi di fascino...
Di seduzione ..
O di anti seduzione ..

Potrebbero esser dei meccanismi di difesa...
Delle paure...
Dei desideri ambivalenti rispetto all'amore

Consulti uno psicologo per approfondimenti...
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa,
Ho consultato una psicoanalista già da due anni che ovviamente sembrano pochi visto la durata media di una psicoanalisi ma comunque sufficienti per comprendere che problemi particolari come difese non ci sono...la mia dottoressa mi ha detto che devo essere più intraprendente e fare più complimenti alle donne ma personalmente non ritengo sia questo il problema...forse un possibile problema potrebbe essere la razionalità ma è un dubbio perché non ho paura di esprimermi ad una donna in modo da farle comprendere il mio interesse...una seconda ipotesi è che i latin lovers o almeno tutti narcisi che ho conosco è gente che ha esperienza con le donne e quindi sanno bene cosa vogliono anche se, pur non avendo avuto magari la loro esperienza, credo di sapere che ogni donna cerca affidabilità emotiva quindi l'importante è farle sentire uniche e interessanti..potrebbe anche darsi che mi sbaglio....insomma non riesco proprio a comprendere...
[#6]
dopo
Utente
Utente
Poi in secondo luogo è normale che le donne con me sono passive nessuna è intraprendente?
[#7]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
>>credetemi non è facile comprendere il motivo del mio insuccesso con le donne ed è per questo che ho posto una domanda così teorica..<<
non sarà la teoria a renderti una persona più "competente" in materia, ma la comprensione affettiva di te e dall'altra (potenziale partner).

>>forse un possibile problema potrebbe essere la razionalità..<<
questo è probabile perché spesso le difese si organizzano in maniera razionale canalizzando l'emotività in maniera talvolta rigida.

>>Poi in secondo luogo è normale che le donne con me sono passive nessuna è intraprendente? <<
questo dipende dalla "scelta" che fai dell'eventuale partner.
Per te sarebbe più semplice approcciare una ragazza "intraprendente"?
Ha mai avuto rapporti sessuali completi?






[#8]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
"Poi in secondo luogo è normale che le donne con me sono passive nessuna è intraprendente?


Si, è possibile perché lei le sceglie - incosciamente - passive e scarsamente intraprendenti.

Ma siamo online, sono solo ipotesi, il clinico che si è occupato di lei conoscerà molto meglio di noi la sua problematica e la sua psiche
[#9]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
A mio parere , quello che attrae in un uomo è la sensazione che lui si lì, in quel momento, non strategicamente , ma perchè gli interessi come persona , come donna, perchè ti sente consonante, ha voglia di sapere di più di te, di conoscerti , perchè anche gli piaci , ma non solo.. Barare , non paga e più una donna è intelligente e meno paga..

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
Io non ho problemi nel farmi avanti ad una donna...solo che vendendo amici miei a cui ci sono state ragazze che si sono "fatte avanti" molte volte, penso che siccome non è mai capitato a me evidentemente non piaccio a loro altrimenti si sarebbe fatta avanti qualcuna non sempre è solo io...è come se questo mi desse conferma
[#11]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa,
È vero che non bisogna barare...ma io parlo di barare parlo di cambiare che è diverso...ho conosciuto gente che è molto piaciuta dalle donne e gente come me che non piace granché...evidentemente c'è qualcosa da cambiare
[#12]
dopo
Utente
Utente
È vero che non bisogna cambiare solo per piacere a qualcuno però mi sono stancato di sentirmi dire dagli altri che hanno mille avventure e io non riesco nemmeno a conquistarne una
[#13]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
>>penso che siccome non è mai capitato a me evidentemente non piaccio a loro altrimenti si sarebbe fatta avanti qualcuna non sempre è solo io..<<
a mio avviso è il punto di vista che è sbagliato, proprio perché si paragona a qualcun altro, che forse ha fatto, in termini di conquiste e immagine corporea, qualche passo avanti più di lei. Poi però bisogna considerare che se proprio non riesce a conquistarne nessuna significa che il suo approccio è da rivedere altrimenti continuerà a fare gli stessi errori.




[#14]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
Cosa intende con il fare un passo avanti
[#15]
dopo
Utente
Utente
Poi per questo vorrei migliorare in questo senso
[#16]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Ci vuole impegno e dedizione, tieni presente che questo è un lavoro che potresti fare con un Collega di persona.







[#17]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
Scusi se la sto affliggendo ma il problema è proprio che io vado già da una psicoanalista e le dico cosa posso fare per migliorare in questo senso ma lei mi risponde sempre che io non posso insegnarti queste cose...non so che fare mi conviene cambiare terapeuta non so?
[#18]
dopo
Utente
Utente
Una cosa che mi dice veramente è che con le donne ci vuole esperienza ma perché?
[#19]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Ne dovrebbe parlare direttamente con la Collega, soprattutto se non sente di fare passi avanti.





[#20]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,7k 292 190
>>> Una cosa che mi dice veramente è che con le donne ci vuole esperienza ma perché?
>>>

Probabilmente te lo dice perché esperienza significa fallimento.

Impariamo solo dagli errori, e forse tu non stai sbagliando abbastanza. Non ti stai facendo avanti, aspetti passivo che le donne "intraprendenti" lo facciano al tuo posto e così resti fermo al palo.

Invece, dovresti attaccare discorso e farti avanti, sbagliare, ottenere feedback e poi cercare di far meglio la volta successiva.

Forse anche tu, come molti ragazzi, hai paura del rifiuto e così eviti le situazioni dove potresti riceverne. Sbagliato: perché si impara solo da ciò che non è andato bene. I successi insegnano poco.

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#21]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
Mi sono fatto avanti a molte ragazze ripeto ancora una volta che non ho problemi nel mostrarmi ...solo io vorrei capire perché lei dice si sbaglia...non credo ci siano tecniche particolari se è vero come è stato in qualche commento prima che è tutto relativo...o mi sbaglio?
[#22]
dopo
Utente
Utente
Sono confuso
[#23]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
Caro ragazzo, un'ultima cosa, devi osservare e cercare appunto, come ti dicevo prima, di capire chi hai davanti e muoverti tenendo conto di questo e farle parlare di quel che fanno.. e poi scusa,, non badare tanto ai tuoi amici.. tutti che si dicono travolti dalle donne, non crederci.. si fanno coraggio e dicono così.. nobile gara,quelli che hanno davvero successo , stanno zitti.. non farti inferiorizzare..
[#24]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
La seduzione, se vogliamo, è molto più dell'incontro tra due fisicità...

Prevede l'incontro tra due intelligenze, tra due mondi interiori, tra due inconsci...


Non esistono regole, né copioni pre costituiti..

Esplori, tramite l'esperienza ed anche il rifiuto, se stesso e l'altro.

Se non ha trovato beneficio dal percorso effettuato, può sempre valutare di farne un altro.


[#25]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa,
Io non ho tratto molto beneficio da questa psicoterapia come lei dice...quale indirizzo psicoterapico mi consiglia considerando che ho molta fretta non voglio una terapia lunga e tortuosa come la psicoanalisi?
In ultima analisi sicuramente è vero che non esiste un copione prestabilito ma allora perché c'è chi ha particolare successo chi no? Solo fortuna?
[#26]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,7k 292 190
Se ti stai facendo avanti, non hai paura nel mostrarti e riesci ad accettare senza disperazione il fatto che si può essere rifiutati (anche se finora avessi ricevuto solo rifiuti o disinteresse) e a meno che tu non sia il ragazzo più brutto del pianeta, ma mi pare di aver capito di no, allora l'alternativa più probabile è che tu stia mettendo in atto senza rendertene conto dei comportamenti, magari sottili e poco evidenti, che allontanano le ragazze invece di invogliarle a restare in contatto.

Alcuni nascono alti, altri bassi, alcuni biondi, altri mori. Alcune persone sono attraenti per natura (in modo relativamente indipendente dalla bellezza oggettiva), altre lo sono meno. Ma nulla che non si possa imparare e migliorare, come qualsiasi altra abilità. Guardati un bel film con un qualunque bravo attore e capirai cosa intendo.

Personalmente dissento sul valore, secondo me eccessivo, che di solito è attribuito alla spontaneità. Se uno si comporta spontaneamente e per natura in modo poco utile, è meglio continuare a essere spontanei e infelici, oppure tentare di cambiare ciò che si fa? La spontaneità, come ha detto qualcuno, è spesso solo l'ultimo apprendimento divenuto abitudine. Persino l'educazione non è spontanea, i bambini devono essere educati a comportarsi in un certo modo.

In parole povere: le persone e soprattutto le donne sono attente ai segnali emessi da chi sta loro di fronte. E quando questi segnali non indicano atteggiamento e predisposizione utili affinché l'altra persona se ne possa sentire attratta, o addirittura indicano ostilità, si ha allontanamento e disinteresse.

Segnali più ovvi di questo tipo sono l'uso del sorriso e un livello basso di conflittualità o polemica nell'interloquire, ma ce ne sono di meno ovvi, come il modo di muoversi, gesticolare, la distanza interpersonale, il modo di guardare, come ad esempio la fissità o meno dello sguardo, e molti altri.

Pertanto mi sento di suggerirti di chiedere una consulenza psicologica presso uno psicologo strategico o comportamentale, dove riceverai indicazioni dettagliate su cosa fare per imparare a essere più sciolto durante le interazioni con l'altro sesso. Perché OVVIAMENTE sfumature di questo tipo, leggere ma importanti, non si possono discutere e verificare per email.
[#27]
Dr.ssa Paola Dei Psicologo, Psicoterapeuta 289 24 9
Gentile utente
La seduzione é, come le hanno detto i colleghi, un termine astratto che non ha connotazioni precise. É fatto di sfumature, atmosfere, piccoli particolari. C'é chi ne possiede le caratteristiche e chi no ed é addirittura antiseduttore o antiseduttrice. Casanova é uno degli esempi più calzanti per visualizzare la seduzione all'opera (anche attraverso il suo diario pubblicato), tanto che esiste il cosiddetto Complesso di Casanova e chi ne é portatore mi creda, non é più fortunato di lei.
Il problema non é essere o meno seduttivi ma il soffrire di questo e percepire una parte mancante nella propria personalità con il desiderio di piacere che rimane insoddisfatto. Per questo é opportuno che prosegua il suo lavoro con la collega psicologa, ma per comprendere qualcosa in più su questo tema affascinante, senza dover emulare i grandi seduttori e le grandi seduttrici della storia, le consiglio di leggere: L'arte della seduzione di Robert Greene Edizioni Baldini Castoldi Dalai. É un testo divertente e istruttivo che risponderà a molte delle sue domande.
Augurandole una buona settimana la saluto cordialmente.

Paola Dei: Psicologo Psicoterapeuta
Didatta Associato FISIG Perfezionata in criminologia
Docente in Psicologia dell’Arte (IGKGH-DGKGTH-CH)

[#28]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 46
"Perché esiste l'uomo più seduttivo e l'uomo che non piace nessuna quali caratteristiche attraggono e cosa ci vuole di preciso per raggiungerle? Come bisogna essere?
Ps l"attrazione per il ruolo della persona è solo femminile o è anche maschile?"

Gentile Utente,

secondo me la premessa è sbagliata perché non c'è un libretto di istruzioni per affascinare qualcuno, ma ritengo che Lei dovrebbe partire da questo quesito e declinarlo meglio, mettendo a fuoco paure e difficoltà con l'aiuto di uno psicoterapeuta.

Se infatti ha esperienza negativa e RITIENE oggi di non piacere a nessuna, non sarà certo l'elenco di cose da fare o da non fare a renderla una persona di successo con le donne, le pare?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test