Ho bisogno di un supporto psicologico....

Salve,mi presenti mi chiamò Samantha e ho 25 anni....fino a qualche mese fa ero una ragazza normale come tante altre...da qualche mese mi è sopraggiunto un dolore in fossa iliaca destra e io mi sono terrorizzata con l'idea di avrebbe un cancro del colon destro....ho dolori che non passano e ho molta paura.ho fatto molti controlli ematici tra cui emocromo VES PCR sempre TT ok sangue occulto nelle feci assente eco addominali e transvagimali nella norma...ho visto chirurghi,ginecologo e gastroenterologi...l'ultimo.mi ha detto di stare tranquilla di non pensare al dolore anche se lo sento e di fare finta che non ci sia.mi ha consigliato di smettere di premermi sempre la l'arte che mi fa male e mi ha rimandato a casa....io spero almeno mi facesse fare una colonscopia per mia tranquillità...ma niente...io credo di impazzire vivo nella paura del cancro del colon e con l'angoscia di non poter vedere cresce il mio adorato fratellino...non mi va piú di fare niente....sono arrivata al punto che per non sentire dolore preferisco evitare anche i rapporti con il mio compagno...ogni giorno mi.immagine tra una chemio terapia e l'altra...mi sembra di essere matta...nessuno mi ascolta come vi ho detto anche l'ultimo gastroenterologo mi ha detto di lasciar perdere tuttone di fare finta di niente....cosa devo fare?aiutatemi vi prego :-(
[#1]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 528
Gentile Utente,
La diagnosi medica mi sfugge.
Trattasi di un dolore psico/ somatico?

Soffre o ha mai sofferto di ansia?

Oltre al dolore ci dica altro di se...
Ha un compagno?
Lo ama? Me felice?
Lavora,studia?

Ha paura delle malattie?

Quando non ci sono cause organiche quelle da ricercare sono sempre quelle psichiche, si rivolga in ogni caso ad un nostro collega per orientarsi meglio.

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#2]
Dr. Monica Zoni Psicologo 164 13
Gentile Signorina,
leggo che la Sua vita sta diventando davvero difficile....... ma sembra che dalle indagini mediche non risulti alcuna patologia ...

Potrebbe infatti, prendere in considerazione l'eventualità che si una sintomatologia psicosomatica.
Quando il corpo si difende da emozioni dolorose e intollerabili manifesta il proprio disagio su alcuni organi, detti bersaglio. È il meccanismo di azione dei disturbi psicosomatici. L'ansia, la sofferenza, le emozioni troppo dolorose per poter essere sentite e vissute, trovano una via di scarico immediata nel corpo, incanalandosi in uno o più sintomi.

Potrebbe esserle utile leggere l'articolo di cui il link sottostante: comunque chieda un consulto psicologico per capire quale strada seguire

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Buone cose

Dr. Monica Zoni, Psicologa clinica, Milano sud e Skype
zoni.monica@gmail.com cell. 3394939556

[#3]
Attivo dal 2013 al 2016
Ex utente
Buongiorno allora le diagnosi dei tre gastroenterologo che mi hanno vista sono state infiammazione pelvica cronica,dolore di parete,colon irritato....quindi si credo che mi abbiano detto in modo gentile che il problema è psicosomatico anche perchè credo che tra tutti gli specialiati che mi hanno vista se qualcuno avesse sospettato qualcosa di grave mi avrebbe mandato a fare esami piú approfonditi non crede anche lei?che ne pensa delle diagnosi?io ho un compagno che amo e insieme stiamo bene,siamo una coppia normale viviamo come tutte le coppie di alti e bassi ma sono felice della mia relazione con lui .
Ansiosa lo sono per carattere mi preoccupò per tuttto....dlle malattie non ho paUra mi sono impaurita ora con il tumore del colon
[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 528
Una psicoterapia sarebbe indicata, quando il corpo si esprime con la sintomatologia va scontato, i sintomi decodificati e non solo tacitati.
[#5]
Dr. Alessandro Raggi Psicologo, Psicoterapeuta 479 13 31
Gentile ragazza,

come le hanno suggerito i medici e confermato questa possibilità le colleghe, in assenza di un quadro organico definito, se si trattasse di una sindrome del colon irritabile, spesso questa condizione medica funzionale è influenzata dalla psiche quando non addirittura causata dalla psiche stessa.
Una volta si chiamava "colite nervosa" o "spastica".

E' comunque una condizione da non sottovalutare e se il medico le ha detto di "non pensarci" sbaglia. Il prolungarsi di una condizione funzionale alterata - anche se correlata a stati psicosomatici - può evolvere a sua volta in alterazioni organiche e non solo funzionali.

Farebbe bene a rivolgersi a uno psicoterapeuta che la aiuti a comprendere quali aspetti psicologici sono in qualche modo legati a questa somatizzazione. Come indica la psicoanalisi, in questi casi, è difficile per l'individuo riconoscere le cause del la propria sofferenza, che essendo molto profonde, inconsce e probabilmente conflittuali, non pensabili, si manifestano con sintomi che assumono caratteristiche fisiche.

Cordiali saluti

Dr. Alessandro Raggi
psicoterapeuta psicoanalista
www.psicheanima.it

[#6]
Attivo dal 2013 al 2016
Ex utente
Grazie per i vostri consigli....continuo ad avere comunque i miei dolori....nello stesso tempo pensò che se qualcuno avesse sospettato qualcosa di grave come un tumore mi avrebbe già spedita a fare ulteriori controlli ma nessuno l'hai mai fatto....ho notato che la cosa è legata al cilo nel periodo mestruale sto meglio mentre durante l'ovulazione aumenta molto il dolore....se fosse stato un tumore a quest'ora sarei già passata a miglior vita....aspetterò ancora un mesetto e poi se tutto continua cosí prenderò in considerazione l'idea dello psicoterapeuta....magari il colon si irrita a causa dell'ovulazione.....ovulo spesso a destra negli ultimi 5 mesi le eco mostravano follicoli dominanti sempre a destra...il mio ovaio destro è leggermente piú grande e quindi ci sta anche che tutto questo provochi il fastidio....non credo di essere malata di tumore...
Tumore del colon retto

Cos'è il tumore del colon retto? Test del sangue occulto, colonscopia e altri esami da fare per la prevenzione. I polipi del colon e le altre cause.

Leggi tutto