Paura del liquido seminale

Salve a tutti, prendo la pillola ma in questo mese ho dovuto prendere per tre giorni lo Zitromax e quindi non so se sono coperta o meno. Son da ragazza ho avuto il terrore dello sperma, adesso ho paura di cose che magari 3 2 1 anno fa sono state " contaminate " dal liquido seminale del mio ragazzo, quindi quando anche mia madre tocca quelle cose, ho il terrore che tocchi in seguito le mie cose quindi mi ritrovo a lavare qualsiasi cosa, addirittura ho visto che mia madre ha preso una cosa da un armadio dove avevo messo delle pochette toccate magari dopo aver toccato il mio ragazzo, e quando ho visto che quella cosa si trovava in auto, ho paura a toccare qualsiasi cosa in macchina. Sono arrivata a lavare in continuaZione tutto. Ho bisogno di un vostro parere grazie
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

la paura del liquido seminale è paura,
o imbarazzo,
o schifo,
o timore del "potere fecondante",
o vergogna dell'intrusione materna nella Vostra intimità?

Ha avuto altri episodi di questo tipo
<<Sono arrivata a lavare in continuaZione tutto.<<
legati a qualche altra "sostanza"?

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,
Indipendentemente da ciò che genera il problema e nella fattispecie il liquido seminale del suo ragazzo, pare ci sia una dinamica ossessiva con idea della contaminazione e rituale di pulizia.
Per questi motivi è importante rivolgersi ad uno psichiatra o ad uno psicologo psicoterapeuta quanto prima ma di persona.

Cordiali saluti

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3]
dopo
Utente
Utente
Vi ringrazio per la pronta risposta di entrambe, l'unica altra paura di questo tipo così ossessivo è la paura di qualsiasi cosa interferisca con la pillola per esempio il pompelmo, mia madre lo compro e lo mise in un vaso insieme ad altra frutta, sono mesi che non tocco quel vaso per paura che anche dopo tempo sia stato contaminato dalla precedente presenza del pompelmo. Il brutto è che non riesco a capire è quando la paura sia giustificata o meno. Comunque la mia paura principale è il potere fecondante dello sperma. Non riesco a capire se le cose " sporche " da anni magari possano essere pericolose, o anche se contaminino altri oggetti con cui vengono a contatto
[#4]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentil utente,

le domande di approfondimento erano rivolte proprio a verificare una dinamica ossessiva, nella quale non è secondario il contenuto riguardante la sessualità.

Appoggio la proposta della Collega, di un consulto di persona presso Psicoterapeuta o Psichiatra.
Tanto più che i primi consulti sull'argomeno datano dal 2012... E dunque il disturbo perdura da anni.


[#5]
dopo
Utente
Utente
Esattamente! In realtà sin da poco prima del periodo adolescenziale, diciamo che anche se sono iper ansiosa, sono sempre stata una ragazza abbastanza intelligente, mi informo sempre su tutto e amo conoscere, però conoscere tanto porta anche a sapere poi cose che magari, se fossi stata meno curiosa, non avrei mai saputo. Io ho sempre provato ad arginare le mie manie dicendo un " chissene importa " ma ora sono molto stressata e ho perso il contatto con la realtà. PURTOPPO a breve partirò per l'erasmus per questo mi è impossibile iniziare un percorso psicoterapico. Come mi consigliate di comportarmi dato che, vivrò per sei mesi con il mio ragazzo e prendendo la pillola? In sintesi le mie ipotesi di possibili contatti con sostanze che interferiscono o sperma sono esagerazioni? Grazie ancora per la disponibilità e là gentilezza
[#6]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
<<In sintesi le mie ipotesi di possibili contatti con sostanze che interferiscono o sperma sono esagerazioni? <<
Sì certo, basta leggere il "bugiardino".

Ma questo non la aiuterà se non per un breve lasso di tempo, come Lei stessa ha già potuto verificare.

Prima di partire potrebbe almeno effettuare una visita psichiatrica, Le pare?



[#7]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Utente,
Ci scrive da tempo, i suoi consulti hanno pressoché tutti tematiche inerenti l'aspetto sessuale, la paura di una gravidanza, ecc...

Una consulenza sarebbe indicata, si è poi recata in un consultorio?

Legga questa lettura sul significato simbolico del siquido seminale.

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2608-liquido-seminale-quale-significato-assume-per-l-uomo-e-per-la-donna.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#8]
dopo
Utente
Utente
Si sono stata in consultorio, mi
Consigliarono l'utilizzo della pillola, infatti la sto prendendo. Solo che da lì mi si è scatenata la paura ossessiva sia delle sostanze che interferiscono e nella stesa dinamica di è acuita quella del liquido seminale, che ripeto, mi porto dietro da anni e anni, da quando capì cosa fosse il sesso. Nonostante questo sono riuscita ad avere rapporti solo con la pillola, ed ora mi si è scatenata la paura dopo l'antibiotico. Vi ringrazio per i consigli siete state molto gentili e disponibili
[#9]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Ha consultato anche lo psicologo?
[#10]
dopo
Utente
Utente
Si ma non mi è stato molto utile, cioè non mi aiutò molto a superarla, quindi non so ora cercherò uno psicoterapeuta. Comunque come mi consiglia di agire nel frattempo? Passando sopra magari il pensiero di aver toccato cose " contaminate" dal liquido. Dato che essendo passato tempo, mesi se non anni, è impossibile che possano finire sui miei oggetti e creare qualche pericolo? Grazie
[#11]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4,9k 86 99
Gent.le Ragazza,
tentare di rassicurarti attraverso un tentativo di razionalizzazione non servirebbe a nulla, la paura che si manifesta attraverso il rischio di contaminazione meriterebbe di essere ascoltata per avviarne un processo di elaborazione.
Una possibilità per avviare questo percorso potrebbe essere realizzata individuando uno psicoterapeuta con il quale fare almeno i primi colloqui a studio in modo da verificare se ci sono i presupposti per instaurare una buona alleanza terapeutica e, dopo la tua partenza, proseguire attraverso colloqui in videochiamata.
E' una modalità di lavoro che si sta diffondendo notevolmente quindi non dovrebbe essere troppo difficile individuare uno specialista che offre questa tipologia di servizio, preferibilmente nella tua città di residenza in modo da avere la possibilità di fare colloqui diretti in concomitanza dei tuoi ritorni a casa.

Dr.ssa SABRINA CAMPLONE
Psicologa-Psicoterapeuta Individuale e di Coppia a Pescara
www.psicologaapescara.it

[#12]
dopo
Utente
Utente
Probabilmente potrebbe servire invece, perché io so che è effettivamente è impossibile rimanere incinta con delle cose forse sporche di sperma secco anche di anni, solo che mi sento vincolata e non riesco a toccare cose o altro. Anche oggi non ho toccato nulla in auto, sto sognando? Cioè io penso sempre " ma se in realtà io non avessi saputo che quella cosa era sporca, l'avrei usata senza problemi " e facendo così mi tranquillizzo a volte. Faccio bene?
[#13]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Continua a chiedere cambiando quesito.

Segua le indicazioni della Collega è l'unica modalità risolutiva del suo disagio.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio