Comportamento aggressivo del mio compagno

Buongiorno Dottori, chiedo un consulto perche' non capisco il comportamento decisamente cambiato del mio compagno nei miei confront,i tanto da farmi sentire inadeguata e con sensi di colpa. Cacciata in modo violento da casa sua durante una serata, ha allungato le mani sembra con un tentativo di picchiarmi perche' la mia parola di troppo fu alla vista di rosa sul tavolo che secondo me se la intendeva con una che conosco. Strattonata malamente e invitata andar fuori, mi sono messa a piangere davanti a lui, e costringendomi ad uscire se no chiamava i carabinieri. Al mio no che non uscivo mi diceva che se fossi uscita e non rimasta li quella sera sarei andata con lui alle terme al sabato. Ecco non mi è chiaro questo suo modo, prima mi getta fuori poi usciti insieme a questa gita sembrava che nulla fosse mai successo, ci siamo parlati , tenuti per mano e baciati. Poi il giorno dopo ad una mi ha chiamata ha iniziato di nuovo ad aggredirmi con parole rabbiose che io non dovevo piu chiamarlo al telefono , che aveva bisogno di riprendersi dopo quella litigata e che forse piu avanti ci saremo sentiti, comunicandomi che anche sabato prossimo sarei andata con lui alle terme. Continuo a star male per questo atteggiamento e temo al peggio, praticamente mi ha tolto la comunicazione. Grazie tantissimo per poter avere una vostra risposta.
[#1]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile utente,
Se non e' riuscita Lei a inquadrare il comportamento del Suo compagno non possiamo farlo neanche noi e tanto piu' sulla base di quello che Lei (che non lo ha capito) ci riferisce.
Inoltre tenga presente che in psicologia ( nel mio caso psicoterapia dinamica) non si *interpreta* il comportamento di nessuno.
Si *analizza* cio' che porta colui che pone *la domanda*. In questo caso Lei.
E non e' chiara neanche la Sua domanda. Se vuole riformularla basandosi su di Lei possiamo cercare di aiutarla. In caso diverso le porgo i miei saluti.

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#2]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

è importante fidarsi del proprio istinto in quanto non a caso Lei scrive: "Continuo a star male per questo atteggiamento e temo al peggio, praticamente mi ha tolto la comunicazione. ".

Se ha avuto questa sensazione, è importante dare ascolto e cercare una persona che sappia trattarLa con rispetto.

L'ambivalenza del comportamento che ha descritto potrebbe essere inquadrato in quello che si definisce il "ciclo della violenza", cioè vengono alternati comportamenti affettuosi a comportamenti aggressivi e la donna si sente confusa, in colpa.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3]
dopo
Utente
Utente
Gent.Dr.ssa Esposito, allora quale comportamento dovro' tenere allora io nei confronti di lui? Impossibile chiarirsi, impossibile telefonargli , impossibile parlare con lui. Se io ho fatto l'errore di considerarlo colpevole senza prove, non posso nemmeno chiedergli scusa o tentare un approccio. Nell'uscita di sabato non sono riuscita a parlargli che ne avevo tutto il tempo per chiarirci perche' temevo un altra litigata. Praticamente i miei pensieri erano bloccati
[#4]
dopo
Utente
Utente
E' vero Dr.ssa Pileci , tra noi e' una continua altalena di comportamenti affettuosi e di litigate, spesso gli ho fatto notare che solo me mi tratta male, con le altre fidanzate precedenti non si è mai comportato cosi
[#5]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Evidentemente non mi sono spiegata!
Rilegga la mia risposta.
I miei saluti.
[#6]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

non è Lei che deve comportarsi in modo diverso: non ci sono giustificazioni se qualcuno allunga le mani per picchiarLa, strattonarLa, ecc...

Infatti scrive: "...Cacciata in modo violento da casa sua durante una serata, ha allungato le mani sembra con un tentativo di picchiarmi perche' la mia parola di troppo fu alla vista di rosa sul tavolo che secondo me se la intendeva con una che conosco. Strattonata malamente ...."

Se anche ha detto una parola di troppo, ciò non giustifica comportamenti aggressivi (o non in questi termini).
Spesso il pretesto che molti uomini usano per giustificare il proprio comportamento aggressivo è questo. "Lei mi ha provocato" non è una giustificazione.

Mi pare di capire che quest'uomo si sia allontanato da Lei; ora non faccia l'errore di ricadere nella sua rete quando lui si rifarà vivo.

Cordiali saluti,
[#7]
dopo
Utente
Utente
Gent.ma Dr.ssa Pileci, sebbene lui si sia allontanato , non so per quanto tempo sara' cosi , contattato telefonicamente per cercare di ristabilire il rapporto , si è concluso con una comunicazione verbale di poche parole come se io e lui fossimo solo due amici di vecchia data. Lei Dr.ssa mi scrive "non faccia l'errore di ricadere nella sua rete", io invece vorrei ritornare assieme a lui o perlomeno ristabilire un unione diversa dalla precedente.
[#8]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
"...io invece vorrei ritornare assieme a lui o perlomeno ristabilire un unione diversa dalla precedente..."

Lo so e questo è il SUO problema.
Quindi, è opportuno che Lei si rivolga ad uno psicologo psicoterapeuta per affrontare questa problematica che potrebbe tradire una bassa autostima.

Cordiali saluti,
[#9]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
"tanto da farmi sentire inadeguata e con sensi di colpa. ..""

Genrile Signora,
Dietro le manipolaIoni, le aggressioni, le diatribe...c'è sempre molto di più di quello che si vede: .c'è una coppia malsana.

Provi a leggere quwsta lettura ed a visionare la video intervista, poi ne riparliamo.


https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6531-il-gaslighting-in-amore-la-manipolazione-della-mente-altrui-ansia-e-depressione.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#10]
dopo
Utente
Utente
Gent.ma Dott.ssa Randone Valeria, oddio!!..direi che rispecchia tutta la mia situazione, infatti dopo avermi intimato ad uscire mi ha detto "tu hai la testa malata"....
Mi risolleva il fatto che leggendo il suo link , la testa malata cè l'ha lui!!.
Non riesco a capire il perche' però lui e' cosi? Perche gli piace fare cosi il carnefice. Il carnefice ha un finale sulla sua vittima, cioe tutta questa messinscena di un pazzo , dove vuole arrivare?
Grazie comunque....per avermi indicato questa lettura.
[#11]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Immaginavo che si sarebbe ritrovata!

Alle sue domande, senza la coppia in consultazione , non so rispondere.
Ma sono contenta che me sua piaciuto il mio articolo.

Auguri per tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio