Utente 485XXX
ho 33 anni e da quasi 4 anni lavoro come segretaria in un hotel stagionale, aperto solo in estate. occasionalmente lavoro per l'hotel anche in inverno. con me c'è una collega che è qui da 30 anni e ovviamente è capo ufficio. il lavoro mi piace ma dopo 4 anni mi sento di fare mansioni poco importanti in confronto alla mia collega. per tutte le cose i titolari e i colleghi si rivolgono a lei e io è come se non esistessi. non so se dopo 4 anni sia normale. ciò mi fa sentire un'incapace. che posso fare? Non vorrei cambiare lavoro, né posso andare all'estero (convivo).

[#1] dopo  
Dr. Marco Arrigo

24% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2018
Gentile Utente
Si sente un'incapace perchè crede che questo è ciò che gli altri pensano di lei dato che si rivolgono per tutto alla sua responsabile?
Dr. Marco Arrigo - Ricevo a Messina e Reggio Calabria. Tel: 3480535198
Psicoterapeuta in formazione
https://marcoarrigo.wixsite.com/psicologia

[#2] dopo  
Utente 485XXX

Esatto.

[#3] dopo  
Dr. Marco Arrigo

24% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2018
Dunque se i suoi colleghi le chiedessero di svolgere delle mansioni immagino che lei si sentirebbe stimata, ma tuttavia questo non accade perchè crede di essere considerata una persona che non sa svolgere ciò per cui è pagata.

Se è come ho appena scritto, non crede che questa visione dicotomica sia un pò rigida? O tutto o niente.
E' come se non esistessero vie di mezzo.
Dr. Marco Arrigo - Ricevo a Messina e Reggio Calabria. Tel: 3480535198
Psicoterapeuta in formazione
https://marcoarrigo.wixsite.com/psicologia

[#4] dopo  
Dr.ssa Annalisa De Filippo

40% attività
4% attualità
16% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentilissima,

dice che il lavoro che svolge le piace: le direi di partire da questo aspetto positivo e, se lo desidera, esterni la sua disponibilità ad apprendere altre mansioni. Ma soprattutto cerchi di riconoscere il suo valore indipendentemente dagli altri; come lei stessa ha detto la sua collega è un capufficio: probabilmente si rivolgono a lei riconoscendole questo ruolo che non corrisponde ad una sua incapacità.

I migliori auguri.
Dr.ssa Annalisa De Filippo
Psicologa Psicoterapeuta
www.centropianetapsicologia.com