Utente 511XXX
Gentili dottori e dottoresse
vi scrivo perc chiedere un consulto rispetto a mia madre con cui ho sempre avuto un rapporto tormentato dato che ha dei comportamenti strani e raptus di violenza improvvisi.
Mi dispiace se il racconto è un po' confuso ma
Faccio una premessa. Purtroppo sin da quando ero piccola mia madre mi ha picchiato violentemente. Una volta mi ricordo mi ruppe i denti. Io sono stata educata a subire la violenza silenziosamente e a non ribellarmi mai. soprattutto dovevo mentire e negare la violenza in pubblico. oppure riconoscere la mia colpa. Mia madre mi ha sempre elogiata, ma in cambio voleva la mia devozione assoluta. Nel senso che non avevo possibilitá di contraddirla, nessuna libertá, altrimenti lei era violenta oppure distruttiva. Siè recata più volte dal mio datore di lavoro per, come posso dire, rovinarmi la reputazione e farmi perdere il lavoro. Questo ha danneggiato i miei rapporti con gli amici, il resto della mia famiglia etc.
È inutile dire che mia madre ha costruito il vuoto intorno a se.
Io sono andata via dalla mia cittá per rifarmi una vita. Ora sono sposata ed ho un figlio. Dopo un paio di anni senza essere in contatto ci siamo riviste e abbiamo provato a riallacciare i rapporti.
Ma sempre di più le cose sono peggiorate.
Ora arrivo al punto. Recentemente mia madre è venuta a trovarmi per stare con mio figlio quando mio marito era fuori citta. Inizialmente è andato tutto abbastanza bene. Poi quando mio marito è tornato ha iniziato a comportarsi in maniera strana. Innanzitutto canta continuamente la stessa canzoncina. non smette mai. poi ha accusato mio marito di comportamenti non veri. Voleva che io le dicessi dove andavo se uscivo perche secondo lei le era dovuto, visto che era venuta a trovarmi. infine, dopo uno scatto di ira improvviso perche secondo lei non la avevamo invitata a pranzo mi ha picchiata.
dopo questo scatto è ritornata come prima.
come se nulla fosse successo.
mio marito e mio figlio però sono profondamente turbati. e anche io.
Ha cercato piu volte di convincere mio marito a fare delle cose dicendo che lo volevo io e viceversa, diceva a me che mio marito faceva e diceva delle cose non vere. Ne sono sicura perchè viviamo in un appartamento molto piccolo e non c'è modo di nascondersi.
Vorresi sapere se da quello che descrivo può semnbrare un comportamento normaleoppure se c'è qualcosa che non va.
grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Erika Salonia

28% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
da ciò che racconta si evince chiaramente che quel che avviene tra lei e sua madre non è normale.
Innanzitutto, non sono normali la violenza e i comportamenti invasivi di sua madre e non è al tempo stesso normale la sua reazione, il continuare a subire e a ripetere il ruolo che aveva da bambina.
È un circolo vizioso che per funzionare ha bisogno di una relazione tra due persone, in questo caso lei e sua madre.
Rifletta su queste dinamiche e sui motivi che le determinano.
Chieda aiuto a uno psicologo per fare chiarezza su tali meccanismi, spesso dall'interno non si riesce ad essere obiettivi.
E, chissà, che non riesca a portare con sé in terapia anche sua madre, potrebbe rivelarsi positivo per entrambe.
Cordiali saluti
Dr.ssa Erika Salonia (Psicologa)
erikasalonia@medicitalia.it
https://www.saloniapsicologa.it

[#2] dopo  
Utente 511XXX

Cara dottoressa Salonia
Non può immaginare il senso di mortificazione davanti a mio marito. Ma anche la paura che la violenza di mia madre potesse anche riversarsi su mio figlio.
Per cui questa ultima volta per la prima volta nella mia vita ho rreagito.
Seguirò il suo consiglio
Grazie

[#3] dopo  
Dr.ssa Erika Salonia

28% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Sì, si prenda cura di sé e dei suoi cari.
Saluti
Dr.ssa Erika Salonia (Psicologa)
erikasalonia@medicitalia.it
https://www.saloniapsicologa.it