Insicurezze e relazione

Buonasera, da quasi due anni ho una relazione con un ragazzo coetaneo. In passato ho avuto poche esperienze sentimentali. Quella più seria è durata poco più di un anno ed è finita malissimo. Il mio ex si comportò molto male con me, ferendomi molto tanto che dovetti andare da una psicologa per superare quel periodo molto brutto della mia vita.
Ho fatto terapia psicologica per circa un anno. Quasi verso la fine ho conosciuto quest'altro ragazzo, l'opposto dell'ex.
Per la prima volta sento di essere innamorata.
Il rapporto con il mio ragazzo ha alti e bassi poiché qualche volta vengo colta da un senso di angoscia profonda a causa delle mie insicurezze.
L'ultimo episodio che mi ha fatto stare male, tenendomi sveglia la notte a pensare è stato l'aver visto per caso un messaggio di una sua ex sul suo cellulare. Premetto che non ho mai guardato e mai guarderei il suo cellulare, ma sfortuna ha voluto che fossimo vicini e proprio in quel momento gli arrivò questo messaggio. Gli chiesi subito del messaggio e lui mi rispose raccontandomi di questa ragazza definendola come "un'amica dell'università". Ma dalla descrizione avevo capito che si trattava dell'ex e questa omissione mi ha fatto impensierire.
Già sapevo che si sentiva con almeno una sua ex e che durante le festività chattano, e per il compleanno si sentono per telefono.
All'inizio davo meno importanza a questa cosa anche perché pensavo che potesse essere normale all'inizio di una relazione non essere molto convinti e quindi mantenere le altre relazioni (amicali e non). Ma ora che le cose tra di noi si stanno facendo più serie (si parla anche di futuro), qualcosa è cambiato. Ho preferito parlargliene il giorno dopo perché il fatto che continui a sentirsi con l'ex, nonostante non si vedano più da almeno 3 anni, mi fa stare male. Per me vuol dire che hanno ancora un bel legame. E invece vorrei che l'unico suo legame speciale con una donna fosse con me. Per me è naturale smettere di sentire una ex (magari non subito ma col tempo) quando l'attuale storia si fa seria, sbaglio?
Lui mi ha detto che non ci ha mai visto nulla di male, che non ha nulla da nascondere e che con l'ex sono rimasti in buoni rapporti ma se questa cosa mi fa soffrire eviterà di risponderle in futuro.
Io non volevo arrivare a questo. Mi sembra di avergli imposto di smettere di sentirla (anche se è partita da lui la cosa). Ho paura di averlo allontanato, che questa cosa possa legarlo ancora di più all'ex, che troverà altri modi per sentirla....
Ho paura inoltre di non essere abbastanza per lui, altrimenti perché continuare a sentire un'ex con cui non ti vedi nemmeno più?
Questa ragazza per esempio fa un lavoro molto interessante, mentre io nella mia vita ho concluso ben poco.
Come posso fare per vivere più serenamente questa situazione?
Grazie per l'attenzione.
[#1]
Dr.ssa Serena Sassi Psicologo 67 1
Gentile utente,

non ci sono "regole" nelle relazioni che possano permettere di stabilire in termini assoluti cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Conosce i motivi per cui la precedente relazione del suo attuale partner è finita?

Cosa sente che questo ragazzo prova nei suoi confronti? Sente di essere ricambiata nei suoi sentimenti?

Se non voleva che lui smettesse di sentire questa ex ragazza, che cosa avrebbe voluto ottenere affrontando con il suo partner la questione di questi contatti?

Dr.ssa Serena Sassi

Psicologa

[#2]
dopo
Utente
Utente
La precedente relazione è finita per due motivi principalmente: la distanza e per il fatto che lei non era d'accordo col fatto di frequentare gli amici e parenti di lui (e viceversa che lui frequentasse amici e parenti di lei).
Io al contrario sono vicina e non ho grossi problemi a frequentare i suoi amici e parenti quando c'è l'occasione.
Però a parte questi motivi altri problemi non ci sono mai stati, tanto che hanno continuato appunto a sentirsi con la scusa delle festività.
Il fatto che abbiano avuto e mantenuto un feeling caratteriale (?) ed intellettivo tale da continuare a sentirsi mi disturba, e gliel'ho detto. Vorrei essere io l'unica donna speciale, con cui ha quel genere di feeling.
Purtroppo non sono brava a nascondere il disagio o l'imbarazzo. Mi "oscuro" e mi zittisco perdendomi nei miei pensieri. è difficile non notarlo insomma, quindi ho dovuto dirglielo. Gli ho spiegato inoltre che in futuro se dovesse succedere di nuovo di notare per caso un messaggio da questa ragazza, non la prenderei bene. Fino ad ora sono andata oltre ma i miei sentimenti nei suoi confronti sono cresciuti e so che reagirei male se dovesse ricapitare. Ho preferito dirglielo ed essere sincera.
Sento di essere ricambiata, che mi ama e ci tiene a me; però ogni tanto ho questi pensieri negativi e non so se corrispondono a realtà o no. Infatti ho provato anche a chiedergli se con me per esempio si annoia (considerando che la ex fa un lavoro molto interessante e viaggia tanto, io no), ma mi ha risposto che con me si trova bene, punto.
Ecco forse quello che mi manca ma non riesco ad ottenere da lui è il parlare chiaro dei propri sentimenti. Lui è molto netto nel dirmi che vuole un futuro con me e che mi ama ma se gli chiedo se si trova bene con me anche a livello intellettivo e caratteriale diventa quasi vago ed evasivo.
Io invece a queste cose do molto peso.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Aggiungo una precisazione ad una sua domanda. Io volevo che smettesse di sentire la sua ex, ma non che lo facesse dopo aver discusso con me, ma perché non sentiva più la necessità di restare in contatto con lei.
Per questo all'inizio non ho mai detto nulla a riguardo, perché pensavo che con il tempo l'interesse per questa persona sarebbe naturalmente diminuito. Forse non gli basto io...
Invece sono dovuta intervenire io a fargli notare che il fatto che ci sia ancora un legame con questa ragazza mi infastidisce. Se davvero smetterà di sentirla sarà solo per far contenta me insomma, non perché non ci sia più interesse verso la ex.
[#4]
Dr.ssa Serena Sassi Psicologo 67 1
Gentile utente,

non tutti riescono con facilità a parlare dei propri sentimenti, anche quando questi sono sinceri.

Se sente di essere ricambiata, sente che lui la ama e tiene a lei ed inoltre il suo compagno le ha detto che vuole un futuro con lei, è su questo che dovrebbe concentrarsi.

Faccia attenzione a non lasciare che la sua precedente relazione finita male influenzi negativamente la fiducia in quella attuale.

Lei fa confronti svantaggiosi con questa ex fidanzata (che fa un lavoro più interessante del suo e viaggia tanto), ma forse queste caratteristiche che per lei rendono questa persona interessante, non sono le stesse a cui il suo compagno dà importanza. Ha mai pensato che il fatto di essere disponibile a condividere delle esperienze anche con altre persone a cui lui è legato, sia per lui particolarmente importante?

A volte si dà per scontato che gli altri sappiano quello che proviamo, ma spesso non è così ed è necessario dirlo. È possibile che lui non si fosse reso conto che il fatto di continuare a sentire la sua ex le desse fastidio e per questo è stato "necessario" il suo intervento?

Adesso starà a voi, in quanto coppia, stabilire come gestire la situazione.
"Vietare"al partner di fare qualcosa, tendenzialmente non è buona soluzione perché può generare risentimenti... Perché non gli dice apertamente quello che ha scritto qui? E cioè che non voleva che lui smettesse di sentirla solo perché a lei dà fastidio, ma è gelosa del legame che hanno e non si sente "abbastanza per lui". Esprimere apertamente quello che sente potrebbe aprire un varco per un dialogo su questo argomento. Il modo in cui lui le risponderà potrebbe chiarire i suoi attuali dubbi.

Dr.ssa Serena Sassi

Psicologa

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio