Utente 251XXX
Buongiorno e buona domenica. Vi spiego un po' la mia situazione. Sono stata fidanzata con un ragazzo per 5 anni... Ci sono stati dei periodi in cui abbiamo litigato, ma alla fine ho deciso di lasciarlo. Lui era una persona che ostacolava il mio percorso lavorativo, che voleva subito dei figli e andare a vivere insieme. Io non me la sono mai sentita e un po' di mesi fa l'ho lasciato. Dopo soli 10 giorni ho conosciuto il mio attuale ragazzo con il quale abbiamo iniziato a frequentarci. Dopo 4 mesi, faccio un test di gravidanza. Risultato incinta. Il mio attuale fidanzato è felicissimo. Appena scoperto il risultato anche io ho iniziato a tremare dalla gioia. Ero davvero contentissima. Una settimana prima di sapere di essere incinta ho incontrato il mio ex. Abbiamo parlato e ci siamo baciati. Ma non ho provato nulla. Lui era pronto a ricominciare ma io no. Adesso mi trovo nella situazione per cui da quando ho saputo di essere incinta non l'ho più cercato. Ora mi vengono sempre in mente i momenti passati con l'ex, le belle giornate passate insieme. Non appena ho saputo di essere incinta non mi è mai passato per la testa di abortire. Ma adesso a distanza di quasi due mesi ho qualche dubbio. Penso che la mia precedente relazione era malata già da tempo. Ma penso che un bambino merita di crescere felice e non deve essere condizionato dalle scelte della madre, che attualmente si trova in confusione. Il mio ex era una persona matura, il mio ragazzo attuale lo vedo più mammone. Ma sono stata io a cercare il mio ragazzo attuale, e quando l'ho fatto, non avevo un minimo di ripensamento verso l'ex. I dubbi sono iniziati a venirmi dopo mesi di relazione. La cosa che penso è questa. Se forse il mio destino era con il mio ex se questo bambino non ci fosse stato. Conti che la settimana in cui ho rivisto il mio ex, avevo lasciato il mio attuale fidanzato. Appena però comunicata la notizia non ho avuto nessun dubbio. Ma è normale tutto ciò? Vi prego... Datemi qualche delucidazione. Mi sembra di essere io il problema, e la relazione precedentemente avuta, ovvero una relazione malata, mi sta condizionando la vita. Con il mio ex alla fine non volevo avere neanche rapporti. Avevo un rifiuto. E allora perché ora lo penso? Grazie.

[#1]  
Dr.ssa Irta Dodani

20% attività
4% attualità
4% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2019
Buonasera, per una donna scoprire di aspettare un bambino all’improvviso, senza averlo cercato insieme al partner, può rappresentare un’ esperienza molto delicata. Tale scoperta può comportare alla futura mamma la ridefinizione della sua vita da tutti i punti di vista (ambito personale, di coppia, lavorativo). Questo può portare a un iniziale spavento e alla formazione di mille dubbi e domande su cosa fare e con chi, cercando di mettere al primo posto il benessere del futuro nascituro. Spesso ciò ci porta a fare scelte avventate, spinte dal desiderio di fornire una vita serena al bambino. Ipotizzerei che la stabilità che lei ha vissuto nei passati 5 anni con il suo ex (nonostante alti e bassi) la porta a vedere quel rapporto come qualcosa si sicuro, qualcosa dalle fondamenta forti che la aiuterebbe nel crescere un figlio con tranquillità, cosa che non ha potuto ancora constatare con il suo attuale compagno in quanto vi frequentate da poco tempo. Bisogna comunque pensare che il benessere di un futuro bambino va a pari passo con il benessere del genitore con cui cresce, quindi consiglierei di fare delle scelte andando incontro anche ai propri bisogni e non focalizzandosi solo su quello che è meglio per il bambino.
Dr.ssa I.Dodani

[#2] dopo  
Utente 251XXX

Il bambino è stato cercato da me... Prima di sapere che fossi incinta, io avevo lasciato il mio attuale ragazzo per vari motivi. Ma quando ho saputo di essere incinta, è come se tutti i miei dubbi fossero spariti. Il mio ragazzo è felicissimo e anche io. Non ho mai pensato di non tenere mio figlio. Solo che ogni tanto mi capita di pensare al mio rapporto precedente. Forse perché mi sono lasciata da poco. Non saprei. So di non essere una persona sicura in quanto continuo sempre a pensare al rapporto precedente. Forse perché non ho avuto ancora modo di smaltire il "lutto" della precedente relazione. Se non fosse stato per questo bambino, probabilmente adesso starei con l'ex anche se dopo poco tempo, sicuramente mi sarei di nuovo "scannata". Come devo comportarmi? Posso considerare oramai la mia ex storia chiusa in quanto il mio ex quando saprà del bambino non vorrà più vedermi. La cosa di cui mi meraviglio è che con il precedente ragazzo non ho mai pensato ad avere un bambino. Con questo attuale si. Significherà qualcosa?

[#3]  
Dr.ssa Irta Dodani

20% attività
4% attualità
4% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2019
L'arrivo di un figlio può cambiare nettamente la vita di una donna, le paure che sorgono possono portare l'individuo a ripensare alle esperienze passate per confrontarle con quelle presenti, ciò non significa rimpiangere il passato ma semplicemente cercare conferme per il presente/futuro.
Mi sembra di aver appreso che la gravidanza è stata voluta da lei insieme al suo attuale compagno, il quale sembra molto contento di questo nuovo arrivo. Quindi non creiamoci dubbi o confusione ripensando al passato, le consiglierei di godersi il bellissimo periodo che rappresenta la gravidanza e guardare al futuro.
Se con il passare del tempo le sue riflessioni sul tema persisteranno a tal punto da interferire con il presente, allora consiglierei di prendere appuntamento con un collega (psicologo/psicoterapeuta) avviando un percorso psicologico per comprendere le reali motivazioni di tali pensieri.
Buona giornata.
Dr.ssa I.Dodani

[#4] dopo  
Utente 251XXX

Diciamo che il mio attuale compagno, quando è avvenuto il concepimento, era un po' terrorizzato. Infatti iniziò a chiedermi quando avrei avuto l'ovulazione e se c'era la possibilità di rimanere incinta. Infatti per questo motivo e per questa sua paura, lo avevo lasciato. Dopo pochi giorni ho scoperto di essere incinta. Lui ha capito I suoi sbagli ed è contentissimo. Forse le paure che ho, sono dovute proprio alle sue precedenti paure (es. Data ovulazione). La cosa che tante volte faccio, e che sbaglio, è metterlo a confronto con l'ex. Ma sono io la persona sbagliata??

[#5]  
Dr.ssa Irta Dodani

20% attività
4% attualità
4% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2019
Non penso che lei sia "sbagliata", tutti abbiamo le nostre paure l'importante è saperle tenere sotto controllo/superarle.
Dr.ssa I.Dodani

[#6] dopo  
Utente 251XXX

Oggi ad esempio, mi è capitato di vedere una spugnetta che mi regalò il mio ex a forma di pesciolino. Volevo piangere dalla tristezza. Però penso anche all'ultima volta che l'ho visto. Lui voleva fare l'amore e mentre mi baciava io non provavo nulla. Vorrei sapere cosa cavolo mi succede e come interpretare tutto ciò. Ho ancora i suoi peluche sul letto. Lui era una persona che mi dava sicurezze ed era presente sempre su tutto. Mi portava ai concorsi, mi seguiva sempre. Il ragazzo attuale dista 140 km da me e riesco a vederlo solo nel weekend. Penso tante volte al fatto se sia opportuno abortire in modo da risolvere tutti i miei problemi. Ma di fondo non ce la faccio. C'è di mezzo una creatura che dall'ultima visita sembra stare benissimo. L'altro giorno ho avuto delle perdite e mi sono spaventata. Mi sono spaventata dalla paura di perderlo. E invece no. Cresce benissimo. So che il mio ex sapendo una cosa del genere, con tutto che fino ad un mese fa diceva di amarmi, non tornerà più con me. Perché lui voleva un figlio tutto nostro e si commuoveva al solo pensiero. Ma in 5 anni non ce l'ho fatta. Domani i miei genitori vanno a conoscere i miei suoceri. Siamo stati invitati a pranzo. Io ad essere sincera non sono pronta di nuovo ad un rapporto in casa dove i genitori si frequentano. Dobbiamo andare a vedere la casa del mio attuale fidanzato dove andremo a vivere. Cosa mi consigliate? Mi sembra di impazzire quando mi prendono questi momenti di sconforto. Non vorrei pentirmi del bambino quando sia troppo tardi per poterlo fare. Forse non è il momento giusto per me. Poi penso al fatto di avere un contratto a tempo determinato che sicuramente una volta che verranno a sapere della notizia non mi rinnoveranno più. Mi sento veramente tanto giù. Magari riuscissi ad abortire spontaneamente senza che sia io a prendere questa decisione. I miei genitori sono felicissimi. Ma io?

[#7]  
Dr.ssa Irta Dodani

20% attività
4% attualità
4% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2019
Come riferito nei consulti precedenti la stabilità che lei ha vissuto nei passati 5 anni con il suo ex la porta a ripensare a qualcosa che lei oggi sembra non trovare nel rapporto attuale, ciò può portare a dubbi e paure.
Comunque mi sembra di apprendere che gli argomenti da trattare siano un po' più corposi e delicati da quanto riferito nei messaggi precedenti.
Le consiglierei di parlare con qualcuno a lei vicina per avere un supporto emotivo. Se trova difficoltà nel fare ciò allora si rivolga a un collega psicologo/psicoterapeuta nella sua zona con il quale, in un setting più sicuro e opportuno, potrà esprimersi liberamente.
Spero segua il mio ultimo consiglio, le auguro una buona giornata.
Dr.ssa I.Dodani