Utente 496XXX
Salve,
Scrivo qui perché è da qualche giorno che non sono più la stessa.
Tutto è cominciato circa una settimana fa quando il mio ragazzo, con il quale sto da quasi 5 anni, mi ha detto delle cose. Mi ha parlato del fatto che era da qualche giorno che non si sentiva bene perchè vedeva tutti i suoi amici fare delle cose che lui in quanto fidanzato non poteva fare, che una relazione di 5 anni è una cosa grande. Ho pensato che fosse normale essere insicuri e avere delle paure dopo tanti anni,ci siamo messo insieme da adolescenti. È vero lui molte cose che altri ragazzi della sua età fanno non le fa, è come se fosse cresciuto in fretta,dopo la scuola subito lavoro, anche abbastanza pesante, per portare avanti una casa. Io non gli ho mai negato di fare nulla, ma sono una ragazza abbastanza gelosa e ho capito di essere anche molto insicura. Dopo questa conversazione lui mi ha rassicurato che con me vuole starci e che mi ama, ma da quella sera è cambiato tutto. Vivo le giornate con un peso sullo stomaco, con preoccupazioni ansie paure e insicurezze. A peggiorare la situazione c'è che tra qualche giorno devo dare un esame universitario e io sono mentalmente stanca. Ora sono passati giorni da quella conversazione ma io sto male. Mi faccio dei loop mentali riguardo la paura di perderlo, nonostante lui mi dice che vuole stare con me,io penso che non sia vero, tra poco andrò in vacanza con i miei e penso "se durante quel periodo lui ricomincia con quei pensieri che sta meglio senza di me"? Non so se le mie paure sono accentuate dal fatto che sono stanca mentalmente dopo un anno universitario, e che a luglio sto ancora chiusa dentro casa a studiare. Io vorrei soltanto tornare la persona che ero prima. Grazie per l'attenzione, saluti.

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza,

e se il problema non fosse il Suo ragazzo, ma la Sua eccessiva preoccupazione?
Sembra che questa conversazione con il Suo ragazzo sia stato il catalizzatore di questa dinamica ossessiva.
Lei si definirebbe una persona ansiosa?
Le capita anche per altri ambiti di rimuginare?

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 496XXX

No, è questa la cosa curiosa.. non sono mai stata una tipa troppo ansiosa, ma piuttosto il contrario. Forse nella relazione un po.