Sognare di essere un ragazzo e avere il pene?

Buongiorno dottori,
spiego brevemente la mia storia: sono una ragazza di 19 anni entrata da poco in terapia per un problema di ansia e crisi esistenziale.
Sono fidanzata da due anni e mezzo con un ragazzo.
Da poco sono arrivata alla consapevolezza di star male da quasi una vita intera, sono infatti stata succube di genitori manipolatori affettivi. Adesso tutto sembra avere un po’ più senso: la vergogna fuori di casa, la prigionia emotiva DENTRO casa, la paura di abbandono, senso di inferiorità sociale, IL NON CAPIRE MAI COSA MI PIACCIA VERAMENTE O MENO ecc ecc
Non è ancora stata affrontata bene la situazione con il mio psicologo, difatti non gliene ho ancora parlato e oscillo tra momenti di lucidità’ in cui capisco quello che mi è successo, e altri in cui torno alla vita di prima’ (ansie, fobie ecc).
Per quanto riguarda la sessualità sono sempre stata attratta da maschi, ma è da quando sono piccola che nella scelta della pornografia (per almen il 90%) ho sempre preferito video di solo donne, specialmente quelli in cui una (più grande) ne sottomette una più piccola. Tra l’altro mi sono resa conto di averne fatto un uso spropositato ed iniziai precocemente (credo 10 anni circa), che peggioró quando ci trasferimmo (mi sentivo isolata e sola).
Per quanto riguarda il mio rapporto con i maschi: da quando sono piccola non mi sono mai sentita alla loro altezza, nel senso che pensavo di non meritarmi PER NULLA le loro attenzioni, non ci parlavo proprio. Questa cosa cambió quando sono dimagrita, ad oggi ci parlo tranquillamente.
Con le femmine: Non mi fidavo e non mi fido tutt’ora di loro, con la costante paura di essere tradita o pugnalata alle spalle. Ad oggi non ho creato nemmeno un rapporto di amicizia sano, forse uno soltanto.
Arrivando al dunque: circa a 15-16 anni (se non ricordo male; ed ero vergine, mai avuto nessun tipo di contatto con la sessualità a quel tempo) feci un sogno che all’epoca mi scandalizzó ma a cui non diedi molta importanza, era solo un sogno alla fine (dicevo).
Mi è tornato invece in mente oggi e vorrei capirne di più il significato, visto che si tratta letteralmente di solo sesso:
Ho sognato di essere un ragazzo (nel senso che io dentro mi sentivo donna ma nella realtà ero un uomo), che avevo un pene e che sul letto di casa mia consumavo un rapporto con penetrazione con una donna (io penetravo lei). Lei non l’avevo mai vista era una sconosciuta, ma si vedeva chiaramente che stava provando piacere. Io onestamente non mi ricordo bene le sensazioni che ho provato, sono passati anni e in più ripeto non ci diedi peso nonostante mi scandalizzó un pochino..
Ma mi ricordo di non aver provato nessun tipo di piacere sessuale, anzi mi sentivo quasi un robot e invece era lei l’unica che stava provando piacere.
Che pensieri avete in merito? Ho letto che il sesso nei sogni si può ricondurre solo a quello ovvero, appunto, al sesso. . sono un po’ spaventata
Grazie mille
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103
Gentile utente,

i sogni possono talvolta essere interpretati all'interno di una relazione
nella quale il Terapeuta conosce il proprio paziente,
condizione che online non avviene.

Mi sono presa il tempo di rileggere tutti i Suoi numerosi consulti che,
a partire dall'aprile dello scorso anno,
ruotano attorno ad uno stesso argomento:
dubbi sulla propria omosessualità;
disturbo diagnosticato dallo Specialista di persona, che Lei trascrisse a suo tempo così:
"..mi è stato diagnosticato un disturbo ansioso depressivo reattivo da stress con doc..".

E dunque non rimane che curare il DOC,
ma *di persona* assieme ad una Psicologa che sia anche Psicoterapeuta.

Moltiplicare i consulti sullo stesso argomento porta alle "mancate risposte" oppure al "consulto respinto",
perchè online non è possibile fare più di quanto finora.

Ci dispiace.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa,
la ringrazio per la risposta e capisco perfettamente quello che mi dice, ne parleró difatti sicuramente anche con il mio terapeuta.
L’unica cosa sulla quale vorrei più chiarezza e una visione più ampia (motivo anche per il quale lo chiedo qui) è in che modo i sogni ci comunicano, nel senso che ho letto pochi articoli su internet (gli unici che ci sono) che dicono che il sesso nei sogni può ricondurre solo a quello.
Io, come ha potuto constatare, sono una persona parecchio ansiosa e soffro anche di un disturbo di ansia, ma certamente leggere queste cose da solo un senso in più alla mia ansia.
Chiedo dunque a voi un parere professionale che siete sicuramente più affidabili di alcuni articoli trovati online.
So benissimo che anche se mi tranquillizzate questo non fermerà la mia ansia, però ripeto il fatto che sia un sogno così ambiguo e prettamente sessuale ad oggi mi destabilizza
Grazie mille
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103
In rete si trova di tutto
e dunque la prima cosa è accertarsi della fonte.
CHI ha fatto la suddetta affermazione? Un insigne Psicologo Psicoterapeuta che firma con nome cognome e curriculum,
o qualche buontempone mestierante della Psicologia che si improvvisa sapientone?

Tutte le affermazioni assolute sui contenuti dei sogni sono chiacchiere da bar o credenze popolari quando scollegate dalla persona che ha sognato.
E dunque non entro nemmeno in argomento.

Il problema NON è il sogno ma il Suo disturbo, diagnosticato a suo tempo
e per il quale le rassicurazioni non servono.

Saluti cordiali .
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio