Ansia e tachicardia

Salve buonasera sono anni che ormai purtroppo sono un soggetto ansiosa, ansia sfociata on lieve depressione che 3 anni fa fu curata con una leggera curetta che aumentava il livello di serotonina.

Dopo una perdita improvvisa di arresto cardiaco di un mio caro amico di ben 5 mesi fa sono due mesi circa che ho delle tachicardie molto forti che avverto a volte anche facendo un minimo sforzo...
La cosa mi ha molto preoccupata e ho iniziato a fare diverse visite al cuore tutte negative mi manca solo il test sotto sforzo.

In famiglia pensano che sia questa mia attenzione e questo lutto improvviso a farmi concentrate sul troppo sulla questione cuore e quindi è come se io stessi somatizzando...
Non so più cosa fare e come agire.

In più sono settimane che ho un peso al petto che va a salire alla gola a tratti faccio fatica a respirare.
[#1]
Dr.ssa Elisabetta Molteni Psicologo, Psicoterapeuta 92 3 3
Gentile utente, un disturbo ansioso si manifesta, oltre che con sintomi cognitivi (esempio: paura di perdere il controllo, senso di allarme, ...) anche con sintomi somatici: palpitazioni, oppressione al petto, tremori, tachicardia...

Spesso accade, soprattutto nelle persone che soffrono di attacchi di panico, che l'arrivo della tachicardia spaventi il soggetto, che la interpreta come l'arrivo di un imminente attacco cardiaco. In questo modo si attiva ulteriormente il sistema ansiogeno che incrementa il ritmo cardiaco in un circolo vizioso.

Giustamente Lei ha effettuato i controlli cardiologici per escludere altre patologie e così è stato.

Ci spiega che i suoi tratti ansiosi la accompagnano da anni; inoltre negli ultimi mesi un evento precipitante (la perdita di una persona cara, oltretutto per problema cardiaco) ha riattivato in Lei il circolo dell'ansia e i suoi correlati somatici: la strada è occuparsi dell'elaborazione del lutto e dell'analisi delle sue modalità di risposta agli eventi in generale... Ci dice che in passato ha seguito una cura farmacologica ma non si sa se questi aspetti siano mai stati trattati in colloqui psicologici con un professionista attento e pronto ad accogliere queste tematiche per analizzarle con Lei.... ci pensi perchè è la strada giusta.
Cordialmente

Dr.ssa Elisabetta Molteni
Psicologa Psicoterapeuta
www.elisabettamolteni.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve buonasera dottoressa mi scuso se la disturbo, sto passando un periodo un po' no purtroppo mi è stata arrestata l'attività sportiva a causa di una forte anemia questo ha portato in me sconforto in quanto già timorosa per la tachicardia che mi colpisce da tempo..
Diciamo che oltre la strada cardiologica sento che qualcosa di più pesante mi sta distruggendo formicolio mani e piedi dolore toracico fame d'aria continua a volte mentre parlo mi devo fermare per ripartire sento come se avessi un muro sulladdome e in petto che mi sta scamwssando e a tratti sento un peso enorme sulle spalle...
Possono essere questi sintomi legati all'ansia?
Al cuore non è stato trovato nulla di organico ma cmq io mi sento agitata e molto e ho semrpe queste tachicardie anche solo a volte lievi ma continue.
La ringrazio anticipatamente
[#3]
Dr.ssa Elisabetta Molteni Psicologo, Psicoterapeuta 92 3 3
Buonasera, leggendo anche i Suoi consulti precedenti, è probabile che lo stop che le è stato imposto dell'attività fisica abbia aumentato ancora di più le sue preoccupazioni... che non fanno altro che attivarsi in un circolo vizioso.
Per quanto riguarda l'anemia può parlarne con il medico di base, circa i sintomi che le causa e spero sia in cura per questa...
Per i suoi tratti ansiosi l'ideale è una consulenza de visu con uno psicologo, poichè, come le dicevo, è la figura indicata a inquadrare e trattare queste tematiche. Anche lo stimato dr Cecchini glielo ha suggerito per primo! Provi a fare una ricerca nella sua città, a documentarsi per mettere in atto realmente questa possibilità.
Cordiali saluti

Dr.ssa Elisabetta Molteni
Psicologa Psicoterapeuta
www.elisabettamolteni.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa salve buonasera può una tachicardia ansiosa arrivare a livelli molto alti, oggi ero a lavoro e improvvisamente ho avuto un batticuore esagerato che non riuscivo a gestire...
Attendo sue notizie.
Penso di aver sfiorato i 170
[#5]
Dr.ssa Elisabetta Molteni Psicologo, Psicoterapeuta 92 3 3
Gentilissima, non è di mia competenza valutare il livello di tachicardia, ciò non sarebbe possibile neanche per un medico di m.g. o un cardiologo valutare on line: per questo rimando alla mia risposta precedente dove si consiglia una consulenza dal vivo con i medici coinvolti.
Ciò che posso dirLe con certezza e che la mia esperienza clinica mi ha insegnato, è che il soggetto cerca una continua rassicurazione su qualche aspetto, che ha lo scopo di "tranquillizzare" momentaneamente.... salvo poi riprendere con un altro dubbio su un altro sintomo.... Questo è il circolo vizioso dell'ansia che alimenta ulteriore ansia e pensieri negativi centrati principalmente e continuamente sul proprio stato di salute.
Il meccanismo dell'ansia va preso e compreso dalla base dunque confermo esattamente ciò che ho risposto nel precedente consulto.
Un saluto

Dr.ssa Elisabetta Molteni
Psicologa Psicoterapeuta
www.elisabettamolteni.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio