Utente
Salve a tutti ragazzi scrivo per cercare qualche consiglio da parte di chi è più esperto in materia.


Praticamente, dopo 4 anni a Roma mi son dovuto trasferire in un'altra regione per motivi lavorativi.
Non credevo che questo trasloco mi creasse uno scompenso simile.
Soffro continuamente di ansia, ho paura di qualunque cosa, vomito molto spesso, non ho motivazioni, addirittura anche mettermi a cucinare mi sembra un'impresa impossibile e che mi crea ansia ed angoscia oltre alla sempre presente nausea.


Mi verrebbe addirittura di licenziarmi da qua e tornare a Roma dove stavo bene e mi ero creato un "nido felice" ma sono consapevole che questo varrebbe a dire solo scappare di fronte a questa difficoltà!

Non so veramente come posso fare per uscire da queste sensazioni assurde, mi sembra di aver perso tutte le mie certezze e le mie sicurezze

[#1]  
Dr. Gianfranco Fabiano

20% attività
20% attualità
12% socialità
FRASCATI (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2020
Gentile utente
Come prima cosa le suggerisco, se non lo ha già fatto, di rivolgersi al suo medico di base, descrivendo la situazione sintomatologica. Fatto ciò, potendo escludere quindi cause di tipo organico, mi concentrarsi sull'aspetto psicologico del problema.
Lei è disperata e non sa cosa fare. Io credo che se lei avesse un male ai denti si rivolgerebbe a un dentista, se avesse male ad una gamba ad un ortopedico o fisioterapia ecc.
Quindi se dovesse essere un problema di natura psicologica, fossi in lei cercherei di farmi sostenere da un professionista attraverso un sostegno psicologico o una psicoterapia.
Nello specifico per i disturbi di ansia gli approcci più efficaci sono: l'approccio cognitivo comportamentale o l'approccio strategico, quest'ultimo migliore per poter integrare anche i vissuti emozionali.
Cordialmente
Dr. Gianfranco Fabiano
Specializzando in Psicoterapia Breve strategica
3407617782

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore, ho già sentito il mio curante che mi ha prescritto Samyr 400mg una compressa al GG fino alla fine della confezione e un ansiolitico al bisogno.

Lei, dal punto di vista della psicologia, come vede questo mio modo di vivere questa situazione?????

[#3]  
Dr. Gianfranco Fabiano

20% attività
20% attualità
12% socialità
FRASCATI (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2020
Gentile utente capisce bene, che attraverso una chat, sul web non è possibile darle un supporto al suo bisogno. Per poter fare ciò serve sapere come vive, al lavoro come si trova, la sua situazione familiare, sentimentale, ecc... Inoltre bisognerebbe avere informazioni dettagliate su: quando, come in che circostanze ecc, si manifesta la sua sintomatologia. Insomma una serie di informazione che non possono essere trattate in queste chat.
Detto ciò la sua sintomatologia fisica rientra nelle manifestazioni che l'ansia può dare, comuni a questo tipo di difficoltà, così come le ha confermato il medico di base. Certo è che come lei teme, più si aggrava la situazione è più si sente di essere limitata da questo stato.
Quindi, come le dicevo, sarebbe utile che si rivolgesse a qualche professionista, degli approcci sopra indicati, sia in presenza che a distanza.
Cordialmente
Dr. Gianfranco Fabiano
Specializzando in Psicoterapia Breve strategica
3407617782