Attivo dal 2011 al 2020
Buongiorno,
Nei mesi scorsi la mia compagna e convivente ha riscontrato problemi di vitiliggine al volto, a questa situazione è conseguita una sua depressione.

In quel periodo, io non mi sentivo particolarmente considerato e ho reagito alla sua problematica vitiliggine con superficialità e distacco.

Nel mese di settembre lei intraprende la terapia per risolvere lo stato depressivo e lo specialista (dopo avermi consultato) considera il mio comportamento la situazione scatenante alla sua depressione.

Ora lei è confusa e molto delusa, e non sa se continuare il nostro rapporto (rapporto che ricordo essere sempre stato tranquillo).

Io vivo in questa incertezza da circa 2 mesi e ultimamente ho sofferto di attacchi di panico notturni.

Io sono innamorato della mia compagna e della mia famiglia (abbiamo un figli odi 7 anni), e voglio recuperare e fare il possibile per non perdere ciò che è più caro.

Ahimè ogni mio comportamento sembra essere inadeguato, se mi avvicino a lei, cerca di allontanarmi e se sto lontano mi dice che sono disinteressato.

Come mi devo comportare?
Sarebbe utile la terapia di coppia?
Ogni mio tentativo di ricongiunzione può essere vano?

Grazie

[#1]  
Dr.ssa Anna Potenza

28% attività
20% attualità
16% socialità
CIAMPINO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
avendo letto la sua antica email, dei tempi in cui voleva acquistare casa con la sua compagna -se si tratta della stessa persona- mi chiedo se lei non si mostri a volte alquanto cieco alle necessità psicologiche delle persone che ha attorno, ai loro appelli indiretti, ai loro bisogni emotivi.
A suo tempo mi colpì che la sua compagna avesse ricevuto l'aiuto di uno psichiatra, anziché di uno psicologo, e che lei facesse dipendere la decisione di proseguire il vostro legame o di troncarlo dal fatto che la ragazza volesse comprare casa o meno.
Adesso lei parla di terapia di coppia.
Ottima idea, sempre che vogliate prendere in seria considerazione tutti e due i vostri processi psicologici e quelli di chi avete intorno, vostro figlio prima di tutto.
Oppure anche la terapia di coppia la farebbe con uno psichiatra?
Auguri.
Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#2] dopo  
Attivo dal 2011 al 2020
Mi scusi, lo specialista è uno psichiatra e psicoterapeuta.
Ovviamente scrivendo o si spiega o si chiede.
Grazie comunque