La mia famiglia non accetta il mio ragazzo. ha due figli e non lo reputano alla mia altezza

Da un anno sto insieme ad un ragazzo meraviglioso, che mi ama e che mi tratta come una principessa.

Lui viene da un passato un po’ turbolento.
Sebbene sia molto giovane, ha già due figli avuti da una relazione precedente.
All’età di 20 anni la ragazza del tempo rimase incinta e loro spinti dall’inesperienza e dall’ignoranza convolarono anche a nozze.

Dopo sei anni la relazione finisce e poco dopo lui incontra me.

Sin da subito si crea una forte sintonia fra noi ed infine un enorme sentimento.
Durante quest’anno sono state molte le occasioni che ci hanno fatto capire quanto siamo legati.

La mia famiglia, che inizialmente non ha accettato la sua situazione, si è poi arresa per la mia felicità.
Finché mia madre in lacrime non ammette, dopo un anno, che in realtà questa cosa non l’hanno mai accettata, che lui non è adatto a me, che non mi darà la vita che merito.

Lui ha un carattere molto buono ma anche impulsivo e si esprime senza inibizioni, e questo suo modo di essere lo ha portato, secondo loro, a fare enormi sbagli in passato, e che ovviamente subirò anche io.

Io conosco i suoi difetti, e a volte discutiamo per il suo modo di fare, ma so anche che è una persona buona, con cui sorrido, che mi ama e che amo.

Cosa dovrei fare?
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.8k 580 67
"Cosa dovrei fare?",
ci chiede gentile utente.

Ma nessuno di noi può suggerirLe se stare o no assieme ad un certo partner,
non crede?

Occorre guardare dentro di sè e vedere proiettata tra 10 e 20 anni la Sua vita, la Vostra vita, con un uomo che ha già due figli
di cui non sappiamo neppure quanti anni abbiano attualmente.
Qui sulla piattaforma troverà numerosi consulti che raccontano proprio di queste situazioni.

Non entro poi negli "enormi sbagli" che lui ha fatto nel passato,
dato che non sappiamo nemmeno in cosa consistano
e men che meno se ci possa ricadere.

Eviti di affidare la Sua decisione ad un consulto online
e ad una manciata di parole scritte.
Se però è in dubbio su quale decisione prendere, Le consigliamo di rivolgersi di persona ad una Psicologa.

Cordiali saluti
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

[#2]
Utente
Utente
I figli sono piccoli, hanno 4 e 6 anni.
Io li ho conosciuti e passiamo sempre del tempo tutti insieme. Io voglio bene a loro e loro a me.
La situazione è molto tranquilla.
Per questo non riesco a comprendere questi sentimenti dei miei genitori.
Chiaramente vedere una madre piangere e contrariarsi per una scelta fatta dalla figlia mette leggermente in crisi.
Per quanto io possa essere una ribelle e imporre la mia idea, per me quella dei miei genitori è sempre stata molto importante.
Lo vedono come un debole, perché a soli 20 anni ha fatto famiglia a causa di questo incidente con la ragazza del periodo e spinto dalle insistenze della famiglia di lei ha deciso di proseguire.
Sicuramente sono io a decidere, come ho sempre fatto, ma ho scritto qui a voi solo per avere un parere più obiettivo e lucido del mio
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.8k 580 67
Gentile utente,

Le daremmo volentieri un parere se .. avessimo tutti gli elementi che consideriamo necessari.
Però, a fronte di situazioni di una certa complessità, questo avviene unicamente dentro un percorso psicologico di persona.
Per altre situazioni più semplici il consulto online può servire ad illuminare zone d'ombra o suggerire riflessioni che poi lo scrivente approfondirà in autonomia.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti