Dubbio tra due ragazzi

Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni che frequenta l'ultimo anno di liceo.
Sono perciò in un periodo già importante per la fine della scuola, l'ingresso nell' età adulta e le decisioni da prendere.
Premetto che sono una ragazza molto sensibile e romantica, che ha sempre pensato di volere l'amore e una relazione seria.
Il problema è che mi trovo in una situazione di stallo sentimentale, ho l'impressione che mi piacciano due ragazzi contemporaneamente.

Il primo l'ho conosciuto a 17 anni in palestra, è scattata subito una forte attrazione per entrambi.

Lui adesso ha 27 anni.
Ma lui si è rivelato poco serio e scostante, facendomi soffrire molto.
È iniziato un tira e molla in cui io ero molto fissata per lui, illudendomi ogni volta che tornava.
Quando ho compiuto 18 anni abbiamo avuto il primo rapporto sessuale insieme e l'esperienza si è rivelata per me traumatica perchè lui è stato poco gentile e frettoloso.
Penso infatti di essermi fatta convincere e non averlo mai voluto (mi piaceva il ragazzo è l'idea di fare l'amore con qualcuno che mi facesse provare emozioni così forti, ma non mi sentivo pronta).
Questo tira e molla dura da un anno e mezzo, durante il quale io l'ho anche lasciato e per dei periodi non ci siamo sentiti.
Di recente, è tornato volendo una relazione seria con me perché, a suo dire, prova dei sentimenti per me.
Nonostante nell'ultimo periodo il tuo atteggiamento sia migliorato io non riesco a fidarmi completamente e a sentirmi soddisfatta davvero di questa relazione.

Inoltre, da qualche settimana (durante un periodo di stallo con lui) mi ha contattato un altro ragazzo su un social e abbiamo iniziato a messaggiare.
Ha 26 anni.
Si è scoperto interesse da parte di entrambi: lui carino, gentile, maturo sentimentalmente (almeno per ora).
Sembra che abbiamo valori e idee simili, insomma quello che ho sempre cercato, e a volte il primo ragazzo non mi dava.
Adesso ho l'impressione che mi piacciano davvero tanto entrambi i ragazzi, la situazione mi sembra assurda ma non riesco a fare chiarezza.
Il tutto si è aggravato dal fatto che il mio primo ragazzo, avendo quasi comprato casa, mi ha detto che mi lascerà le chiavi e mi ha invitato in un hotel con Spa per questo weekend.
Non so assolutamente se andare, lui sa dei miei dubbi sulla nostra relazione.
Ma nessun ragazzo sa dell' altro.

Vorrei un parere su cosa ne pensate di questa situazione e come posso fare chiarezza.
Alla fine vorrei soltanto essere felice con uno dei due o da sola.

Grazie
[#1]
Dr. Ferdinando Toscano Psicologo 93 8
Gentile signorina,
secondo me a porre la questione come dubbio tra due ragazzi rischia di fare un errore di inquadramento.

Per quanto in età giovane a tutti noi possa capitare di vivere con spensieratezza le relazioni sentimentali, credo che la scelta della persona con cui frequentarsi non sia simile a quella tra due operatori telefonici, cioè in comparazione tra due o più "offerte", da valutare secondo pro e contro di ciascuna.

E' piuttosto una scelta, per nulla obbligata, cosiddetta "del cuore": lei deve stare con chi la fa stare bene.

Ora, sicuramente da qui non conosciamo le persone di cui ci parla, né purtroppo lei. Tuttavia, mi sembra di capire che se il primo ragazzo si è dimostrato scostante, potrebbe non rivelarsi quello che si è proposto di essere. Del resto, non lo conosce proprio da oggi, e vuol vedere che giusto dopo un anno e mezzo o due, di colpo, cambi?

La seconda conoscenza pare certamente più promettente dal punto di vista delle attese, almeno per come ci racconta.

Tuttavia, ripeto, secondo me non è che deve scegliere tra due ma, se cerca una relazione cosiddetta "seria", individuare un ragazzo - forse uno dei due, forse nessuno dei due - che la faccia stare bene e con cui lei possa essere in grado di vivere una bella relazione...

E' brutto associare la gioventù alle raccomandazioni di stare attenta ... noi tutti, giovani, sopportiamo poco questo "consiglio" ...
D'altro canto, è vero anche che bisogna stare attenti a non esser presi in giro ... nelle prime esperienze il rischio di venire illusi non è da escludere ... e ai sorrisi, alle promesse, alle cene e o alle spa ... non per forza si associa un sentimento preciso.

La voglia di scoprirsi, o di fare sesso, o di viversela "come viene" è lecita tanto quanto quella dell'avere una relazione ... l'importante è che ambo le parti vivano l'incontro con simili attese ... (e, secondo me, nei periodi in cui l'intenzione è "divertirsi", forse esser liberi è l'opzione migliore!)

Con tutti i ragazzi che incontrerà le consiglio di valutare questo: volete la stessa cosa?

Al sì può corrispondere una relazione promettente, come pure un'avventura altrettanto promettente (dipende da cosa volete ... nella vita a volte si cambia anche idea).

Auguri

Dott. Ferdinando Toscano
Psicologo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore la ringrazio per la sua risposta che terrò sicuramente in considerazione nella mia riflessione.
Vorrei ancora chiederle: secondo lei il gesto di volermi dare le chiavi di casa non è un po' incoerente con l'idea del "ragazzo scostante"? Cosa ne pensa? Secondo me non è una cosa che si fa con qualcuno con cui ci si vuole solo divertire. È anche vero che per ora è solo una promessa e non c'è certezza che avverrà.
Inoltre, lei ha sottolineato l'importanza di chiarire a vicenda le proprie intenzioni in una relazione (cosa che condivido). Ma il ragazzo mi ha detto più volte che vuole una storia seria con me e mi ha esposto i suoi sentimenti. Il problema, appunto, è che non sempre i suoi atteggiamenti corrispondono alle sue parole. Credo che la mia mancanza di fiducia completa per lui generata da questi atteggiamenti sia il principale tassello mancante, e mi chiedo se sia possibile o valga la pena ripristinare la fiducia.
Grazie di nuovo
[#3]
Dr. Ferdinando Toscano Psicologo 93 8
Gentile signorina,
prima di risponderle sulla questione principale, le domando, ammesso che questa cosa si concretizzasse mai...

Ma ha davvero senso che questo ragazzo le lasci le chiavi di casa? E lei se la assume la responsabilità di averle? (e se le perde? e se sparisce qualcosa da casa di questo ragazzo?)

Occhio inoltre al "ricatto" che questa cosa potrebbe costituire ("ti ho dato le chiavi, quindi figurati se ..." ... una scusa per ogni occasione?)

... andando invece al nocciolo ...

Le rispondo con una frase sola.
"Le parole più belle sono i fatti".

Chi fa il mio mestiere (i miei colleghi sicuramente meglio di me) sa che una persona non è quasi mai quello che dice di essere e ancor più non fa quasi mai quello che dice di fare.

Ciascuno racconta (e si racconta) le storie che gli vengono più comode.

Se deve fidarsi di questo ragazzo non glielo posso dire io, non glielo deve dire lui e non lo può dire lei-e-basta, ma soltanto lei-guardando-i-fatti. Passati, presenti e futuri.

Dott. Ferdinando Toscano
Psicologo

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio ancora, è stato davvero esauriente. A questo punto credo di dovermi fidare delle mie sensazioni istintive. Effettivamente la questione chiavi, come mi ha fatto notare, è più controversa di quanto può sembrare. Credo che se mai questa promessa si concretizzerà le rifiuterò.
Grazie ancora
Irene

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio