Sospetto compagno gay

Buonasera, scrivo qui perchè ho un dubbio che oramai mi assale.

Sono fidanzata con un uomo di 40 anni da 4 anni e con cui convivo da 3.
Tra noi non c'è mai stata una forte passione, ma io ho sempre "fatto finta di nulla", nel senso che guardavo ad altre cose in passato ed ero presa dai miei problemi lavorativi, per cui il resto passava in secondo piano.
Mi sono trasferita per lavoro in una nuova città lontano da casa e lui è venuto con me dopo qualche mese.

Il problema è che da quando io ho trovato la serenità professionale sto ripensando al sesso, e mi sono resa conto che è una componente che mi manca e che manca del tutto nella mia relazione.

Lui è molto buono e molto sensibile, ma noto che non è proprio attratto sebbene io sia abbastanza piacente.
Non mi abbraccia mai, mai mi sfiora e zero sesso se non quando io mi metto di santa pazienza e lo coinvolgo, ma i risultati sono pessimi (spesso non ha erezione, se pure la ha dopo un minuto finisce).

Sto collegando alcune cose e ho il sospetto che possa essere gay o avere problemi più profondi che non comprendo.

Ho provato a parlarne con lui in più occasioni ma mi rendo conto che non riesce a parlarne, rimane impietrito e mi guarda come un cucciolo indifeso in silenzio finchè non cambio discorso e tutto torna come se niente fosse.
La nostra storia è fatta di condivisione di momenti come viaggi, cene, ristoranti, uscite, ma manca una profonda intimità.

Ho pensato a qualche episodio, ad esempio a un capodanno a new york in cui era abbastanza ubriaco mi dava l'impressione che guardasse e volesse toccare il sedere al cameriere.
Oppure quando vede oggetti allungati li guarda e li tocca.
Spesso mi succhia l'alluce... insomma è come se ora mi stessi fissando che è gay.

Avevamo pensato di sposarci ma nutro questi forti dubbi che gli ho esposto con fermezza, ma zero...lu non cambia atteggiamento, nè ne parla,
Mi sono fatta regalare un super completino intimo sexy, che ho sfoggiato per fare delle foto che ho mandato a un ragazzo con cui mi sento, e lui zero, neanche ha voluto vedere come mi stesse.

Io non so come regolarmi, con lui sto bene, ma fino a quando potrò resistere??
! ! !
grazie
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 18k 587 67
Gentile utente,

se lui sia gay non possiamo proprio saperlo, sappiamo però per certo che lui è "sotto osservazione" da parte Sua e che questo non fa bene nè a lui, nè a Lei, nè alla coppia. Occorre anche dire che è Lei ad aver "cambiato le carte in tavola" dopo ben quattro anni. Intendo dire che in precedenza, presa da altri pensieri o preoccupazioni, forse non aveva dato troppa importanza alla cosa, o se non altro non la aveva interpretata con questi occhi.

Voi siete - a quanto Lei descrive - degli ottimi amici; ma non una coppia completa.
A dirla tutta una coppia può essere tale anche senza sesso (vedi gli AVEN), ma occorre che entrambi gradiscano e apprezzino tale modalità dello stare assieme. Però non è il caso Suo.


Quanto all'ipodesiderio sessuale maschile, non sempre è mancanza di desiderio verso la propria donna; talvolta è semplicemente *mancanza di desiderio* tout court, come potrà leggere qui: https://www.medicitalia.it/news/psicologia/4909-desiderio-sessuale-maschile-assente-o-scarso-perche.html .
Altre volte ci sono motivi organici, che vanno attentamente valutati dall'uro/andrologo.
Solo di persona è possibile porre una diagnosi.

Operativamente, occorre:
. parlarne apertamente e chiaramente con lui esprimendo la propria insoddisfazione e chiedendo la sua collaborazione,
. fissare una visita uro/andrologica con relative analisi ed esami di approfondimento,
. fissare una consulenza di coppia pressa un/a Psicoterapeuta che sia anche sessuologo/a (Albo in FISSonline.it).

Auspico di essere stata esauriente.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/