Utente 202XXX
Salve,

son un ragazzo di 24 anni e vorrei chiedere un nuovo consulto che riguarda la situazione particolare che stò vivendo.
Tutto è iniziato avendo urinato con decisione, dove ho sentito una fitta nella zona poco sopra la base del pene.
Da lì son iniziati dei bruciori forti, dove son durati quasi un mese.
In quel peiodo son stato seguito da un medico il quale mi ha dato degli anti-infiammatori.
Dopo qualche giorno son iniziati a comparire nuovi sintomi, come una strana durezza dell'asta del pene a riposo, tensioni in tutto il corpo lievi,soprattutto mascella, sensazione di tremore generale e formicoli alle braccia seguiti da confusione e difficoltà a concentrarsi.
Consultai nuovamente il medico, il quale mi disse che era ansia e che non trovava nessun collegamento con l'accaduto, a vedendo la mia preoccupazione (forse eccesiva), consultò uno psichiatra per una visita.
Andai alla visita dove egli mi assegnò ad una psicoterapeuta, che mi segue tuttora e dove sto vedendo, piano piano, dei risultati, a livello mentale, cioè meno preoccupazioni e diverse sensazioni sono diminuite.
Ma vedendo che il dolore nella zona pubica non cambiava,decisi di consultare un urologo, il quale mi controllò la zona della vescica, prostata e genitali e mi disse che in quella zona ero particolarmente sensibile e c'era una leggera infiammazione.
Faci la cura e mi ripresentai con i sintomi sempre uguali, dove mi ricontrollò tutto (come la prima volta), senza vedere niente di anormale o preoccupante.
Mi prescrisse Daflon 500 da prendere per un mese, il quale son in cura tutt'ora.
Sto vedendo che ho dei miglioramenti, ma son ancora a metà cura.
A fine mese dovrò ripresentarmi per fare ulteriori accertamenti.
Ho notato che lo stato di tensione aumenta con lo sforzo fisico, dunque corsa, bici o qualsiasi altra cosa.
Dopo poco tempo ho dolori nella zona pubica e palpando la zona è molto tesa.
Questa cosa mi spaventa, perchè adesso son quasi 3 mesi che non faccio attività sportiva, per paura di aggravare la mia situazione attuale.

Spero in un vostro riscontro per capire cosa potrebbe essere.

Ringrazio in anticipo,

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Devito

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Caro utente,
ma ha effettuato degli esami ematochimici per approfondire la causa di questi dolori?
Dr. Antonio Devito
Specialista in Geriatria
Ospedale San Pietro Roma

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Salve,
si ho effettuato per 3 volte l'esame delle urine e una volta quella del sangue dove non è risultato niente di anomalo.

Ma questi sintomi che sento possono essere legati al sistema nervoso?? Il fatto di avere formicolii alle mani, debolezza, tremori e tensioni a cosa si possono legare??

Forse faccio troppo attenzione al mio corpo, ma mi son accorto che anche se non ci penso i sintomi sono bene o male gli stessi!

Grazie nuovamente,

Cordiali saluti