Utente 219XXX
Gentilissimo Specialista,
mi è stata diagnosticata dal Reumatologo una SINDROME DI TIETZE , (uomo - età 44 anni) suffragata da Risonanza Magnetica Nucleare in cui c’è scritto che “la spongiosa ossea del manubrio e del corpo sternale presentano una disomogeneità di segnale: reperto che potrebbe essere ascrivibile a fenomeni di edema o riconversione midollare”.
I miei sintomi sono dolore allo sterno, alle costole alle spalle e a volte anche a schiena e braccio soprattutto a destra e mi stato prescritto dell’Ecoxib 60 mg da assumere per un mese.
Volevo gentilmente sapere:
1) Se è una malattia dalla quale si guarisce e generalmente in quanto tempo.
2) Se è vero che si distingue dalla costondrite perché il dolore si può irradiare, come accade a me, anche a spalle e braccia.
3) Se dai Rx del bacino per valutazione sacro iliache si può “scoprire” che il dolore toracico può dipendere per altre cause anche da questa zona.
Anticipatamente ringrazio e porgo saluti cordiali.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Diciamo che la malattia di Tietze, se la diagnosi e' esatta, e' una patologia di interesse reumatologico e che presenta molte varianti da caso a caso.
La distinzione dalla costocondrite e' molto generica e non si basa su elementi anatomopatologici certi in quanto anche nella Tietze sono presenti lesioni simili. La differenza e' solo topografica in quanto la Tietze riguarda tipicamente solo l'articolazione sternoclaveare, mentre la forma detta "costocondrite" le articolazioni costo sternali. Ma in letteratura queesta e' una distinzione che fanno in pochi...
Altri autori fanno una distinzione basata sulla presenza di tumefazione nella Tietze, assente nelle costocondriti pure.
In genere e' una malattia benigna a decorso spontaneamente favorevole, ma, ripeto, la diagnosi deve essere precisa ed in genere, data l'atipicita' dei sintomi, che possono anche simulare l'infarto miocardico, e' una diagnosi che va fatta per esclusione. In questo senso, in alcuni casi, puo' essere necessario eseguire anche un esame Rx di altri settori dello scheletro.
Cordialita'
Dr. A Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante