Utente 506XXX
Mia mamma ha 66 anni, alta 1,62 e pesa 72 kg. Soffre da alcuni mesi di fastidiosi e diffusi dolori articolari e muscolari, vivendo i problemi tipici connessi all’osteoporosi. Le ultime analisi datate aprile 2005 le hanno riscontrato un alto valore della VES (34).Il valore Alfa 1 e 2 sono nella norma. Molti anni addietro le è stata asportata la tiroide e per questo segue una terapia sostitutiva. Il valore di TSH è risultato essere pari a 0,44.Il suo medico le ha prescritto del Diclofenac EG 50mg. Ho letto in merito ad un estratto dalla pianta di Boswellia (India) che sembra sia efficace per il trattamento di tali e persistenti dolori. Il soggetto comunque con regolarità e senza stress (una volta a settimana) segue un corso di ginnastica per anziani e usa la cyclette da camera.Ringraziandovi anticipatamente gradirei un Vs.parere in merito e le eventuali diverse cure da adottare al caso.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Gentile signonra vorrei prima di tutto correggere alcune considerazioni che spesso sono fonte di scorretta informazione medica. Vale a dire la correlazione tra dolore ed osteoporosi. L'osteoporosi in se non dà alcun dolore a meno che non vi sia una frattura patologica. I sintomi dolorosi accusati dalla signora vanno comunque valutati da un medico. L'ipotiroidismo è uno dei fattori predisponenti l'ostoporosi e altri disturbi muscolo-scheletrici (generalmente di tipo fibromialgico). L'esame densitometrico trova indicazione per accertare l'eventualità di osteoporosi e impostare una terapia corretta, rivolta al mantenimento del corretto turn-over minerale dell'osso. Non so rispondere circa la sua domanda relativa ai vari estratti erboristici. Alcune piante, tenga presente, hanno gli stessi principi attivi di svariati farmaci in commercio, ed è per questo che non sono prive di effetti collaterali per il solo fatto di essere piante...altre non hanno effetto alcuno (almeno scientificamente accertato) se non placebo o di integratori del portafoglio di chi le vende, non so se sono stato chiaro. Va benissimo l'attività fisica aerobica costante e moderata, alcun stili di vita possono migliorare certamente la qualità stessa della vita. Le cure vanno sempre impostate attraverso l'aiuto e la professionale valutazione del vostro medico di riferimento.
Giuseppe Germanò

[#2] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile signora il quadro che descrive è decisamente aspecifico. Non è chiara la topografia del dolore, le sue caratteristiche, se si accompagna o meno a rigidità mattutina, se sono presenti segni di infiammazione articolare. Peraltro la modesta ipersedimetria può dipendere da motivi che nulla hanno a che fare con i dolori riferiti. Le consiglio perciò innanzitutto di ricorrere al suo medico di famiglia che sarà certamente in grado di valutare la situazione e di impostare il migliore percorso assistenziale per la mamma. Cordiali saluti. MG
Mauro Granata