Utente 585XXX
Salve, sono una donna di 33 anni l'anno scorso ho effettuato una radiografia alla colonna vertebrale perchè accusavo dolori alle spalle e al collo, scrivo qui di seguito il referto:

riduzione della lordosi cervicale.
modesti segni x-grafici di cervicoartrosi intersomatica e peduncolo-apofisaria.
Riduzione in altezza dello spazio intersomatico c6-c7
Accentuazione della lordosi lombare.
segni x-grafici di spondilosi dorsale e lombare.
Riduzione in altezza dello spazio intersomatico L4-L5 ed L5-S1.
Scoliosi lombare destro convessa.
Bascullamento statico del bacino con risalita in alto a sinistra di 5mm.
Vorrei capire cosa sono tutte queste annotazioni, ma ciò che mi preme veramente sapere è il rischio di osteoporosi nella mia nuova condizione:
Dopo anni di esami e controlli, mi hanno diagniosticato una meno pausa precoce (cominciata a 30 anni).

C'è un rishio di osteoporosi?
Come fare per prevenirla?
Mi trovo in una situazione da attenzionare?

Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il quadro radiologico depone per una condizione degenerativa artrosica della colonna. Per quanto riguarda l'osteoporosi, la menopausa precoce ne è sicuramente un fattore di rischio e richiede un attenta valutazione endocrino/ginecologica per un eventuale terapia sostitutiva. Esegua una MOC Dexa della colonna e del collo del femore. Nel frattempo integri la sua alimentazione con Calcio e vitamina D e svolga una regolare attività fisica settimanale. MG
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 585XXX

Anche il mio medico curante la pensa come lei, mi ha infatti prescritto la densitometria lombare e femorale "dexa".
Mi chiedo se la mia situazione richiede una certa urgenza, perchè a Palermo vi sono tempi di attesa di almeno due mesi.

Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Nessuna urgenza, si prenoti ed effettiu l'esame appena possibile. MG
Mauro Granata