Utente 414XXX
Salve dottori, sono una ragazza di 21 anni e da circa 5 anni soffro di dolori articolari a ginocchia e schiena. All'età di 11 anni mi fu diagnosticato un fibroma al ginocchio sinistro molto esteso riassorbitosi senza infiltrazioni dopo pochi anni. All'età di 15 anni fui operata al ginocchio destro in artroscopia per forti dolori e liquido nell'articolazione, durante l'intervento mi hanno trovato solo una plica inspessita che hanno reciso, ma con l'intervento il dolore non è passato e dopo poco è incominciato anche all'altro ginocchio. Inoltre ho una leggera scoliosi. Da oltre due anni ho iniziato a soffrire anche di mal di schiena, soprattutto alla zona lombare e al collo. Su consiglio del reumatologo ho eseguito diversi esami che ho appena ritirato, vi elenco i referti tralasciando i risultati negativi perchè non ci sono abbastanza caratteri disponibili.
Radiografia bacino: non si evidenziano grossolane alterazioni ossee strutturali di tipo focale a carico del bacino che appare lievemente asimmetrico per anca abbassata a destra.
Radiografia ginocchio dx e sx: Formazione ovale di sfumata disomogenea radiotrasparenza per evidenza nel suo contesto di bande e zolle di osteoslerosi, di circa mm.48 e delimitata da orletto sclerotico localizzata in corrispondenza della regione metafiso-diafisaria prossimale della tibia destra compatibile con fibroma giovanile.
RM ginocchio dx e sx: Apprezzabile da inserzione ad inserzione i legamenti crociati di segnale fisiologicamente ipointenso. Lieve versamento intraarticolare. Bascula rotulea esterna con segni di usura condrale. Nelle immagini di passaggio al terzo prossimale della tibia sul versante posteriore - evidenza di fibroma ossificato (dx) -evidenza di fibroma parzialmente ossificato (sx).
RM bacino: Segni di slerosi delle sincondrosi sacroiliache con sfumato edema.
Per gli esami del sangue è risultato solo una carenza di vitamina D 25 (oh): 11,4 su valori di riferimento 30 - 100, con assenza di hlab27 e ves normale.
Il medico di base, così come il reumatologo quando mi ha prescritto gli esami, ipotizzano una fibromialgia ed un artrosi autoimmune. Mi ha consigliato di rivolgermi ad una struttura competente, nel mio caso il Policlinico di Napoli, per approfondire. Nell'attesa vorrei un vostro parere, cosa può essere? E' possibile che in tutti questi anni nessun' ortopedico ha riscontrato tali problematiche? Come mi consigliate di procedere? Il dolore ormai è diventata una costante nelle mie giornate, nell'attesa cosa potrei usare per alleviarlo? Grazie tante per la vostra disponibilità e scusatemi se sono stata troppo prolissa.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il rilievo di edema in corrispondenza delle articolazioni sacroiliache associato alla sintomatologia dolorosa esposta può far sospettare una condizione di sacroileite e/o spondiloartrite. E' quindi necessario eseguire al più presto la visita di controllo già considerata. Il risultato del consulto sarà fondamentale per decidere eventuali altri esami e le cure del caso. Saluti cordiali.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Grazie tante dottor Granata per la celere risposta, provvederò a fare la visita.
Cordiali saluti.