Utente 515XXX
Gentile dottore, sono una donna di 56anni che svolge regolare attività fisica moderata(pilates). Qualche mese fa sono comparsi all'improvviso dolori diffusi ai piedi, caviglie, ginocchia, anche. Inoltre notevolmente peggiorata la rigidità mattutina lombare( da diversi anni protrusione discale)che migliora con il movimento, mentre nelle articolazioni ho pesantezza , dolore fatica e quasi tremore nell'eseguire piegamenti sulle ginocchia, come di articolazioni malferme.La notte mi sono svegliata spesso per la pesantezza degli arti, mani, dolore ai fianchi ed in particolare più accentuato nel fianco sn e gluteo sn , come di chiodo conficcato, sensazione presente anche di giorno.Mi sono sottoposta a visita reumatologica , su indicazione dello specialista ho preso il VIMOVO cp per soli 13 giorni anzinchè 1 mese , come da prescrizione, perchè mi ha provocato gonfiore ai piedi, ritenzione idrica con crisi ipertensiva. Ho continuato per 1 mese con tachipirina ed adesso i dolori sono decisamente migliorati anche se la sensazione di articolazioni malferme permane, tira qualcosa se accavallo le gambe, sollevo le braccia, cammino piu svelta, ho come i muscoli affaticati da acido lattico.inoltre due anni fa ho avuto problemi di tendinite ad entrambi i polsi , curata con antinfiammatori e terapia riabilitativa. Ho eseguito su indicazione dello specialista i seguenti esami:
eco piedi ed Anche , rsm polsi e mani.
I risultati eco sono concordi:
tendinite con edema (piedi) borsite
tendinte con edema (anche) borsite borsa trocanterica.
Risultati rsm : millimetriche immagini erosive ossee semilunare e piramidale.Ispessimento sinoviale , modesta tenosinovite sia dei flessori che degli estensori.
Esami di routine(emocromo, urine,... ormoni tiroidei) nella norma.
proteina c reattiva normale
fattore reumatoide negativo
ANA normale
CCP normale
Antimicrosomi aumentati
Anti tireoglobulina aumenta
Diagnosi reumatologo: entesoartrite sieronegativa ( con componente fibromialgica) sospetta artrite psoriasica sine psoriasi(no familiarità).Prescritto Metotrexato 12.5 mg.
Impaurita per gli effetti collaterali di questo farmaco ho consultato un altro specialista , che alla visita nonchè visionando tutti gli esami elencati ha fatto una diagnosi di sindrome fibromialgica , prescritto il CPK ( ancora da eseguire) , il Carnidyl cp, Sirdulud cp.
Non ritiene significativi i risultati delle varie ecografie. Adesso perdoni la mia domanda : è possibile che la ritenzione idrica provocata dal farmaco abbia influenzato i risultati delle ecografie, visto che li ho eseguiti dopo i 13 giorni di farrmaco?Pur sollevata dal non dover assumere il metotrexato , sono confusa. Posso fidarmi o devo chiedere un nuovo consulto ad altro specialista?Grata per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Muccari

20% attività
16% attualità
0% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buongiorno l'ecografia e la risonanza sono dirimenti , nonostante la normalità degli esami ematici, ci sono erosioni ed edema, tornerei dak primo reumatologo che l ha vista . Cari saluti . GM
Dr. giuseppe muccari

[#2] dopo  
Utente 515XXX

Grazie per la sua risposta dottore, le chiedo, se può rispondermi ,se ci sono alternative terapeutiche con meno rischi collaterali per la cura delle artriti esordienti ( mi sembra di capire che questa è la mia condizione ) anche se nel mio caso sono già trascorsi tre anni dal primo non ben diagnosticato episodio. Inoltre come posso recuperare lo stato di salute dei miei tendini ed articolazioni e non sentire queste limitazioni nei movimenti ?Quali integratori alimentari potrebbero essere utili?Ci sono altri esami da per capire il tipo di artrite?La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.