Sale integrale marino

Gentile Dottore,
considerando che amo mangiare cibi sani e privi di sostanze chimiche mi chiedevo se posso sostituire completamente il sale comune da tavola (che di recente ho scoperto non essere poi così naturale) col sale marino integrale . Ho letto che quest' ultimo risulta essere 100% naturale, posso considerarlo un comune sale da tavola però naturale per tutta la famiglia?.
Una sana alimentazione può prevedere l' utilizzo esclusivo di questo sale o consiglia di alternarlo con quello comune o iodato?
Sono continuamente in carenza di ferro può aiutarmi in tal senso? Se si una tipologia vale l'altro o è meglio quello proveniente dagli oceani per la presenza di metalli pesanti?
[#1]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8.6k 129 47
Gent. utente,

ritengo molto importante porre l'attenzione non sul tipo o qualità di sale...ma sulla quantità minima da utilizzare!

Le riporto di seguito un articolo che sintetizza i consigli divulgati, anche quest'anno, durante la Settimana Mondiale per la Riduzione del Consumo del Sale:

https://www.medicitalia.it/news/scienza-dell-alimentazione/5514-meno-sale-piu-salute-16-22-marzo-2015.html


Resta inteso che uno stato carenziale di ferro non troverà mai vantaggi dall'assunzione di sale!

Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore la ringrazio per i suoi consigli.

Il mio consumo di sale è già molto basso e controllato. Avendo letto che il sale comune e iodato deriva da una raffinazione che prevede sbiancamento chimico e aggiunta chimica di iodio, mi chiedo se il sale marino integrale possiamo considerarlo il giusto sale (perchè completamente naturale) da utilizzare in cucina per l'alimentazione di tutta la famiglia o è una tipologia di sale indicato per qualche patologia?
Presto molto attenzione all'alimentazione biologica e mi piace informarmi...
In attesa di un suo gentile riscontro .
[#3]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8.6k 129 47
Personalmente non lo considero il "giusto sale", per i seguenti motivi:

1) quantità ininfluente di iodio e, pertanto, non indicato nella prevenzione di questo elemento;

2) non può essere considerato iposodico e, pertanto, non indicato nelle diete di soggetti con particolari patologie (cardiovascolari, renali, ecc.);

3) l'assenza di trattamenti di raffinazione non consente di eliminare eventuali contaminanti (presenti nei mari) e pericolosi per l'uomo: mercurio, piombo, arsenico, cadmio, ecc.


Alimentarsi in modo "biologico" non vuol dire consumare tutto ciò che apparentemente può sembrare naturale, che apparentemente faccia bene e che apparentemente sia scevro da ogni rischio.


Cordialmente.


Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto