Dimagrimento eccessivo

Buon pomeriggio dottori, vi scrivo per avere un consiglio e un parere riguardo alla mia condizione fisica. Sono una ragazza di 23 anni,alta 1.62 cm e peso 43 kg. Non sono mai stata molto in carne ma nell'ultimo anno sono dimagrita in modo sognificativo senza volerlo. Ho un problema legato agli attacchi di panico per il quale assumo ogni giorno zoloft e xanax da circa un anno (sto anche seguendo una psicoterapia). Pensavo che fosse dovuto ai farmaci il mio calo di peso,ma il mio psichiatra dice che di solito con quei farmaci si tende ad ingrassare e non il contrario. Sono sempre stata inapetente inoltre. Quando sono iniziati gli attacchi di panico ho iniziato a mangiare meno perchè facevo molta fatica a mandare giu il boccone o proprio saltavo uno o due pasti,ero molto depressa. Ora però grazie alla terapia mi sento meglio e mi sembra di mangiare a sufficienza,ma niente il mio peso non cambia. Dovrei fare qualche analisi per capire qual'é il problema? O se avete un qualsiasi consiglio o osservazione fatemela presente. Vi ringrazio
[#1]
Dr. Giorgio Enrico Gerunda Chirurgo generale, Chirurgo toracico 2k 94
cara signorina se si dimagrisce vuol dire che non si mangia a sufficienza. per tranquillità faccia una analisi del sangue (T3-T4-TSH) per vedere se per caso non è ipertiroidea. ma il concetto di base è che mangia poco, ora è necessario fare un programma di rialimentazione e dovrebbe essere seguita dai un centro dove si curano i disordini alimentari. non so dove lei abiti ma sicuramente vicino a lei ce ne sarà uno in ospedale. comunque si faccia un programma e mangi tante piccole cose (spuntini), particolarmente le cose che le piacciono di più. ogni ora metta qualche cosa in bocca, dalle caramelle ai panini ecc. si metta una sveglia sul telefono per ricordarselo. il fattore di base è la voglia di migliorare e quindi prenda un impegno con se stessa e sia intransigente senza cercare scuse. tenga un diario su cui scrive ogni cosa che mangia, quante volte va di corpo e se per caso vomita.
mi scriva se vuole e quando vuole
cordialmente

Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buona sera dottore, la ringrazio per la sua risposta, ma mi sembra che si arrivi troppo facilmente a dire una ragazza che ha disturbi alimentari! Io non mi sono mai posta il problema di cosa mangiare e cosa non mangiare,non ho mai fatto diete e soprattutto non mi sono mai indotta il vomito! Quando ho iniziato a dimagrire ho chiesto al mio medico di prescrivermi qualcosa che mi aiutasse a mangiare di più dato che a me per prima non stava bene aver perso peso. Però mi ha detto una cosa utile (e la ringrazio) per quanto riguarda gli esami da fare perchè mio padre e mia sorella sono stati operati per un problema di ipertiroidismo. Non sapevo che potesse provocare anche un calo di peso !farò gli esami al più presto.
Grazie
[#3]
Dr. Giorgio Enrico Gerunda Chirurgo generale, Chirurgo toracico 2k 94
Gentile signora, quando si è fortemente sottopeso come lei non si può non parlare di disturbi alimentari. quindi entri nell'ordine di idea che se non aumenta peso avrà disturbi su tutto il corpo dai muscoli alle ossa ai reni fegato ecc. quindi se ne è capace e ne è convinta prenda con forza questo problema seguendo delle procedure che diano risultati. faccia glim esami chen servono ma si faccia seguire da medici che si occuopano di questo problema. cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, sono ricapitata per caso in questo vecchio consulto e, a distanza di alcuni anni, la informo che il mio peso è perfettamente nella norma. Psichiatri e psicologi hanno sempre escluso la possibilità che il mio calo di peso fosse legato ad un disturbo alimentare.
Ho curato con attenzione e perseveranza il problema che realmente avevo: gli attacchi di panico, un ansia paralizzante. Il malessere dovuto ai continui attacchi di panico non mi permetteva di vivere come volevo in tutto e per tutto.

Cordiali saluti
[#5]
Dr. Giorgio Enrico Gerunda Chirurgo generale, Chirurgo toracico 2k 94
Gentile signora mi fa molto piacere che stia bene. Queste sono sinceramente le lettere che preferisco. Tanti auguri e una vita serena. Cari saluti. Gerunda

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test