Utente 141XXX
Salve,

Ho 26 anni e causa di dolori/fastidi sotto entrambe le ascelle ho eseguito per stare tranquillo un'ecografia ai cavi ascellari e al collo. Premetto che faccio un lavoro molto sedentario (9-10 ore davanti al pc). Spesso il dolore è un leggero "fastido" mentre altre volte è più forte e fastidioso.

Per sicurezza però ho voluto fare questa ecografia e di seguito ecco il risultato:

L'esame ETG ha evidenziato tiroide in sede, nei limiti morfo-volumetrici ed ecostrutturali. Assi carotidei in sede, pervi.
In sede latero-cervicale bilaterale , presenza di multipli linfonodi, ipoecogeni, oblunghi, con ilo ecogeno, del dmt compreso tra 8 mm e 12 mm, di tipo reattivo aspecifico.
Anche in sede nucale si reperta unico linfonodo, del dmt di 6 mm, privo di caratteristiche sospette.
In entrambe i cavi ascellari presenza di almeno due coppie di linfonodi adiposi, aspecifici.

Sono quasi 7 mesi che ho questi dolori, ho effettuato anche esami del sangue al momento dell'inizio dei dolori ma è risultato tutto nella norma. E' possibile escludere qualcosa a livello oncologico dal risultato dell'ecografia? Dopo 7 mesi mi sarei accorto se il dolore era provicato da qualche patologia neoplastica? Mi consigliate qualche altro esame per stare tranquillo e se sì che tipo di esame?

Ringrazio anticipatamente per le risposte ma sono molto preoccupato per questo dolore poichè sotto le ascelle mi pare una cosa abbastanza insolita e so che essendoci linfonodi è una zona un pò "delicata".

Grazie milla ancora..

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sti assolutmente trnquillo . Non c'è nulla di sospetto in senso oncologico.

I linfonodi hanno significato reattivo o comunque aspecifico

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm

mentre per i dolori farei un visita ortopedica

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm

anche se i suoi dolori sono riferiti alle ascelle e non al seno.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 141XXX

Salve,

la ringrazio per la risposta rapida e precisa. Purtroppo ho già chiesto ad un'ortopedico se il dolore potesse essere posturale/muscolare ma mi ha detto che i dolori ascellari non possono essere di origine ortopedica.

Ho chiesto anche un consulto di questo tipo nella sezione ortopedica del sito e mi hanno risposto la stessa cosa: i dolori e fastidi ascellari non possono essere di origine ortopedica.

Da un lato mi ha tranquillizzato con la risposta ma leggendo un pò in giro su internet ho letto che le ascelle sono comunque una zona un pò particolare per la presenza dei linfonodi e che magari il dolore in questo punto specifico può significare anche un problema in una zona adiacente.

Mi consiglia qualche esame per stare tranquillo?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non mi sono dimenticato di Lei, anzi proprio di Lei stiamo discutendo con gli ortopedici nel post che ha indirizzato.
Lei non può leggere perchè si tratta di spazio riservato ai medici.
Stia trnquillo che quando arriveremo a qualcosa di concreto glielo comunicherò anche su questo spazio visibile a Lei.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 141XXX

La ringrazio,

Intanto nella sezione ortopedica mi hanno richiesto più informazioni ed ho già provveduto a scriverle nel modo più preciso possibile.

Rimango in attesa e grazie mille.

[#5] dopo  
Utente 141XXX

Salve dottore,

gli ortopedici nell'altro post mi hanno risposto citandomi alcune ipotesi riguardo a questi dolori che vanno diciamo da quelli dovuti alla colonna vertebrale alle patologie "locali" a carico delle ghiandole sudoripare dell'ascella, oppure dei linfonodi.

Siccome per stare tranquillo vorrei comunque eseguire qualche controllo, può intanto confermarmi che dall'esame ETG riportato sopra posso escludere qualsiasi patologia a livello linfonodale e concentrarmi magari di più su qualche controllo vertebrale? Oppure crede sia il caso di fare ancora qualche altro controllo a livello ascellare per escludere una patologia oncologica?

Grazie mille.

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ho seguito.

Il referto del'ecografia ascellare parla di linfonodi aspecifici e quindi non serve alcun approfondimento,
ma solo un controllo precuzionle.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 141XXX

La ringrazio,

cosa intende per controllo precauzionale? Effettuare qualche esame di controllo ?

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Controllo ecografico
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
Utente 141XXX

Ah ok,

ma se l'ecografia l'ho già eseguita e da quello che anche Lei mi ha detto risulta tutto ok serve ripeterla ogni tot di tempo?

Oppure devo fare qualche altro tipo di ecografia?
Scusi se le pongo questa domanda ma non ho capito come mai mi ha risposto controllo ecografico se è proprio quello che ho già fatto.

Devo ripeterlo di tanto in tanto?

[#10] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Solo un controllo a distanza di 6 mesi e poi se il quadro è stabilizzato non lo ripeterei più.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#11] dopo  
Utente 141XXX

Salve dottore,

la ringrazio ancora per la disponibilità e per l'aiuto. Ho letto su internet che facendo l'ecografia si può avere sì un quadro un pò più specifico della situazione ma non è detto che se i risultati sono tutti negativi allora non abbia nulla di preoccupante. C'è anche la possibilità che con l'ecografia qualche cosa non si veda e a dispetto dei risultati negativi qualche patologia da prendere in considerazione ci sia. Visto che non sono un medico non so se questo sia vero e mi piacerebbe sapere cosa ne pensa.

Se fosse vero,iccome io vorrei essere sicuro al 100 % che non ho nulla per stare tranquillo, ed un pò in pace visto che questa situazione mi sta mettendo un pochino in crisi può consigliarmi quale sia l'esame da poter fare per stare tranquillo e sicuro al 100 % oltre a quello già eseguito dell'ecografia?