Utente 917XXX
Salve, vorrei sapere le quantità in grammi e qualche esempio tipo di alimenti da preferire per integrare in modo sano e non rischioso per la salute un'adeguata supplementazione dietetica di fitoestrogeni. Ho letto dovrebbe essere di circa 60 grammi di proteine di soia al giorno, corrispondenti a circa 60 mg di fitoestrogeni. Ma ci sono anche altri alimenti che ne contengono come ad esempio i fagioli o i finocchi, piuttosto che alcuni tipi di verdura e la frutta fresca o secca..ma contengono le stesse quantità di fitoestrogeni della soia? sicuramente in dosi differenti? Due anni fa avevo sostituito per colazione il latte vaccino parzialmente scremato con quello di soia e consumavo anche l'olio di soia per condire le pietanze..nel giro di 2/3 mesi ho notato un aumento del seno e un aspetto più turgido dello stesso..dunque ho continuato a seguire quel tipo di sostituzioni fino a quando non ho avuto un blocco del ciclo durato quasi 2 anni. La mia ginecologa mi sconsiglia assolutamente di integrare alimenti derivanti dalla soia perché potrebbero alterare nuovamente il funzionamento ormonale e causare amenorrea come già successo, oltre a rappresentare possibili fattori di rischio per il tumore del seno..questo però credo ovviamente se le dosi di fitoestrogeni assunte quotidianamente sono elevate e superano il limite di 60mg e il seno aumenta anche di 2 3 taglie. Leggo però vari commenti sui vantaggi che un'adeguata introduzione di alimenti a base di soia possono apportare alla salute. Vorrei un parere e consigli in merito. Ringrazio anticipatamente e porgo i miei cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Abbiamo affrontato moltissime volte questo tema su questo sito

https://www.medicitalia.it/consulti/Ginecologia-e-ostetricia/13711/Fitoestrogeni-per-il-seno

gli studi successivi (l'ltimo recentissimo vedi attualità in senologia n 61)

http://www.senosalvo.com/attualita_intro2010.htm#61

hanno traquillizzato tutti sull'uso dei fitoestrogeni anche se quelli utilizzati per lo studio contenevano infatti una combinazione di isoflavoni, composti simili agli estrogeni, diversa da quella che si trova nei preparati normalmente in commercio.

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com