Utente 226XXX
salve! premetto che a mia madre (57 anni)è stato diagnosticato un tumore al seno a luglio (sintomo capezzolo retratto) e le è stata effettuata l'asportazione del seno. ora sta facendo chemioterapia preventiva. Io ho 31 anni e ho effettuato la prima mammografia seguita da ecografia il mese scorso. Risultato negativo. Descrizione della ecografia:parenchima mammario di ecostruttura densa (displasica) conservata, senza immagini cistiche o nodulari suggestive di patologia nel momento attuale 8scusate la traduzione, ma sto traducendo dallo spagnolo). Ora un paio di settimane fa ho notato dolori/bruciori a entrambe le ascelle (attribuiti in un primo momento all'uso di un deodorante che ho smesso subito di utilizzare, mi sentivo come un bastoncino sotto le ascelle, ma non c'erano noduli) e da una settimana ho cominciato a sentire dolore al seno destro (dolore persistente e fastidio al tatto con sensazione di bruciore). Il seno destro appare gonfio (è sempre stato più grande del sinistro ma ora è una taglia in più quasi) e duro. Non appare arrossato, nè noto cambiamenti rilevanti della pelle (a parte qualche smagliatura di scarsa rilevanza secondo il mio medico) e del capezzolo (il capezzolo appare dello stesso colore del sinistro con la stessa rugosità dell'areola e c'è assenza di secrezioni spontanee o indotte). Il gonfiore inizia sotto la clavicola, ma non si notano noduli nè all'autopalpazione nè alla palpazione del medico. La dottoressa mi ha detto che secondo lei non mi devo preoccupare, perchè sebbene il gonfiore sia evidente il fatto che l'ecografia e la mammografia di solo un mese fa abbiano dato esito negativo è un buon segno. Mi ha consigliato di prendermi ibuprofene ogni 8 ore e mi ha prescritto analisi del sangue generali, con primo studio tiroideo e livelli di prolattina (non sono incinta, prendo yasmine da 11 anni e non ho mai avuto figli né aborti). Dopo 3 ibuprofeni il dolore è quasi passato, ma il seno destro continua ad essere più grande del sinistro. Sono un po' preoccupata ora, anche se mi rendo conto che dovrei stare tranquilla per l'esito recente dell'ecografia. probabilmente sono anche un po' stressata per quello che è successo a mia mamma (ultimamente lo stress si fa sentire abbastanza: stanchezza, inappetenza, caduta dei capelli...) ma ho bisogno di avere qualche sicurezza in più. Giovedi ho la visita col ginecologo e non posso aspettare tanto...non riesco più a dormire!!! leggo sempre questo forum perchè lo ritengo serio ed efficiente. Spero che qualcuno mi possa aiutare!!!! grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Avendo fatta già la visita, la ecografia e la mammografia (inutile e dannosa a 31 anni, ma a chi è venuta questa geniale idea di prescriverla senza alcun sospetto fondato???) starei tranquilla.


https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/34-cura-sintomo-dolore-mammario-tensione-mammaria.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm

importante anche la scelta del reggiseno.


https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/15-reggiseno-strumento-diabolico-salute.html

Avere la mamma con un tumore alla mammella non giustifica di essere subito classificata a "rischio familiare"

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno

http://www.senosalvo.com/valutazione.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 226XXX

La ringrazio per la celere risposta Dott. Catania. La mammomagrafia me l'aveva prescritta il mio medico curante. Io vivo in Spagna, qui lo screening mammario comincia ai 35 anni, ma il mio medico ha preferito farmi iniziare prima visto il recente caso di tumore alla mammella di mia mamma (io me lo sarei risparmiato volentieri il fastidio della mammografia).

Ho letto gli articoli che mi ha linkato e sono un po' più tranquilla (aggiungo che il fatto di vivere lontana dalla famiglia e di essere ufficialmente ipocondriaca non facilita le cose). ora non c'è che da aspettare giovedi per la visita dal ginecologo. Stamane mi sono svegliata ancora col seno destro gonfio e il dolore è tornato a aumentare, ma a questo punto non so se è perchè continuo a toccarmelo in cerca di cose strane o se è perchè continua l'infiammazione.

Se non Le dispiace giovedi tornerò a scriverLe per comunicarLe l'opinione del ginecologo e l'esito degli esami del sangue.



[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non lo tocchi, faccia la visita e ci aggiorni pure.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 226XXX

Gentile Dott. Catania,

ho fatto gli esami del sangue e sono risultati nella norma più o meno:

PROLATTINA: 28,4 ng/ml
TSH 3,01
T4 1,23 ng/dl

NEUTROFILI SEGMENTATI 3,26
EOSINOFILI 0,11
BASOFILI 0,02
LINFOCITI 3,83
MONOCITI 0,45

EMOGLOBINA 11,8 g/dl
EMATOCRITO 37,1 %
VCM 91 fl
HCM 29pg
CHCM 32 g/dl
RDW 12,4%
PIASTRINE 346x 10(3)/ul
VPM 9,9 fl
LEUCOCITI 7,68x10 (3)/ul


Sono andata a fare la visita dal ginecologo che mi ha fatto la citologia annuale (risultata normale9 e mi ha rifatto un'ecografia al seno senza rilevare niente. Ovviamente ha notato l'aumento di volume evidente del seno destro, ma secondo lui non è niente. Dice che mi sta aumentando il seno (a 31 anni? non è un po' tardi?) e mi ha detto di smettere di prendere la pillola (yasmine9 e di prendere ogni giorno 2 pastiglie di olio di onagra. per il dolore mi ha detto di mettere tre volte al giorno la crema voltaren. Ora, è passata una settimana quasi e io continuo ad avere dolore al seno destro (capezzolo) e il seno continua ad essere gonfio come prima (seno gonfio e mi sento gonfia anche la parte tra la clavicola e il seno destro, parte che risulta dura in tutta la sua lunghezza). Io non so più che fare...comincio a non sopportare più il dolore e mi da fastidio persino guardarmi allo specchio. Lui dice che non devo prendere antibiotici, ma è un mese che va avanti questa situazione!!!!!!
Sto cominciando a disperare...quando il dolore passa o si attenua, mi assillo guardando la differenza di dimensioni del mio seno. credo che potrei impazzire, senza contare che poi comincio a guardare in internet e mi angoscio vedendo i risultati che mi escono. Non capisco che mi succede percjè a parte il dolore e il gonfiore non ho altri sintomi rari: niente febbre, stanchezza normale, ho appetito e così via...insomma, o rispolvo il problema o mi vedo già andando dallo psicologo.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Purtroppo a distanza non saprei che dirle .

Va benissimo l'olio di onagra (o di enotera) che contiene un alto contenuto di acido gammalinoleico. Purtroppo però occorrono circa 3 mesi prima che si dimostri efficaci.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com