Utente 312XXX
Buon giorno.
Ho 47 anni e da un anno al seno sinistro ho secrezione trasparente, che rilevavo di solito come una piccola gocciolina. Ai controlli periodici annuali (mastopatia fibrocistica, no noduli, probabile ectasia duttale a sinistra) mi hanno detto che era normale. Primi di giugno sulla canottiera ho trovato delle piccolissime macchioline rosato-brune, spremendo il capezzolo visto che usciva una gocciolina colorata bruna. Al controllo annuale (mammo+ eco), che avevo proprio il 14 giugno, ho fatto presente la modificazione della secrezione.Esito di quella mammografia:" Mammelle di volume sostanzialmente simmetrico. Regolari cute e capezzoli; non tumefazioni palpabili. Secrezione provocata, monoorifiziale, monolaterale, siero ematica a sn. Corpo ghiandolare ben rappresentato. Non formazioni espansive a carattere infiltrante nè microcalcificazioni sospette. Non masse patologiche rilevabili ecograficamnte. Conclusioni:sospetto papilloma intraduttale; necessario proseguimento delle indagini con galattografia R1-U2 BI-RADS1." Il medico ha detto di non preoccuparmene e di fare accertamenti a settembre.
Io ho preferito togliermi subito il pensiero, e pochi giorni dopo eseguivo la galattografia a sinistra, che non sono riusciti a fare, non riuscivano ad entrare. Esito:"Nonostante numerosi tentativi, anche con l'uso di dilatatori non è stato possibile iniettare mezzo di contrasto nel dotto secernente a sinistra. E' stato eseguito esame citologico del secreto, con reperto di materiale processi proteinacio inglobante rare emazie e squame cornee. Al controllo ecotomografico non si osservano dotti significativamente dilatati da tale lato.In retroareolare sn si rilevano minute calcificazioni per cui si consiglia valutazione chirurgica.(R3).
Chiaramente ho fatto subito dopo visita dal senologo-chirurgo, che non rileva noduli, ma con spremitura capezzolo sinistro a ore 3, ottiene secrezione (dice che è più che altro sierosa, infatti rispetto ai primi di giugno è di nuovo più chiara).
Mi dice di stare tranquilla, è una patologia benigna, consiglia duttogalattografia a settembre, e quasi mi chiede:"che facciamo, vogliamo operare?", sono sorpresa, non riesco a chiedere lì per lì alcunchè. Scrive "capezzolo sin secernente", propone operazione in day hospital, anestesia generale. Dice:"se a settembre secrezione non c'è più, non serve operare".Boh. Mi pare di aver capito che papilloma non si sa se c'è, devo operare lo stesso?Scusate la prolissità, confido in una vostra cortese risposta.

P.S.
Altre notizie:
Quasi tre mesi fa avuto forti dolori a entrambi i seni e capezzoli,erano molto gonfi, dopo 5-6 giorni, tutto finito.Forse uno sbalzo ormonale?(A 40 anni ho dovuto togliere utero perchè a causa di fibromi avevo cicli-emorragie).
Due mesi fa sul capezzolo sinistro mega-brufolo doloroso con punta bianca (è rimasta,e capezzolo sinistro sembra più grosso)
Il 1/7 ho controllato prolattina, (in passato anche molto alta) 1° prelievo 56.7, 2° prelievo dopo mezz'ora 50

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Legga questa scheda e mi risponda a tutte le domande .

http://www.senosalvo.com/pdf/scheda_visita.pdf


Sulle secrezioni legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/77-secrezioni-seno.html

e spieghi meglio se è monoporica, spontanea, abbondante.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 312XXX

Buon giorno, Dr. Catania,
grazie tantissimo per la Sua risposta.
Le scrivo qui di seguito quello che mi chiede:
Secrezione monoporica, abbondante (lo ha detto il senologo - io non so valutare- anche in altro esame durante la galattografia l'operatore, stringendo il capezzolo per quattro-cinque volte ha fatto uscire sempre due-tre goccioline, tranne l'ultima volta che ne è uscita di meno), per il fatto della spontaneità, quando fino a uno-due mesi fa era trasparente, rilevavo io una piccola gocciolina che usciva da sola (mentre mi vestivo, se sfioravo il seno, sentivo umido sulla mano, oppure la vedevo) da quando è cambiato il colore(uno-due mesi) mi sono trovata macchiata con piccolissime macchioline la biancheria in tutto una decina-quindici volte (quindi totalmente spontanea), esce invece sempre con una leggera spremitura del capezzolo, non mi capita mai di vederla spuntare da sola dal capezzolo.
Provato poco fa, è uscita una goccia, alla vista sembrava trasparente (sul cotone bianco è risultata essere giallino-marrone chiarissimo). Comunque ora non è più del colore bruno-rossiccio delle prime due-tre settimane di giugno.

Ah, ho sbagliato a scrivere, il senologo-chirurgo ha disgnosticato"capezzolo secernente" e ha consigliato una duttogalattoforectomia, (toglierà il dotto a ore tre e altri due dotti limitrofi) come Lei avrà già capito.
________________
Le rispondo alla scheda:

ETA’.47

FAMILIARITA’

Indicare quanti componenti della
famiglia hanno avuto un tumore della mammella o dell’ovaio (no
utero) Sia linea materna che paterna . L’indagine va
estesa sino ai cugini (sì anche i maschi possono
ammalare di tumore alla mammella) e cugine di primo gr
ado. In caso di riscontro di tumore va annotata
età di insorgenza (importante se < a 50 anni), se
ha colpito una o entrambe le mammelle, se insorto in
qualche maschio della famiglia.

NESSUNO

ETA’ DI INSORGENZA DELLE PRIME MESTRUAZIONI

10 anni e mezzo

MENOPAUSA
Ancora no

GRAVIDANZE
No (Ma ho lo stesso due splendidi bimbi!!!)

INTERRUZIONI DI GRAVIDANZE
No
USO DI ORMONI
Pillola per un paio di anni in tutto (dopo primo intervento di fibromi a 30 anni e prima di intervento risolutivo, ah prima dell'intervento di isterectomia con pastiglie mi hanno fatto sparire il ciclo)
e due cicli di fecondazione assistita
TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA
No
RADIOTERAPIA
No
DIETA PREVALENTE (*):
elevato contenuto di grassi
No
Consumo di alcol
No
FUMO
No
PRECEDENTI INTERVENTI SULLA MAMMELLA
No
ATTIVITA’FISICA
Adesso no
____________________

Dimenticato di dire anche che a sinistra, (a ore 10-11 rispetto a sospetto papilloma di ore 3) ho un lipoma, me ne sono accorta un anno fa,feci ecografia, potrebbe arrivare da lì la secrezione?

Secondo lei è indicato questo tipo di intervento? Non so cosa fare, ma certo non vorrei andare incontro a rischi o a sottostimare un rischio, nel dubbio preferirei operarmi (ma di cosa, il capezzolo secernente di per se, lo richiede?) . Le chiedo anche: per capire cos'è (papilloma?) si può fare un esame istologico visto che la galattografia è fallita? o altri esami? inoltre, l'intervento non si può fare in anestesia locale (preferirei, visto che di anestesie generali ne ho fatte abbastanza...). Scusi tutte queste domande!
La ringrazio tantissimo in ancicipo per la Sua risposta, Le auguro una buona giornata!

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Starei tranquilla e la diagnosi di papilloma intraduttale non è da escludere.

Io, se fosse una mia familiare in considerazione (ne parli con il suo curante) delle caratteristiche della secrezione e soprattutto della sua età taglierei la testa al toro con l'esecuzione di una Risonanza Magnetica con mezzo di contrasto.

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Ripeto : si consulti con il suo curante informandolo di questa nostra chiacchierata.

Non concordo affatto con il ragionamento clinico per via della sua età

>>Mi dice di stare tranquilla, è una patologia benigna, consiglia duttogalattografia a settembre, e quasi mi chiede:"che facciamo, vogliamo operare?", sono sorpresa, non riesco a chiedere lì per lì alcunchè. Scrive "capezzolo sin secernente", propone operazione in day hospital, anestesia generale. Dice:"se a settembre secrezione non c'è più, non serve operare>>
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 312XXX

Grazie della Sua risposta, Dr. Catania.
Ho un ultimo paio di cose da chiederLe, per favore.

Non ho capito l'ultima frase, Lei intende che per via dell'età e del tipo di secrezione sarebbe meglio non essere così tranquilli, (cioè dare per scontato un papilloma intraduttale ) bensì sarebbe meglio escludere con certezza ipotesi peggiori facendo una RM con una certa urgenza?

Il papilloma intraduttale non avrebbe dovuto in qualche modo evidenziarsi con l'esame citologico?

Non riesco a trovare l'articolo sulla RM, a quel link che mi ha dato non c'è più, mi può ricontrollare l'indirizzo esatto?

Se l'ipotesi di papilloma intraduttale non è da escludersi, in ballo resta solo quella che mi fa più paura, o ce ne sono altre?

A questo proposito, resto ancora un po' tranquilla solo perchè nelle ultime analisi del 1/7 abbiamo messo anche l'antigene 15.3 , valore 22.9 U/mL, quella inserita nelle analisi del sangue in precedenza (il 16/11/2012) in concomitanza con la scoperta del lipoma era di 23.0. Lo so che non dovrebbe essere usata con valore predittivo, ma visto che sono un po' ansiosa in proposito, ho chiesto di inserirla...

Grazie ancora e buon lavoro!

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Trova l'articolo allegato sul mio sito www.senosalvo.com
nella sezione APPROFONDIMENTI

I marcatori tumorali non servono per fare diagnosi nel suo caso.

Ripeto il papilloma non è da escludere ma oltre una certa età, come la sua, VA DIMOSTRATO che non sia da ascriversi la secrezione ad altro.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 312XXX

Buon giorno, dott. Catania!
La ringrazio ancora di cuore per l'aiuto che mi ha già dato con i Suoi preziosi consigli.
Ho appena eseguito la risonanza magnetica come da Lei consigliatami, Le trascrivo qui di seguito l'esito:

RM DELLE MAMMELLE +/-MD del 04.09.2013:
L'indagine è stata condotta con sequenza THRIEVE prima e dopo somministrazione di 0,1 mmol/Kg di mezzo di contrasto paramagnetico per via endovenosa.
Sono state eseguite elaborazioni con sottrazione d'immagine, MPR e MIP ed analisi quantitativa nelle aree di enhancement a maggiore intensità.
In regione retroareolare sinistra, nelle immagini T2 pesate, è presente immagine di dotto lievemente dilatato, diretto verso i quadranti esterni: in tale sede dopo MCD si rileva unica sfumata micro-intensità del diametro di circa 0,4 cm.
Non immagini significative per focolari di neoangiogenesi a destra. I rilievi descritti a sinistra potrebbero essere compatibili con piccolo papilloma intraduttale.

-------------

Le posso chiedere ora, Dr. Catania, che cosa mi consiglia di fare? Tengo in grandissima considerazione la Sua opinione a riguardo...
In proposito avrei un po' di domande da farle:
non è vero che il papilloma intraduttale NON ha tendenza alla trasformazione in senso neoplastico maligno? Togliere un dotto non equivale anche a non permettere ad una eventuale successiva altra formazione limitrofa di dare un segnale della sua presenza con una secrezione? Visto che i papillomi possono recidivare, non c'è una qualche terapia che permetta di evitare le recidive ? scusi se tante di queste domande sono da ignorante in materia...
Se fosse nei miei panni, Lei si farebbe operare dal senologo/chirurgo del quale non ha condiviso il ragionamento clinico... no, lo dico perchè io sarei a una cinquantina di minuti dal Suo amico e collega Alfonso P... Che Lei sappia, opera in anestesia locale i papillomi e dove?
Grazie in anticipo per il parere che vorrà darmi! Mi ha già aiutato tanto...
Grazie e buona giornata

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La diagnosi ora e la sede mi sembra molto più precisa

>>in tale sede dopo MCD si rileva unica sfumata micro-intensità del diametro di circa 0,4 cm.<<

Con una centratura (riverificherei con una ecografia mirata portando l'esito della Risonanza) ecografica (se lo "vede" l'ecografia ) un interventino in anestesia locale potrebbe risolvere tutto.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 312XXX

Buon giorno, Dr. Catania! Spero abbia avuto modo di rinfrancarsi un po' con delle sane vacanze!

Un'ultimo dubbio, se posso.
Leggendo su questo sito altri casi simili al mio di capezzolo secernente, ho trovato talvolta che, nonostante la Risonanza abbia indicato la presenza di papilloma, dopo l'istologico, successivo l'intervento, si è scoperto che c'era un carcinoma.

Corro anch'io questo rischio o la risonanza lo esclude?(La secrezione c'è ancora ma sempre giallino chiara)
Lunedì prossimo sarò visitata dal Suo amico e collega Alfonso P., come vede mi lascia in buone mani...
Grazie ancora per tutti i Suoi chiarimenti, buon lavoro a Lei e grazie anche a Medicitalia per il grande aiuto che offre!! Lo sto pubblicizzando con tutti i miei amici e conoscenti!

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
In quei casi non era stata eseguita la Risonanza ed in altri ancora neanche la mammografia. Quindi è probabile che nel suo caso venga confermata la diagnosi e l'eccesso di prudenza deriva dalla sua età (più cresce l'età minori sono le probabilità del papilloma).

Mi saluti Alfonso
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 312XXX

Grazie per la Sua risposta, Dott. Catania, Lei è sempre molto disponibile!
Ho eseguito la visita, il Suo collega mi è sembrato un medico di grande esperienza e anche molto "umano"; sono molto contenta di avere trovato il nome di un medico così in gamba, vicino alla città dove vivo, "spulciando" su questo forum.

Mi opererà entro questo mese... glielo saluterò senz'altro... e naturalmente più in là posterò anche l'istologico, così chiudiamo il cerchio, cosa che ritengo utile anche per chi dà un'occhiata ai consulti per farsi un idea.

Grazie ancora e buona giornata a Lei, Dr. Catania!

P.S. L'idea che Lei sia un medico con i superpoteri non mi abbandona da quando mi rispose la prima volta...(sia per la sua competenza, sia per l'umanità -come ho potuto capire anche leggendo il consulto della famosa signora di Padova,[che saluto e abbraccio se mi sta leggendo], e sia per gli orari improbabili in cui mi pare di aver capito Lei talvolta invia le Sue risposte... e credo che come me la pensano molte donne in difficoltà che cercano su questo sito risposte che facciano chiarezza.
Quindi La ringrazio di nuovo a nome mio e di tutte per il Suo lavoro che svolge con grande passione, si capisce, e - anche- per il suo lavoro su questo sito... [ma come fa a fare tutto il lavoro che fa (lo vede che ritorna l'ipotesi dei superpoteri?)]
Di grande valore anche l'idea di questo sito, complimenti a tutti voi, bravi, bravi, bravi!...

[#11] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ho superpoteri....ho un negozietto di "bottoni".....e poiché da decenni vedo solo bottoni...anche se il Q.I. non è eccelso, sui bottoni me la cavo meglio del pizzicagnolo (^___^).

Mi saluti Alfonso quando la opererà ! Anche lui ha un negozio di bottoni......
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Intanto ho trasmesso i suoi saluti alla sua corregionale.........

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/255545/Lettera-per-il-Dott-Catania#1727524

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com