Utente cancellato
Salve sono una ragazza di 33 anni, sono molto preoccupata in quanto da un paio di anni sto sempre male ma adesso sono peggiorata ; frequente astenia palpitazioni e febbricola 37,2.
In questi ultimi anni ho fatto numerosissime visite dove mi hanno trovato in seguito ai miei sintomi e malesseri dei valori alterati.
Le igg e IGM immunoglobuline , le gamma più alte e le catene lamba leggermente alterate .ho fatto esame immunofissazione e negativo per componente monoclonale . Ho il ca 15,3 a 56 e due anni fa a 45 ..in più soffro di tiroidite d hascimoto da 10 anni e sono in cura con euritox ma proprio la tiroide sta andando bene . Ho fatto una pet e mi hanno consigliato solo visita ginecologica perché non si vedeva bene l utero e la ginecologa mi ha riscontrato dei polipi nell endometrio e gli estrogeni abbastanza alti . Ho fatto ecografia al seno e mi risultano due piccoli fibroadenomi nel 2012 sono stata operata per fibroadenoma , adesso mi dicono che sia meglio fare mammografia .
Sono terrorizzata all idea di avere un tumore ..mi sento male sto facendo mille analisi tra cui visita cardiologica da cui risulta tachicardia sinusale e onda p con atteggio ..Ho fatto eco addome e risulta perfetta a parte l utero dove ho l endometrio molto spesso .
A me spaventa questa stanchezza , la febbricola che non so se dia dovuta al preciclo eterna sensazione di svenimento ,sbalzi pressori ed extrasistole .
Questo ca 15,3 che è' aumentato mi fa molto paura e non mi sento presa in considerazione da nessuno , in quanto mi passano da un medico all altro ..adesso non vedo l ora di fare mammografia visto che 2 mesi fa non me l hanno voluta fare quando ero già li perché avevo fatto eco recente ed ero troppo giovane !
La mia vita sta risentendo di tutto questo non c e la faccio più sono stata al ps e mi hanno rimandato via dopo controllo cardiologico .
Ho paura di tutto ..

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1) Sul suo quadro clinico complesso comprenderà bene che sia difficile (oltre che non corretto) fare ipotesi senza una visita.

2) I marcatori non si richiedono quasi MAI per far diagnosi, ma solo per monitorare tumori già diagnosticati. Questo per la possibilità di FALSI POSITIVI devastanti sul piano psicologico.

Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/75-marcatori-tumorali-tumor-markers.html

I valori che allega non suscitano sospetti in senso oncologico e pertanto ritengo che la mammografia nel suo caso sia stata richiesta solo a scopo precauzionale.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
361439

dal 2014
Dottore innanzitutto la ringrazio per la sua celere risposta , comprendo che sia difficile fare ma diagnosi così , ma sono veramente esasperata non sentendomi bene e a essere spedita da un medico all'altro senza aver risolto nulla.
C'è chi dice che potrei avere una malattia autoimmune visto la mia situazione anticorpale mossa, ogni tanto ho positivi gli anticardiolipina igg a volte muscolo liscio ..i marker mi erano stati prescritti insieme al ca125 e CEA per un sospetto di endometriosi e infatti nell ultima visita mi è' stata trovata un po' nella zona rettovaginale.
Per quanto riguarda il ca 15,3 e' positivo dal 2011 ma adesso è' più alto ..ma con la per che ho eseguito si sarebbe visto se c era qualcosa di strano ?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' per Lei alto. Per noi oncologi è basso per sospettare quel che Lei teme.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
361439

dal 2014
Grazie dottore ; ma allora perché è' positivo? A volte 56, altre 62 ! Il massimo dovrebbe essere 35

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/75/i-marcatori-tumo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
361439

dal 2014
Ho letto , e' stato gentilissimo .
Il mio dubbio era perché avendo febbriciatola , sti valori e sintomi vado a pensare a quelle cose.
Pure i fibroadenomi quindi possono aumentarlo ,
Grazie ancora e buona serata

[#7] dopo  
361439

dal 2014
Dottore leggendo il link sui marcatori mi è' rimasto impresso questo:

"Ma proprio perché il loro segnale è indiretto, i markers possono avere un grande valore clinico. In una patologia così insidiosa come il tumore, essi possono lanciare un segnale di allarme molto prima che compaiano quei segni clinici che mettono in allarme il paziente o il medico: e talvolta anche prima che sia possibile identificarlo con altri strumenti diagnostici."

Quindi magari non mi hanno trovato con esami strumentali ma può essere un segnale d' allarme prima dei sintomi clinici

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì ma c'è scritto anche

>>Questa considerazione ha fatto capire che la ricerca di alcuni marcatori non sia indicata per la prima diagnosi e per gli screening dei tumori, salvo qualche eccezione.
Si può concludere che il dosaggio dei marcatori assai difficilmente può aiutare il medico a formulare una diagnosi precoce mentre è assai più importante per verificare l’efficacia delle terapie oppure per rivelare con anticipo la presenza di una eventuale ripresa della malattia nei pazienti già trattati.

Per questo non basta un solo dosaggio: occorrono esami ripetuti che permettano di confrontare tra loro i valori ottenuti alle diverse scadenze e il loro andamento nel tempo e soprattutto confrontarli contemporaneamente al dato clinico del paziente.
In altre parole l’interpretazione del test non si basa sulla semplice lettura di un dato di laboratorio, ma va inquadrata all’interno del contesto clinico.
....................................................................................................................
Purtroppo esiste il problema dei falsi positivi, che rappresenta un ostacolo importante ad un possibile trattamento basato solo sui marcatori tumorali quando si utilizzi come criterio decisionale il valore soglia positivo/negativo >>
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
361439

dal 2014
Grazie per la risposta,
Io ormai lo controllo dal 2011 ogni sei mesi ed è' sempre positivo .
Ma la l esame PET che ho fatto avrebbe visto se ci fosse qualcosa?

[#10] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Possiamo prendere atto che sia negativa e questa è già una bella cosa
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#11] dopo  
361439

dal 2014
Si risultava solo oscurata un po' nella zona pelvica dove ho dei polipi infatti nell endometrio .

[#12] dopo  
361439

dal 2014
Salve dottore ho eseguito la mammografia , mi hanno chiamato dentro altre due volte per ripeterla perché non avevano visto dei particolari , e alla fine mi hanno detto che è' necessaria un ecografia .
Nel referto c e' scritto questo :
Esiti di nodulectomia ai QQINF di dx
Bilaterali radiopacita' prive di carattere sospetto
Alcune radiopacita' prive di carattere sospetto
Bilaterali microcalcoficazioni di natura benigna
Assenza di immagini riferibili a processi di tipo infiltrativo e/o a microcalcificazioni sospette.
Si consiglia, come da precedente referto controllo ecografico evolutivo.

Io continuo a stare male e a sentirmi sempre stanchezza nel respiro e cuore ..a giugno al ps mi avevano detto che avevo l' onda p allargata e mi avevano fatto esame di dimero per eventuale embolia e emogas..
Ma negativo..ho visto che i sintomi sono quelli che ho io , non e' che serva una tac ?
Ho il terrore non sto vivendo più con questo affatticamento e stando così .

[#13] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La sintomatologia non ha alcuna relazione con il referto mammografico ovviamente.

E per il resto si tratta di disturbi vaghi ed aspecifici sui quali a distanza si può aggiungere veramente poco o nulla.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com