Utente 869XXX
Salve dottori, sono una ragazza di 29 anni, ho eseguito una ecotomografia mammaria a seguito di persistenti dolori al seno anche dopo il ciclo e per dei persistenti dolori sotto le ascelle da circa un anno. Inserisco l'esito
"Parenchima mammario di tipo prevalentemente ghiandolare.
a dx in sede profonda tra i quadranti superiori si apprezza un'areola di circa 5mm a margini netti ipo-anecogena, possibile espressione di piccolo fibroadenoma.
a sn nel QIE è rilevabile un'area di circa 11 mm di diametro ipoecogena lievemente disomogenea a margini sfumati.
il reperto meritevole di confronto clinico potrebbe costituire l'espressione di area adenosica-flogistica.
Sempre a sn nel QII, in sede superficiale, si apprezza area ovalare solida ipoecogena di circa 6mm a margini netti di aspetto adenosico.
In sede ascellare bilaterale soprattutto a dx si apprezzano alcuni linfonodi di aspetto reattivo.
indicato monitoraggio ciclico strumentale".
il mio medico dice di stare tranquilla che non ho niente di grave e mo ha suggerito una visita ginecologica in quanto potrebbe trattarsi di un problema ormonale.
potreste spiegarmi il senso di questo referto?
premetto che sono solo affetta da ipotiroidismo controllato da eutirox.
grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Giuliano Lucani

32% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora
per prima cosa dovrebbe dirci per quale motivo ha eseguito l'ecografia mammaria: perchè ha sintomi? perchè suggerita dal Medico di famiglia o da uno specialista? per controllo?
Il referto, per una donna giovane, è quello che spesso vediamo: un piccolo fibroadenoma, formazione benigna da non toccare se non in caso di aumento consistente di volume; associato un quadro di adenosi-mastosi- displasia cioè di modifica strutturale del seno legata alla normale stimolazione ormonale. L'ecografista chiede solo di controllare clinicamente la formazione di 11 mm nel quadrante infero-esterno della mammella, probabilmente sempre di origine adenosica, per sapere se è palpabile e che caratteristiche ha dal punto di vista palpatorio. Le consiglio quindi di consultare anche un Senologo perchè completi, con la visita, l'esame cui si è sottoposta.
Dott. Giuliano Lucani
Specialista in Chirurgia e Chirurgia Vascolare
Perfezionato in Senologia

[#2] dopo  
Utente 869XXX

Grazie mille per la risposta dottore..
ho semplicemente informato il mio dottore di ciò che mi sta accadendo,
ossia continui dolori al seno tutti i giorni del mese senza differenza fra fase premestruale e non, e continui dolori sotto le ascelle.
Dopo avermi chiesto se in famiglia ci fossero stati casi di tumori alla mammella ( che io sappia solo la mia bisnonna fu operata di tumore alla mammella) mi ha prescritto un'ecografia mammaria e ascellare.
quindi i miei sintomi sono solo "dolori in alcuni giorni più acuti in altri meno"
al tatto non sento assolutamente nulla.
La dottoressa che mi ha fatto l'ecografia mi ha detto che il QIE è molto infiammato ed è per questo che sento dolore..
Grazie per il consiglio proverò a prendere un appuntamento per visita senologica..anche se non riesco a stare tranquilla.

[#3] dopo  
Dr. Giuliano Lucani

32% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Tutti i sintomi che riferisce non sono preoccupanti e già questo dovrebbe tranquillizzarla. Attenda con fiducia la visita senologica. Penso che il contatto diretto con lo specialista possa definitivamente tranquillizzarla.
Dott. Giuliano Lucani
Specialista in Chirurgia e Chirurgia Vascolare
Perfezionato in Senologia

[#4] dopo  
Utente 869XXX

Grazie mille dottore..è stato davvero gentile.