Utente 386XXX
Buongiorno, vi scrivo perchè abbastanza preoccupati in famiglia. Praticamente a mia zia nel 2007 venne scoperto un tumore maligno al seno. E' stata operata (ovviamente la mammella le è stata asportata completamente) e ha fatto la chemioterapia. Quando la situazione si è stabilizzata si è fatta inserire una protesi al seno. Ora questa protesi si è rotta e dalla risonanza che ha effettutato è stato riscontrato anche il "versamento di lliquido". Ora vi chiedo: che cosa provoca il versamento di liquido nel corpo (ora e nel medio/lungo periodo)? Considerate che da quando la protesi si è rotta (è andata a finire sotto l'ascella) ad oggi sono passate almeno due settimane. E qua ho un'altro dubbio. Mia zia è calabrese ed è stata operata a Roma: come mai la RMN non gliel'hanno fatta là anzichè farla ritornare in Calabria e aspettare così tanto???!!!! Ah dimenicavo, anni fa (quando ci fu lo scandalo PIP) aveva avuto altri problemi con una protesi e se non mi ricordo male stava per avere una setticemia. Nell'attesa di una Vs cordiale e spero celere risposta porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi dispiace, ma non è possibile apportare alcun contributo alla sua richiesta non avendo informazioni sul tipo di protesi utilizzata.
Queste domande dovrebbe, ne ha tutto il diritto, porle al chirurgo che l'ha operata.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com