Utente 180XXX
Buongiorno, come da titolo oggetto, scrivo per conto di mia mamma che molto preoccupata nella risposta ricevuta durante esame, Risonanza Magnetica al quale si sospetta di un nodulo.

Mia mamma, ha 47 anni, alta 1.60 m e pesa 50 kg.

Di seguito, le riporto l'esito RM, eseguito in data, 06/07/2016.


RM MAMMELLA BILATERALE CON E SENZA CONTRASTO: VALUTAZIONE PARENCHIMA PER VALUTAZIONE ONCOLOGICA

Esame eseguito in apparecchio ad alto campo (1,5 T), in decubito prono con arti superiori addotti, utilizzando sequenze T2 e T1 pesate anche dopo somministrazione di MDC (Multihance), integrate da studio in diffusione.

Strutture parenchimo-stromali prevalenti, rappresentate in modo simmetrico.
Minuta formazione cistica è riconoscibile tra i quadranti esterni del seno dx.
Dopo mezzo di contrasto endovena si riconosce moderato disomogeneo enhancement della componente stromale.
Focale più elevato enhancement è riconoscibile in area non nodulare di circa 2,5 cm con spessore massimo di 3 mm circa al prolungamento ascellare di sinistra con limiti netti.
In corrispondenza, si riconoscono valori di ADC intermedio - elevati e curva di incremento del segnale ripida in fase iniziale seguita da andamento continuo.

CONCLUSIONI: la focalità di enhancement segnalata al prolungamento ascellare di sinistra, merita correlazione ecotomografica mirata e valutazione micro-istologica (Birads 4a).


In merito a questo, mia mamma consapevole per confermare presunto sospetto, si debba sottoporre ad altri esami, chiede:

1) Se la diagnosi sia preoccupante o può rimanere tranquilla e in caso con il passare degli anni cosa può succedere e se incontrerà nuove problematiche e/o nuove possibili formazioni ?

2) Definizione di: Multihance, enhancement e componente stromale.

3) Eventuale terapia per essere guarita ?

4) Il sintomo nel lamentarsi una continua stanchezza e un leggero nervosismo nel perdere la pazienza, può essere sinonimo di sintomo patologico e una volta effettuata la terapia, questo sintomo sarà assente ?

(tenendo sempre conto in modo parziale, può essere anche dovuto al caldo afoso).



Nel ringraziarla, attendo una Vostra risposta.

Porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dica alla sua mamma che non c'è alcuna correlazione tra la sintomatologia (stanchezza...) ed il quadro strumentale che descrive.

La Risonanza talvolta "vede più di quel che c'è .." si fa per dire, ma
in questo caso è corretta l'indicazione alla integrazione di una ecografia ed eventuale microbiopsia ecoguidata.

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 180XXX

Buongiorno Dott. Catania e la ringrazio per avermi risposto.

Non do dirle ancora quando ma mia mamma sta attendendo la risposta per fare questi esami mirati, riguardo al suo problema ma avrei di chiederle, se gli esami che a mia mamma sono stati prescritti siano giusti:

1) ECOTOMOGRAFIA MIRATA
2) VALUTAZIONE MICRO-ISTOLOGICA (BIRADS 4A).

Le chiedo scusa ma ho visto che lei mi avrebbe consigliato di fare un ulteriore esame che a mia mamma non è stato prescritto, ovvero: MICROBIOPSIA ECOGUIDATA e mi chiedo perchè a mia mamma non è stato prescritto.

Gentilmente, mi potrebbe dire le definizioni di: Multihance, enhancement e componente stromale ?

Infine, Dott. avrei piacere chiederle se dopo aver fatto gli esami, le posso nuovamente scrivere per raccontarle e per un confronto.

Le dispiace, le posso nuovamente scrivere ?

La ringrazio per la sua gentilezza e cortesia.

Le auguro una buonissima giornata e a risentirci.


Cordiali saluti



[#3] dopo  
Utente 180XXX

Buongiorno Dott. mi scuso ancora.
Per quanto rimasti d'accordo, mia mamma ha eseguito oltre alla risonanza magnetica anche l'ecografia, alla quale, il sospetto iniziale si pensasse si è tramutato in verità perchè mia mamma, dal momento che è stato scovato qualcosa (ancora precisamente non si sa), a detta di mia mamma, ha visto l'ecografista seriamente preoccupata e ha raccomandato a mia mamma di andare a fare con urgenza una microbiopsia guidata con relativo esame istologico per tagliare la testa al toro e scoprire una volta per tutte la patologia di mia mamma: tant'è vero che l'ecografista, come livello di preoccupazione e sospetto, Birads 4a.

Preoccupata anche mia mamma, intenzionata a scoprire la verità con l'istologico decide di prenotare l'esame ma qui sorgono numerosi problemi, alla quale, io in questi giorni sto discutendo molto in questi giorni e non mi vuole ascoltare, ovvero:

al momento dell'esame ecografico, l'ecografista ha detto a mia mamma di aspettare a prenotare l'istologico, perchè a detta dell'ecografista, ha detto a mia mamma di riservarle a sua detta "un posto d'oro e che avrebbe mandato mia mamma a fare l'istologico da una dottoressa che sa svolgere il suo lavoro e sa bene quello che fa, ovvero la Dr.ssa Ilaria Polico, presso l'Istituto Oncologico Busonera di Padova.

Io, sottoscritto, nulla da dire e nessun dubbio nel merito da parte di questa Dr.ssa e per me va bene anche se effettuerà l'istologico dalla Dr.ssa Polico ma sono dell'idea che poteva benissimo fare l'istologico sempre all'Istituto Oncologico Busonera di Padova ma non necessariamente con la Dr.ssa Polico ma benissimo anche con un altro Dott. che bene o male tutti sono competenti al Busonera e tutti sono in grado di affermare l'istologico nella maniera corretta, non serve necessariamente la Dr.ssa Polico.

L'unico problema è questo, ovvero: di fronte alle parole dell'ecografista mia mamma, si è talmente ostinata e interstardita a fare l'esame istologico dalla Dr.ssa Polico ma dovrà aspettare fino al 25/26 Settembre perchè adesso è in ferie.

Io, sono molto preoccupato, perchè mia mamma, invece di prendere seriamente la sua patologia e scoprire cos'abbia (che potrebbe essere qualsiasi cosa...), invece di prevenire è disposta ad aspettare che ritorni dalla ferie la Dr.ssa Polico per effettuare l'esame ma secondo me, passa troppo tempo e potrebbe essere ancora più rischioso di quel che potrebbe essere adesso al suo stato attuale, perchè stiamo parlando di un attesa ulteriore di poco più di un mese.

Ora, chiedo a lei, gentile Dr. Catania: l'ipotesi, potrebbe essere preoccupante e l'ulteriore attesa di poco più di un mese, potrebbe rischiare seriamente delle conseguenze e si potrebbero manifestare nuove "condizioni" ?

Oppure, l'attesa di poco più di un mese, rimane invariata e rimane com'è allo stato attuale senza eventuali particolari ?

Se dovesse essere riscontrato un carcinoma mammario, è curabile al giorno d'oggi e non desta più pericolosità e se oltre a questo, si aggiunge un'attesa di poco più un mese, mia mamma rischia seriamente.

Questa è la mia preoccupazione più grave, considerando che è stato riscontrato nella mammella sinistra e che è quella più pericolosa e non posso permettere a mia mamma rischiare così forte in questo modo ma sopratutto permettere a mia mamma di giocare con la sua vita in questo modo, perchè ancora non si è resa conta di quel che le potrebbe succedere e cosa le potrebbe capitare, continuando a prendere alla leggera.



Mi faccia sapere, Dott. Salvo perchè sono seriamente preoccupato e ogni giorno, sono a parlare con mia mamma ma proprio non ne vuole sapere, facendomi credere d'aver prenotato l'esame istologico e invece scopro che nemmeno l'ha fatto, perchè vuole aspettare l'arrivo dalle ferie della Dr.ssa Ilaria Polico.




In attesa di una Vostra risposta, porgo cordiali saluti.